Napoli, rimandata “la Notte della Tammorra” per la tragedia di Genova

La Notte della Tammorra 2018, a causa della tragedia di Genova, è rimandata a settembre 2018 Napoli, 14 agosto - Come si legge dalla nota diffusa dal Comune di Napoli, "Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l'assessore alla cultura Nino Daniele, assieme agli organizzatori e agli artisti della Notte della Tammorra, hanno deciso di rinviare la festa in programma sul lungomare nella sera di ferragosto, in segno di profondo cordoglio e vicinanza alla città di Genova. L'evento si terrà nell'ambito delle manifestazioni per la Piedigrotta 2018".

Tragedia al porto di Napoli, un morto ed un ferito a bordo traghetto

Due turisti restano schiacciati da una vettura sulla nave in partenza per Palermo Napoli, 18 giugno - Una persona morta ed un'altra ferita. E' questo il bilancio di un grave incidente avvenuto a bordo di un traghetto in partenza dallo scalo "Immacolatella", nel porto di Napoli. Una autovettura, per cause ancora in corso di accertamento, ha schiacciato due stranieri - si tratta di due cittadini indonesiani - diretti a Palermo. Per il primo, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Il secondo, invece, ferito in maniera grave, è stato soccorso e trasferito in ospedale. La Guardia Costiera sta proseguendo "accertamenti e rilievi scientifici" dopo l'incidente nel porto di Napoli con un'auto che ha schiacciato due indonesiani, uno dei quali è morto. Al

Tragedia della Solfatara, ascoltato dal pm il bimbo sopravvissuto

Svolti nuovi sopralluoghi nel cratere Pozzuoli, 14 settembre - Il piccolo Alessio, il bimbo di 7 anni, unico sopravvissuto della tragedia avvenuta nel vulcano Solfatara di Pozzuoli (Napoli) dove hanno perso la vita il padre, la madre e il fratellino di 11 anni, è stato ascoltato dagli inquirenti che indagano per fare fare luce sull'accaduto. Stamattina, inoltre, si sono svolti nuovi sopralluoghi nel cratere: si sta cercando di verificare la posizione esatta del crepaccio dove sono caduti i tre componenti la famiglia Carrer, la messa in sicurezza dell'area e le indicazioni di pericolo presenti in zona. Si va completando anche la raccolta delle testimonianze: le prime furono acquisite dalla polizia appena intervenuta sul posto; ora vengono ascoltate altre persone a conoscenza delle

Omicidio-suicidio a Napoli: uccide moglie e figlio, poi si toglie la vita

Ha ucciso moglie e figlio di 17 anni, poi ha rivolto la pistola verso di sé e si è tolto la vita. L'autore della tragedia di San Giovanni a Teduccio è Cesare Cuozzo, ex bidello in cura in un centro di igiene mentale. La moglie, Anna Daniele, è la sorella dell'assessore comunale Nino Daniele Napoli, 16 luglio - Una scena raccapricciante quella che è apparsa davanti agli occhi delle forze dell'ordine quando sono entrati all'interno di un appartamento in via Ammiraglio Aubry, nel quartiere San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli. Da subito è stato evidente si fosse consumata una terribile tragedia: tre corpi senza vita; un uomo, una donna ed un ragazzo. I cadaveri sono stati scoperti dai familiari

Si sporge dal belvedere per far volare una lanterna cinese, 30enne precipita e muore

Voleva festeggiare il compleanno della fidanzata, la serata termina in tragedia Agerola, 17 giugno - Si sporge dal belvedere per far volare una lanterna cinese e precipita da un'altezza di 50 metri morendo sul colpo. E' accaduto la scorsa notte ad Agerola, Benedetto Chiariello, 30 anni, originario di Acerra, voleva festeggiare il compleanno della fidanzata. Si era recato con lei ad Agerola dove hanno cenato insieme e concluso tragicamente la serata al belvedere Coppi. Aveva acceso la lanterna cinese ma il suo volo era terminato tra i rami di un albero. Nel tentativo di liberarla ha perso l'equilibrio precipitando nel vuoto. Inutile i soccorsi, il giovane è morto sul colpo.

