A Palazzo San Giacomo la conferenza stampa di presentazione dei neo assessori Pace e Del Giudice, la nomina del vicesindaco arriverà entro venerdì

Prestazione ufficiale a Palazzo San Giacomo di Caterina Pace e Raffaele Del Giudice rispettivamente neo assessori al Personale e all'Ambiente che entrano a far parte della giunta comunale. Per quanto riguarda la nomina del nuovo vicesindaco de Magistris ha già scelto, il nome è all'interno della Giunta ma l'annuncio arriverà solo nelle prossime ore Napoli, 18 giugno - Questa mattina, nella sala giunta di Palazzo San Giacomo, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha presentato ai giornalisti e ad un cospicuo numero di dipendenti, dirigenti e funzionari comunali, presenti alla conferenza stampa, i due nuovi assessori che entreranno a far parte della sua squadra: Caterina Pace e Raffaele Del Giudice. Caterina Pace avrà la delega di Franco Moxedano, assessore al personale

Comune di Napoli, con l’addio di Sodano la giunta de Magistris non esiste più. Daniele probabile vicesindaco

Il vicesindaco ha motivato la sua decisione, con una questione di “dignità”. Nel frattempo però, in Consiglio comunale la maggioranza è appesa a un filo Cosa rimane della giunta de Magistris di quattro anni fa? Poco o niente. Con le dimissioni da vicesindaco di Tommaso Sodano, non se ne va solo il braccio destro del primo cittadino partenopeo ma anche l'ultimo elemento più rilevante della sua originaria giunta. “Ho trovato politicamente inopportuna la costituzione di parte civile nel processo in cui sono imputato”, questa la spiegazione ufficiale data da Sodano. Il riferimento è a un rinvio in giudizio dello scorso gennaio, con cui quest'ultimo è accusato di falso e abuso d'uffico nell'ambito di una consulenza. Ma la costituzione del Comune di Napoli come

Clima di veleni al Comune di Napoli, il vicesindaco Sodano si dimette

Alla base della decisione la scelta del Comune di costituirsi parte civile nel processo che lo vede imputato per truffa e abuso d'ufficio iper un progetto dello stesso Comune, in materia ambientale Napoli, 16 giugno - Tommaso Sodano si è dimesso dall'incarico di vice sindaco del Comune di Napoli e lascia la giunta de Magistris. Lo ha comunicato lo stesso Sodano in un incontro con la stampa. "Non avrei pensato di terminare il mio incarico prima della fine della consiliatura - ha detto Sodano - ma lo faccio per una scelta personale e ringrazio il sindaco de Magistris per l'esperienza". "Per lavorare c'è bisogno di un climna di lealtà, tranquillità e di solidarietà", ha aggiunto Sodano parlando invece di un clima di

Vicesindaco Sodano, non si dimette e si dice sereno

Sodano, valuterò dimissioni solo in caso sentenza di condanna All'indomani del rinvio a giudizio con le accuse di truffa, abuso e falso del vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano si dice sereno, quella dei giudici non è una condanna:  "Sono sereno, il processo consentirà di chiarire definitivamente la mia totale estraneità alle accuse. Non ritengo di dimettermi in quanto il rinvio a giudizio non equivale ad una sentenza". Ed ancora: "Valuterò di presentare le dimissioni solo nel momento in cui sulla vicenda dovesse intervenire una sentenza di condanna. Fino ad allora vale il principio di presunzione di innocenza"

Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli, rinviato a giudizio

A giudizio ad aprile anche l'ex assessore allo sport Tommasielli. L'accusa è di truffa Il Gup ha rinviato a giudizio il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano per truffa, abuso d'ufficio e falso. La decisione del giudice si è avuta nell'ambito dell'inchiesta relativa ad una consulenza assegnata dal Comune di Napoli ad una professionista esterna, una sua amica, Maria Cristina Roscia, anche lei rinviata a giudizio. Il processo si terrà ad aprile. Rinvio a giudizio anche per Pina Tommasielli per la gestione di alcuni biglietti dello stadio San Paolo distribuiti a conoscenti e l'annullamento di alcune multe a familiari. Anche qui l'accusa rivolta all'ex assessore allo sport del Comune di Napoli è di truffa.

Operatori ASIA, la Procura di Napoli indaga. Sodano: “Napoli non è Roma”. E Del Giudice si “pulisce” la coscienza?

