Capodanno cinese a Napoli: colori, canti, danze tradizionali in piazza

Tantissimi in piazza per il Capodanno cinese a Napoli 2020. Canti, balli e cultura della tradizione cinese hanno accompagnato il countdown con Pechino Una folla gioiosa e divertita quella che ha gremito piazza del Gesù per festeggiare il Capodanno Cinese, la più importante festività annuale in Cina; secondo tradizione, il 2020 è l’anno del Topo, simbolicamente associato all’abbondanza e alla prosperità. L’evento di arte e cultura cinese- organizzato dall’Associazione Ciao Cina – si è aperto alle 16.50, dopo il saluto delle istituzioni, con il countdown del Capodanno in contemporanea con Pechino dalle ore 16.50; il ricco programma ha visto diverse esibizioni tradizionali con danze e artisti provenienti dalla Cina; a seguire, durante l’evento, si sono succeduti interventi a cura del Coro italo-cinese con

In Irpinia la tradizione del “pastiero”: duemila uova e 40 chili di pasta in piazza a Sant’Angelo all’Esca

Ricco il programma della giornata con corsa tra i vigneti, aperitivo jazz, musica popolare e giochi di una volta per i più piccoli. L’evento proseguirà poi a Taurasi dall’11 al 13 maggio “Taurasi Vendemmia”, due tappe dedicate alle eccellenze della Media Valle del Calore per un evento di promozione turistica e territoriale che punta sull’enogastronomia come testimonial di un territorio che ha tanto da dire in termini di qualità e di benessere. “Taurasi Vendemmia” è promosso dai Comuni di Taurasi (capofila) e di Sant'Angelo all'Esca e finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del POC 2014-2020 (linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”). La prima tappa è in programma per domenica, 15 aprile, con una tradizione di Sant’Angelo all’Esca che ha conquistato visitatori e appassionati: torna il pastiero, piatto tipico

Sette Carnevali uniti per la grande tradizione d’Irpinia: arriva l’edizione 2018 di Princeps

Sette Carnevali uniti per la grande tradizione Irpina, sabato 3 e domenica 4 febbraio torna il folclore autentico con "Princeps Irpino - Carnevali Irpini Uniti" due eventi per promuovere il patrimonio culturale della provincia di Avellino Due eventi dedicati ad una delle tradizioni più importanti d’Europa, due eventi che puntano a valorizzare il folclore irpino attraverso la memoria ed il divertimento. Al via il cartellone ideato e promosso dall’associazione Carnevale Princeps Irpino – Carnevali Irpini Riuniti, che come ogni anno si pone l’obiettivo di raccogliere le più significative espressioni di una delle tradizioni di maggiore suggestione della provincia di Avellino: il Carnevale. Il programma prevede sabato 3 febbraio, a Forino, alle ore 10.30, presso la sala della scuola elementare di Petruro di Forino l’incontro “I bambini e la tradizione”, appuntamento di confronto

Pulcinella, la sciantosa e il gran maestro per la rassegna Forcella Transit

Sabato 13 gennaio alle ore 11 nel Complesso dell'Annunziata Napoli - Sabato 13 gennaio alle ore 11 nel Complesso dell'Annunziata, nell'ambito del progetto Forcella Transit, Murìcena Teatro presenta “Pulcinella, la Sciantosa e il Gran Maestro”, spettacolo con Marianita Carfora, Raffaele Parisi e Carlo Vannini che mischia la tradizione della maschera e del varietà con i canoni contemporanei e artistici della street art, dando vita ad un’esperienza artistica universale in grado di adattarsi all’ambiente in cui opera. Caratteristica che ritroviamo nella storia lunga secoli della maschera di Pulcinella in grado, fino ad oggi, di sopravvivere alle “modifiche” e “revisioni” che ne caratterizzano il percorso. Celebre è l’incontro tra la maschera e Antonio Petito, le cui capacità di inserire negli spettacoli elementi di attualità,

Tradizione e folclore per la Festa di Sant’Antuono: 1200 bottari per l’edizione 2018 a Macerata Campania

Laboratori di cucina, musicali, giochi, seminari e altre occasioni tutte da scoprire. Sarà possibile anche degustare il piatto tipico, la past'e'llessa Si terrà da venerdì 12 gennaio fino al 17 gennaio la nuova edizione della Festa di Sant'Antuono a Macerata Campania. La manifestazione si concluderà proprio nel giorno dedicato a Sant’Antonio Abate e sarà contraddistinta da mostre, laboratori culturali (di cucina, musicali e molto altro), giochi, seminari e altre occasioni tutte da scoprire. Sarà possibile anche degustare il piatto tipico, la past'e'llessa, vale a dire la pasta con le castagne lesse, in un grande evento che è organizzato dal Comune di Macerata Campania con l’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa (ONG accreditata UNESCO). A Macerata Campania, comune della provincia di Caserta, sono iniziati lo scorso 8 dicembre 2017 i