Muore durante un rave party, Antonio Franzese un giovane di 24 anni

Muore durante una rissa, in corso le indagini dei carabinieri Caserta, 2 giugno - Antonio Franzese, 24enne di Frattamaggiore (Na), muore la scorsa notte durante un rave party, - una festa, un incontro con musica elettronica - a Castel Morrone, in provincia di Caserta. Il ragazzo è morto in seguito di una rissa per una coltellata al torace. Altri giovani sono rimasti feriti nella colluttazione scoppiata durante il rave party riportando ferite da arma da taglio e sono ricoverati in ospedale. I carabinieri stanno ancora indagando per far luce sul motivo e la dinamica dell’aggressione.

Carabiniere uccide moglie figlio e poi si suicida. La tragedia nel centro di Napoli nei pressi di piazza Dante

La tragedia si sarebbe consumata nella notte, indossavano il pigiama, infatti i corpi senza vita ritrovati solo nel pomeriggio di eri da un familiare Napoli, 6 maggio – Tragedia a Napoli, nel cuore pulsante della città a vico Bagnara vicino piazza Dante, una famiglia ha lasciato questo mondo nel sangue, non per una fatalità, ma per mano del suo stesso capofamiglia. Alfredo Palumbo, carabiniere di 42 anni, ha ucciso nel cuore della notte di ieri con la sua pistola d’ordinanza, la moglie trentenne, Consuelo Molese, e Francesco, il suo bambino, poi ha fatto fuoco contro se stesso ponendo fine a quella che a detti di parenti e amici era una bella famiglia, conosciuta e stimata. Palumbo era maresciallo in servizio al Comando

Donna perde bimba durante parto. Si sveglia dopo giorni e scopre tragedia

La Procura apre un'inchiesta Napoli, 2 aprile - Un lieto evento che si trasforma in tragedia per una famiglia di Sant'Anastasia, nel Vesuviano, dove una donna di 32 anni, al nono mese di gravidanza, dopo forti dolori al ventre, ha avuto un'emorragia perdendo la piccola nella sala operatoria di una clinica di Massa di Somma, finendo in rianimazione per tre giorni. Al suo risveglio, al Loreto Mare di Napoli dove è stata trasferita per le gravi condizioni, la donna ha saputo che non avrebbe mai potuto stringere al petto la sua piccola. (Ansa) FOTO: tratta da ansa.it

Colpito alla testa da un proiettile vagante, giovane polacco è in fin di vita

Il proiettile lo ha raggiunto mentre era seduto sul divano della propria abitazione al quarto piano del vicolo Zite di Forcella Napoli, 26 dicembre — Era seduto sul divano di casa nel quartiere Forcella, il giovane uomo di origini polacche quando è stato colpito da un proiettile la sera della Vigilia di Natale. Giorgi Gorgadze di 26 anni è ricoverato all’ospedale Loreto Mare di Napoli trasportato d’urgenza la notte del 24. A chiamare i soccorsi la compagna che era con lui in casa e che ha raccontato agli agenti di polizia di trovarsi con il compagno nel proprio appartamento al quarto piano quando è avvenuta la tragedia e che lui era seduto tranquillamente sul divano quando è stato raggiunto dal proiettile che

Tragedia nel mare di Ischia, recuperato oggi il corpo del giovane disperso

Era caduto in mare il giorno di Ferragosto, salvi i suoi tre amici Ischia, 17 agosto - E' stato ritrovato e recuperato questa mattina alle 6,30 il corpo senza vita di Filippo Vinaccio, il giovane disperso in mare ad Ischia il giorno di Ferragosto nelle acque antistanti baia di San Francesco, nel comune di Ischia (Napoli). Il giovane aveva 25 anni e venerdì era in barca con i suoi tre amici, quando a causa del mare agitato l'imbarcazione si era ribaltata. Filippo era caduto in acqua mentre gli altri erano riusciti a mettersi in salvo. Partite immediatamente le ricerche condotte dagli uomini della Guardia costiera di Ischia, le operazioni erano state sospese per le difficili condizioni meteo e per il mare agitato. Elicotteri

