Whirlpool, tavolo tecnico al Mise

Di Maio, Stato si farà rispettare. Azienda, non vediamo soluzione Roma, 4 giugno - È durato circa due ore il tavolo di crisi al Mise sul futuro dello stabilimento Whirlpool di Napoli di cui l'azienda aveva annunciato la cessione. Secondo quanto si apprende da fonti sindacali presenti all'incontro, il tavolo è stato riaggiornato fra una settimana per dare tempo all'azienda di riflettere su possibili soluzioni alternative. "Lo Stato si farà rispettare. Si sono firmati accordi ben precisi, state creando un precedente gravissimo", ha detto Di Maio ai vertici Whirlpool. "Dovete rispettare istituzioni e lavoratori. Io sono e sempre sarò al loro fianco. Siamo disposti a impegnarci ancora di più con l'azienda per trovare una soluzione". Secondo fonti sindacali, l'ad di Whirlpool Luigi La

Bagnoli, De Petris (LeU): Bene incontro ministro con i comitati. Convocare subito la cabina di regia allargata a tutti gli attori

Positiva la scelta di confrontarsi con i comitati che da anni si battono sul territorio "La recente visita a Napoli del ministro Lezzi a Bagnoli è un buon punto di partenza, che denota un segnale di attenzione, così come è positiva la scelta di confrontarsi con i comitati che da anni si battono sul territorio. E' grave però, non aver interpellato ed incontrato un attore importante come Città della scienza, nonché i cittadini del borgo di Coroglio, ai quali è stata espropriata la casa". Lo ha dichiarato la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto, che ha aggiunto: "Occorre adesso dare seguito alla discussione aperta, convocando al più presto una cabina di regia allargata alle istanze territoriali, che veda la