“Oro Rosso”, la festa del pomodoro a Sant’Antonio Abate

Dal 14 al 16 luglio una kermesse esclusivamente dedicata all’”Oro Rosso”, il ricavato servirà ad ampliare le attività del centro parrocchiale Santa Maria Rosanova Oro Rosso, la festa del pomodoro e della sua tradizione, ritorna a Sant’Antonio Abate (Na) dal  14 al 16 luglio. Giunto alla quinta edizione, questo evento oltre ad essere un’importante opportunità d’incontro per produttori e consumatori di uno degli ingredienti più apprezzati della cucina italiana, quest’anno rappresenta l’occasione per l’avvio di un’iniziativa che unisce spirito imprenditoriale, innovazione e finalità sociali: il pomodoro, di cui la zona vesuviana ne è un giacimento, sarà elaborato e affiancato a un altro ingrediente fiore all’occhiello della nostra amata terra, ovvero la pasta, in un unico packaging. Il tutto sarà poi messo in vendita con

“Terrafuoco” alla VII edizione: il centro storico di Avellino si anima in attesa del Focarone di San Ciro

Tradizione, cultura e impegno sociale, al via venerdì 6 gennaio presso l’Associazione Piano Terra Avellino, 5 gennaio - Torna per il settimo anno “Terrafuoco” la manifestazione ideata da Massimo Vietri e organizzata dall’Associazione Caterpillar per animare la Collina della Terra, cuore del Centro storico di Avellino con quattro serate di musica, arte e con la II° edizione del “Premio Nicola Vietri”.  “Completamente autofinanziata, la manifestazione torna per il VII anno - spiega il Direttore artistico Massimo Vietri - grazie al contributo degli sponsor che ringraziamo. Il programma è stato studiato per coinvolgere bambini e adulti in una serie di attività e iniziative gratuite che vedranno protagonisti artisti irpini meritevoli per qualità e passione civile. Constatiamo con amarezza che il Comune ha

Cantine, presepe teatrale e baccalà: a Forio un appuntamento da non perdere

“Note di Natale” celebra enogastronomia e tradizione: le suggestioni di “Quanne nascette Ninno” di Gaetano Maschio ed Edoardo Cocciardo Ischia, 28 dicembre - Saperi e sapori si intrecciano in un venerdì di assoluto spessore a Forio, inserito nel cartellone di eventi “Note di Natale”, con la regia di Pro Loco Panza e Comune di Forio. Ci sono la tradizione e la fede ma anche enogastronomia e cultura contadina dell’isola. Il 30 dicembre è dunque un giorno da non perdere. A cominciare da “Cantinando con Babbo Natale”, una visita guidata attraverso i luoghi che testimoniano il millenario rapporto dell’isola d’Ischia con il vino. Nell’anno che celebra il cinquantenario della Doc, Forio propone così, a partire dalle 10, un tour attraverso tre suggestive cantine con degustazione di vini

‘A Chiena di Campagna, l’evento fresco e folkloristico dell’estate Salernitana

Il fiume Tenza straripa dal suo letto naturale ed inonda la città attraverso un “corso” artificiale Domenica 17 luglio Econote va a Campagna in provincia di Salerno per partecipare ad un evento fresco: 'A chiena! Il consiglio è di portare un secchiello di quelli per i castelli di sabbia sulla spiaggia senza manici di metallo e tanta voglia di divertirvi. Partenza da Napoli alle 9 con il carpooling, insieme con le macchine che hanno posto per poter condividere la giornata a partire dal viaggio. Arrivo a Campagna e incontro con la Pro Loco di Campagna per scoprire tutto di questa tradizione. ‘A Chiena ovvero “la piena”. Il fiume Tenza straripa dal suo letto naturale ed inonda la città attraverso un “corso” artificiale.