Tragedia nel Salernitano: anziano ferito da un sasso, la moglie muore d’infarto

Aggredito 81enne per futili motivi da un giovane Olevano sul Tusciano (Salerno), 13 agosto - Un anziano di 81 anni è stato colpito ad un occhio da un sasso scagliato da un ventenne con il quale aveva avuto un diverbio per futili motivi. La moglie accorre per soccorrerlo e muore colpita da infarto. E' accaduto ieri sera a piazza Umberto I di Olevano. L'accaduto è stato ricostruito dai carabinieri grazie alle immagini acquisite da alcune telecamere poste nella piazza. Dopo il diverbio, il giovane teppista, sarebbe tornato indietro, raccolto un sasso di grosse dimensioni e lo ha lanciato contro l'anziano, ferendolo al volto. Soccorso dai presenti, le grida hanno attirato l'attenzione della moglie dell'anziano che si è precipitata in strada dove si è accasciata

Colpito da un fulmine sul Vesuvio: quattordicenne francese è in coma

Il ragazzo sordomuto non ha capito l'invito delle guide a chiudere l'ombrello che ha attirato il fulmine che lo ha colpito Napoli, 20 giugno – Una splendida giornata fuori porta si è trasformata in tragedia per il gruppo di turisti che ieri si trovavano in gita su uno dei monti più suggestivi al mondo. Giunti a quota mille sul Vesuvio, sono stati travolti improvvisamente dalla furia del tremendo temporale che si è abbattuto sul territorio campano. La fatalità ha voluto che proprio uno dei più piccoli partecipanti all’escursione sia stata la vittima di questa tempesta, rimasto folgorato da un fulmine sotto gli occhi increduli e colmi di terrore di tutti gli escursionisti, dei propri genitori e della sorella più piccola. Il turista francese

Tragedia a Mykonos, 22enne italiana strangolata da pareo a bordo di un quad

Roma, 12 ago. (Adnkronos) - Tragico incidente sabato a Mykonos. Una 22enne, Giulia Grasso, è morta strangolata da un pareo, utilizzato come sciarpa, mentre era a bordo di un quad. "Spero che la salma possa partire da Atene mercoledì pomeriggio per poi arrivare mercoledì sera all'aeroporto di Catania - ha detto all'Adnkronos Salvatore Pastanella, zio di Giulia -. Anche se mia nipote è di Napoli mia sorella è di Catania e la tomba di famiglia è a Biancavilla". "Chiaramente noi non c'eravamo quando è successo - ha aggiunto Pastanella, adesso in Grecia - ma è chiaro che pensiamo che l'agenzia che ha affittato il mezzo abbia delle responsabilità e chenon siano stati rispettati i criteri di sicurezza di base. Attiveremo tutte le procedure per capirne

Tragedia in via Caracciolo, un uomo muore tuffandosi dagli scogli

Napoli, 28 luglio - Una tranquilla giornata di mare si trasforma in tragedia. Intorno alle 12 di questa mattina, in via Caracciolo, storico lungomare del golfo di Napoli, un uomo è morto tuffandosi dagli scogli tra lo sgomento dei bagnanti che nulla hanno potuto di fronte all’evento. Mario Magliocchetti, 42 anni, si è tuffato in acqua dagli scogli non riuscendo però ad evitare un masso, colpendolo violentemente con la testa e provocandogli, stando ai primi esami medici, un forte trauma cerebrale e cervicale. A nulla è servito il trasporto verso l’ospedale Loreto Mare, l’uomo ha perso la vita durante il tragitto a causa della forte contusione.