Pompei sempre più social: superati i 70mila fan su Facebook

Sono sempre di più le persone che acquisiscono online informazioni su Pompei, e che attraverso i canali social entrano rapidamente in contatto con il Parco Archeologico, ricevendo immediata assistenza, informazioni, curiosità Pompei, a due anni dall’avvio delle piattaforme social, registra una continua crescita di interesse da parte del pubblico virtuale, che ha già visitato o visiterà gli scavi, e che ogni giorno attraverso i social network resta in contatto con il Parco Archeologico. Nelle ultime settimane un nuovo traguardo: superati i 70mila fan su Facebook. Da segnalare, anche, la crescita su Instagram (quasi 49mila fan) e Twitter (più di 12mila followers). In un contesto in cui sempre con maggiore rapidità cambiano le dinamiche e le tecniche di diffusione dell'informazione, è fondamentale promuovere

G7 Ischia, governi a confronto con i colossi Internet contro il terrorismo. Sull’isola e a Napoli cortei anti G7

Contestazioni degli antagonisti, inondato di salsa di pomodoro la banchina olimpica del porto e un tratto di mare: "è sangue dei migranti fatti morire in mare" Ischia, 19 ottobre - Un'alleanza tra le grandi democrazie da un lato e i big della rete - da Microsoft a Google, da Facebook a Twitter - dall'altro, per bloccare la minaccia jihadista che sfrutta internet per raccogliere proseliti e fare propaganda. E' un obiettivo ambizioso quello che l'Italia ha inserito al primo punto dell'agenda della riunione dei ministri dell'Interno del G7 in programma da oggi ad Ischia, dove sono attesi anche 200 antagonisti per un corteo che sfilerà lontano dall'area del vertice. Al tavolo presieduto dal ministro Marco Minniti partecipano, per la prima volta, proprio

Giffoni Innovation Hub, il report sui giovani promosso in collaborazione con DeRev

2000 ragazzi per un ritratto dei nativi digitali che sfata i luoghi comuni: i giovani preferiscono la relazione diretta ai social, i libri ai video, la televisione allo smartphone. Sfruttano la musica e le serie tv come terapia (ma meglio se in compagnia) e sul futuro hanno le idee chiare: no al posto fisso, sì alla libera professione Snobbano il posto fisso, vogliono diventare imprenditori, identificano negli spazi disponibili più che nei tutor una risorsa indispensabile per allenare la creatività e preferiscono apprendere nozioni dai vecchi libri di carta più che dai contemporanei video-tutorial. Identikit dei nativi digitali secondo Giffoni Big Data, report nato dalla collaborazione tra Giffoni Innovation Hub, creative agency che progetta e realizza strategie, format e eventi nel

Twitter Time – I cinguettii sul referendum

Grazie a tutti, comunque. Tra qualche minuto sarò in diretta da Palazzo Chigi. Viva l'Italia! Ps Arrivo, arrivo😀 — Matteo Renzi (@matteorenzi) 4 dicembre 2016 #Salvini: Ciaone Renzi, stia sereno. #Rainews #referendum— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) 4 dicembre 2016 Evviva! #HaVintoLaDemocrazia https://t.co/ezFowLACFW— Beppe Grillo (@beppe_grillo) 4 dicembre 2016 #Referendum, #Renzi: domani Cdm, poi mi dimetterò da #Mattarella #Canale50 https://t.co/JyQT9ybAWd #SkyReferendum pic.twitter.com/OQy9hdKpfR — Sky TG24 (@SkyTG24) 4 dicembre 2016 Hanno vinto la #Costituzione, la sovranità popolare e la voglia di cambiamento vero. Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto.— Alfredo D'Attorre (@alfredodattorre) 4 dicembre 2016 #Ultimora #Referendum, Renzi telefona e concede la vittoria al presidente del CNEL pic.twitter.com/74qTori3V2— lercio-notizie (@lercionotizie) 4 dicembre 2016 Un minuto di silenzio per coloro che stanotte stanno soffrendo...#maratonamentana #CIAONE #godo pic.twitter.com/B8tcwZl7gt— Marione (@marionecomix) 4 dicembre