Sodano: ''Napoli non è Roma rispetto alla vicenda dell'assenteismo". Del Giudice (ASIA) si fa fotografare ramazza alla mano a ripulire Napoli Napoli, 4 gennaio - E' sereno il vice sindaco con delega all'Ambiente, Tommaso Sodano in merito alla notizia secondo la quale la Procura di Napoli ha aperto un'inchiesta per verificare eventuale comportamento doloso per i 200 operatori dell'Asia che a Capodanno hanno marcato visita. ''L'inchiesta della Procura di Napoli sui netturbini assenti per malattia nella notte di Capodanno? Ben venga. - ha dichiarato Sodano - Non abbiamo nessuna rendita di posizione da tutelare''. Ed ancora: ''Napoli non è Roma rispetto alla vicenda dell'assenteismo. Nell'azienda Asia nella famosa notte non c'è stato un picco di assenteismo, nessun fenomeno di massa. E' fisiologico". Intanto Raffaele Del Giudice, amministratore unico dell'azienda di

Netturbini ammalati, la Procura apre un’inchiesta. E mentre a Napoli si minimizza a Roma aleggia l’ipotesi licenziamenti

Non si arrestano le polemiche relative ai disservizi di capodanno relativi al mancato prelievo dei rifiuti per i 200 dipendenti Asia ammalati Per il comune di Napoli il nuovo anno si apre all'insegna delle polemiche relative ai 200 netturbini dell'Asia che si son dati malati il giorno di Capodanno. E dopo le polemiche, arriva l'inchiesta della magistratura. E' di queste ore la notizia che la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo relativo all'assenza dal lavoro dei 200 dipendenti dell'azienda di pubblica utilità che, lo ricordiamo, ha come unico socio il comune di Napoli. LA DIFESA ISTITUZIONALE - Vale ricordare come Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli, con delega ad ambiente, rifiuti ed igiene della città, si sia difeso dalle accuse di disservizio: “Ho appena terminato una riunione con i vertici dell'Azienda

Malati a capodanno, malati tutto l’anno? Spazzini, Sodano minimizza: la colpa è del freddo e dell’età degli operatori

Per Del Giudice, amministratore unico di Asia, si è trattato solo di qualche ora di ritardo nello svuotare i cassonetti a causa dei fuochi di mezzanotte Napoli, 3 gennaio — “Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa”, come canta Pino Daniele in un suo famosissimo ritornello. Non è piaciuto per nulla ai turisti e non meno ai residenti, ritrovarsi il giorno di Capodanno con la città invasa dai rifiuti e costretti a sopportare il fetore esalato dai tanti cassonetti colmi degli avanzi della vigilia. Una valanga di polemiche si è abbattuta sull'operato della giunta comunale, sulla cronica inefficienza del servizio  di spazzamento e raccolta rifiuti dell'Azienda speciale di Napoli. Quest'anno sono stati in 200 gli operatori ecologici che si sono dati ammalati nella notte

Consiglio comunale di Napoli, mozione di sfiducia non pervenuta. Sodano fa il suo debutto in aula come facente funzione

Sodano: “Si va avanti perché c’è l’esigenza di completare un percorso provando a fare qualcosa di più ma c’è bisogno di trovare uno spirito di unità” Napoli, 21 ottobre -  E' andato in scena il primo Consiglio comunale di Napoli senza il sindaco sospeso Luigi de Magistris alla presenza di 34 consiglieri. A partire dalle 9 si è tenuto il Question Time con gli interventi di Lettieri e Moretto. Proprio quest’ultimo si sarebbe pronunciato criticamente circa la mozione di sfiducia nei confronti di questa amministrazione, dichiarando senza mezzi termini: “Invoco la responsabilità di de Magistris, la stacchi lui la spina visto che Fioroni ha paura di prendere la corrente”. Dal canto suo, il sindaco facente funzione Tommaso Sodano ha preso la parola auspicando un

Napoli: chiesto il rinvio a giudizio per il vicesindaco Sodano e l’ex assessore Tommasielli

Falso, abuso e truffa, l'accusa. Il gip deve ora fissare la data dell'udienza preliminare Napoli, 25 giugno - Falso e abuso d'ufficio per una consulenza alla docente dell'università di Bergamo Maria Cristina Roscia. E' quanto viene contestato al vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano, dalla Procura della Repubblica che ha chiesto oggi il rinvio a giudizio del braccio destro di De Magistris nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte irregolarità negli affari del comune. Stessa sorte per Pina Tommasielli, ex assessore comunale allo Sport. A Tommasielli vengono addebitati la truffa per la cancellazione di alcune multe fatte al cognato e il peculato per l'assegnazione a conoscenti di biglietti per lo stadio San Paolo. Ora tocca al gip fissare la data per l'udienza preliminare.  