Eccellenze Campane, gara culinaria ispirata alla tradizione borbonica e serata di solidarietà all’insegna delle prelibatezze della Cucina partenopea

"Le Eccellenze da Eccellenze", serata di beneficenza con finger food campano, vino e birra del Vesuvio Napoli, 9 luglio - Eccellenze Campane in prima linea per la solidarietà. Il polo Agroalimentare di Via Brin 69 ospiterà una gara culinaria tra "chef eccellenti" che si contenderanno la vittoria cimentandosi in un menù ispirato alla tradizione borbonica. Il 12 luglio, infatti, alle ore 21 è in programma "Le Eccellenze da Eccellenze", un sfida in stile masterchef nata da un’idea di Carla Travierso e Francesca Frendo, a cui parteciperanno due squadre di Vip partenopei. Una serata, presentata da Gianni Simioli e sponsorizzata anche da Autorally e Planet Travel, all’insegna della beneficenza per sostenere l'AIRC- Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Una giuria di noti gourmandes, presieduta

Ciro Salatiello, lo chef del Napoli Calcio tra i concorrenti del Premio Letterario NapoliTime

Occasione anche per parlare di sana alimentazione nelle scuole. Salatiello, inventore del Kepurp, cura da più di dieci anni il menù dei giocatori del Napoli al Marina di Castello Resort a Castel Volturno. La tradizione e la cultura napoletana la parola chiave con cui si presenta al Premio Letterario NapoliTime Il Premio Letterario NapoliTime annovera tra i concorrenti un altro nome noto, un autore particolare, con un libro che racconta Napoli in maniera diversa dal solito, ma che ha trovato il consenso della commissione organizzativa del Premio Letterario NapoliTime perché rappresenta un modo alternativo per trasmettere la cultura napoletana e le sue tradizioni ad una generazione giovanissima qual è la giuria del Premio, ovvero gli studenti partenopei. Ciro Salatiello, uno degli chef più rinomati

Alla Corte del Gusto: tradizione, sapori e solidarietà al Castello-Palazzo Ducale di Marigliano

Il 7 e l’8 dicembre, in occasione della Festa dell’Immacolata, lo storico edificio si animerà con laboratori di degustazione, cena-racconto, mercatini di eccellenze e il concerto “DonnaMadonna” Nella suggestiva cornice del Castello-Palazzo Ducale di Marigliano, le Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, organizzano una speciale due giorni dedicata ai sapori e ai saperi tipici della Regione Campania. L’iniziativa, dal titolo “alla Corte del Gusto”, nasce per celebrare la Festa dell’Immacolata, Festa dell’Accoglienza per eccellenza, che per l’occasione vede il Castello-Palazzo Ducale di Marigliano diventare un punto di incontro per la comunità, nonché luogo di aggregazione durante tutto il corso dell’anno. Il 7 e l’8 dicembre sarà possibile partecipare, presso lo storico edificio sito nel cuore del centro storico di

Marta, cosa hai fatto?

Coffee Break, i Racconti di NapoliTime Le forchette tintinnavano sopra i piatti con un ritmo irregolare e imprevedibile. Talvolta la cresta delle posate veniva infilzata nella braciola, talvolta veniva poggiata solo di lato alla porcellana per avere un attimo di pausa. Nella stanza riecheggiavano parole neutre di un qualsiasi Tg. Era l’ora di cena e la famiglia si era radunata intorno alla tavola dopo una giornata di grandi impegni. Il padre era seduto a capo tavola. Avido divoratore, era colui che veniva sempre servito per primo. Uomo autoritario e dalla mente sapiente e dotta. Era il dispensatore di consigli, colui al quale rivolgersi ogni volta che qualcosa non andava. “Passami l’acqua”, disse a sua moglie. La madre, amabile casalinga di una bellezza ormai

Campania Gourmet al Maschio Angioino: la cultura gastronomica dalla produzione alla cucina in 230 ricette di tradizione

L’ultimo volume di Maristella Di Martino sarà presentato lunedì 6 ottobre alle 16.30 con la collaborazione di Coldiretti Napoli presso l’antisala dei Baroni a Napoli. A seguire agri-aperitivo a Km 0 Campania Gourmet, la prima enciclopedia del gusto campano che illustra, dopo una panoramica storica e antropologica, i prodotti tipici, sia riconosciuti dai marchi comunitari sia le eccellenze di qualità meno note e, soprattutto, la prima selezione di aziende dell’agroalimentare (circa mille imprese - i cui elenchi iniziali sono stati forniti dalle Camere di Commercio della regione - produttrici di olio e pasta; prodotti da forno, ittici, carni e lattiero-caseari; ortofrutta e conserve alimentari nonché vini e liquori) che già esportano oltralpe o che intendono essere presenti nei mercati esteri per offrire