Video hard: continua la gogna mediatica anche dopo il suicidio della giovane donna. Ad insultarla su Twitter, un giornalista vicepresidente Corecom Marche

Oggi a Casalnuovo i funerali. La famiglia della giovane donna chiede che "finisca la gogna mediatica" Napoli, 15 settembre - Sono quattro gli indagati per diffamazione nei confronti di Tiziana Cantone, la donna morta suicida a Mugnano di Napoli per la vergogna e la continua diffamazione a seguito della diffusione su Internet, a sua insaputa, di video che la ritraevano in pose hard. Oggi alle 15 si sono tenuti i funerali a Casalnuovo. Intanto la Procura ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio ed ha acquisito tutti gli atti della causa civile intentata dalla giovane. Gli indagati sono le persone alle quali la ragazza aveva inviato il video, e successivamente da lei querelati. La ragazza si era rivolta alla magistratura per

Lorenzo de Caro: è napoletano l’astro nascente dei web influencer

Ha 25 anni e collabora con testate nazionali scrivendo di moda e lifestyle Napoli, 12 settembre - Alla conquista del web a suon di follower. Ha quasi 100mila seguaci su Instagram e 20mila su Twitter, il salotto buono dei social network e il suo blog è tra i più cliccati in Italia. Lorenzo de Caro, napoletano, è uno degli influencer più seguiti sul web, e racconta sullo schermo dello smartphone o del pc le intuizioni di un giovane internauta con la giusta dose di narcisismo. Una cronaca tradotta in forma di immagini e di look, tanto da essere stato il primo web influencer italiano scelto da Ferrero come testimonial della Nutella sui social. Un’irruzione del reale nel virtuale cominciata nel 2013 quando

Roberto Saviano in un tweet: “Il sindaco di Quarto deve dimettersi. Se non lo fa il #M5S aggiungerà una blackstar al suo simbolo”

Mancava solo Roberto Saviano al coro della richiesta delle dimissioni del sindaco di Quarto Rosa Capuozzo ma non si è fatto attendere molto il parere dello scrittore Su Twitter lo scrittore ha scritto: "Il sindaco di Quarto deve dimettersi. Se non lo fa il #M5S aggiungerà una blackstar al suo simbolo". Il sindaco di Quarto deve dimettersi. Se non lo fa il #M5S aggiungerà una blackstar al suo simbolo. — Roberto Saviano (@robertosaviano) 9 Gennaio 2016 Gli ha fatto eco il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, invitando Saviano ad un confronto pubblico. In realtà De Luca invita un po' tutti al confronto, partendo da Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera dei Deputati, passando a Beppe Grillo, fino a giungere a Saviano: "Estendo a Beppe Grillo

Lo Stato islamico torna a minacciare l’Italia e lo fa su Twitter: “La Libia è la porta per Roma”

Le immagini diffuse su Twitter mostrano Roma in fiamme e la bandiera dell'Is con il logo della "Provincia di Libia". Lo scopo è diffondere la paura e reclutare nuovi soldati. A Sirte in Libia l'Is intanto ha già imposto la legge della Sharia L’is minaccia ancora una volta il nostro Paese con una campagna terroristica che si diffonde sulla rete. Nel mirino dei jihadisti dello Stato Islamico c’è Roma. “La porta per Roma” è la Libia per l’Is che parla attraverso internet diffondendo messaggi minacciosi grazie ai social. Ed ora lo fa tramite Twitter, con immagini che non lasciano spazio a all'immaginazione. L'intento è di mettere la nostra capitale a ferro e fuoco in nome di Allha. Messaggi di puro odio si stanno diffondendo

Dagli eventi live per i vip alle breaking news via sms, le sfide di Facebook ai concorrenti social