Carnevale amaro per Città della Scienza. Pubblico delle grandi occasioni per un flop senza precedenti: la ricostruzione non parte

Ricostruzione di Città della Scienza, la firma non c'è Napoli, 4 marzo - Al termine di una giornata di festa, nella Sala Newton gremita ed in attesa di notizie circa la ristrutturazione del polo scientifico, le istituzioni e i rappresentanti della Regione Campania presenti, tra cui il vicepresidente Guido Trombetti del Comune di Napoli, il vicesindaco Tommaso Sodano della Provincia, il vicepresidente Ciro Alfano della Fondazione Idis, il professor Vittorio Silvestrini ed il ministro dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, hanno avuto il difficile compito di salire sul palco e riunirsi attorno ad un tavolo senza l'accordo da firmare. Eppure la fanfara dei Vigili del Fuoco ad aprire la manifestazione sulle note di Fratelli d’Italia e l’esibizione di Eugenio Bennato in duo con Carlo D’Angiò a cui si

Pienone per il pranzo di beneficenza organizzato dalla Camera di Commercio nella Galleria Principe Umberto a Napoli

Napoli - Giunto alla diciottesima edizione, anche per la vigilia di Natale di quest'anno si è tenuto il pranzo di beneficenza per i bisognosi nella Galleria Principe Umberto a Napoli. Complice la grave crisi degli ultimi anni, si è registrato il pienone: circa 1.500 le persone che hanno riempito i lunghi tavoli allestiti impeccabilmente dai circa duecento volontari che hanno presenziato all'evento. Il pranzo, realizzato dall'associazione "Amici della galleria onlus" con il sostegno economico della Camera di Commercio e in collaborazione con l'Ordine Costantiniano della Real Casa di Borbone, ha rappresentato un momento di aggregazione importante per gli indigenti della città, come confermano le parole di Rossana, disoccupata e senzatetto da quattro anni: "La strada ti fa dimenticare il senso della

Comune di Napoli: i consiglieri Pd votano la sfiducia a Sodano “per disciplina di partito”. Respinta la mozione al vicesindaco

Napoli, 16 novembre - Con ventisei no, diciassette sì e due astenuti, ieri pomeriggio, si è conclusa la votazione per la mozione di sfiducia nei confronti di Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli ed assessore all'ambiente con delega ai rifiuti. La mozione, promossa da tre consiglieri di Ricostruzione Democratica che accusavano il vicesindaco di avere fallito sulle problematiche ambientali e sulla gestione dei rifiuti, viene respinta con una maggioranza consistente, sebbene la questione abbia palesato l'esistenza di un fronte corposo contrario alla Giunta De Magistris. Il dibattito, aperto dal consigliere Sgambati (Napoli è Tua), ha vissuto momenti di confronto vivaci. Andrea Santoro, consigliere di FLI, dichiarandosi favorevole alla mozione, ha annunciato la promozione di una raccolta di firme per l'approvazione di una

Denunciati operai della X Municipalità, arrotondavano lo stipendio con mezzi municipali

Napoli, 13 novembre – Tre operai della X Municipalità Bagnoli-Fuorigrotta sono stati denunciati per di interruzione di pubblico servizio e peculato condotti in associazione in seguito all’intervento della Polizia ambientale guidata dal capitano Del Gaudio. I tre operai che erano in licenza stavano potando alberi in Via Giacomo Leopardi utilizzando attrezzatura e autoveicolo appartenenti alla X Municipalità per conto di alcuni negozianti. Il fogliame già potato era stato lasciato al suolo senza provvedere alla raccolta e smaltimento differenziato. L’operazione si è resa evidente quando gli operai del turno pomeridiano non hanno potuto svolgere il servizio della manutenzione del verde in viale Augusto in quanto le attrezzature non erano disponibili. Sono in corso accertamenti per determinare le modalità di consegna delle attrezzature municipali