Il social di Zuckerberg proverà a battere la concorrenza di Periscope Facebook Mentions è la funzione di chiamata live per i vip. E' la nuova app di Facebook sviluppata dal Creative Labs che permette ai personaggi famosi di dialogare con i propri fan, grazie alla quale è possibile realizzare dirette video. Sbarcata da 10 giorni anche in Italia, le novità del social di Zuckerberg per quanto riportano Telecrunch e Business Insider, non sembrano finire qua. Facebook ha infatti intenzione di ampliare ulteriormente la funzione delle trasmissioni video live che adesso è disponibile solo per celebrità che hanno un account verificato. L'obiettivo è quello di battere la concorrenza di Periscope, del concorrente Twitter, che ha la stessa funzione e ha da poco

SOSocial, la nuova app che ci viene in soccorso in casi di emergenza

Una nuova applicazione mobile rivolta a coloro che dovessero trovarsi a vivere situazioni di estrema necessità Dalla tesi al progetto. Giuseppe Caruso è uno studente venticinquenne laureatosi con lode lo scorso 25 febbraio al Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” presentando al pubblico SOSocial: uno strumento ideato e sviluppato per tutelare la sicurezza personale attraverso la rapida diffusione delle richieste di aiuto in casi di emergenza. L’idea nasce diversi anni fa, precisamente nel 2009 in seguito al devastante terremoto dell’Aquila. L’uso dell’applicazione può consentire agli utilizzatori di agevolare le operazioni di soccorso mediante la localizzazione e la condivisione automatica della propria posizione geografica. SOSocial, oltre che nelle calamità naturali, è stata pensata per funzionare nelle diverse situazioni

Lotta alla pedopornografia, i colossi di Internet si alleano nella ricerca

Collaborazione con la Internet Watch Foundation per lo sviluppo di una tecnologia contro la diffusione di contenuti di pornografia infantile I grandi della rete, Facebook, Google, Twitter, Yahoo e Microsoft al lavoro con la Internet Watch Fuondation (IWF) per lo sviluppo di una tecnologia capace di individuare immagini pedo pornografiche e bloccarle. Una volta sviluppata la tecnologia, i contenuti saranno trovati e contrassegnati da una sorta di impronta digitale consentendo ai 5 colossi del web di  rimuoverle immediatamente. Agli utenti  non sarà possibile condividerli o pubblicarli. Il numero uno della IWF, Susie Hargraves commenta così: "la nuova tecnologia potrebbe cambiare e portare ad un livello più alto la lotta contro le immagini pedo pornografiche online". Le immagini come detto potranno essere individuate

Topolino invade Twitter, 1600 tweet e 500mila utenti in 48 ore per la pubblicazione della Saga

L'hashtag #ioleggoTopolinoperché ha spopolato su Twitter divenuto subito di tendenza Si sono calcolati oltre 1.600 tweet che hanno raggiunto poi quasi 500mila utenti, tutto ciò in 48 ore. E il fenomeno "Topolino" tenderà a continuare ancora. Lo spunto dell'operazione social è stato lanciato dall'azienda Panini Comics per promuovere una serie di iniziative speciali, che si svilupperanno sui quattro numeri, dal 3110 al 3113, in edicola con una maxi-tiratura tutti i mercoledì fino al 22 luglio. L'iniziativa prevede una ristampa di una saga in quattro episodi, due copertine da collezione per ciascuno dei quattro numeri del fumetto, la riduzione del prezzo di copertina ad 1 euro e un grande concorso a premi. L'operazione parte oggi con il numero 3110, con il primo episodio

Twitter Time: da Renzi su Giustizia e Sblocca-Italia a Caldoro, passando per il Pizza Village di De Magistris

I cinguettii del Presidente del Consiglio a seguito del Consiglio dei Ministri del 29 agosto. Finanziamenti, opere cantierabili e giustizia: #passodopopasso finanziamento opere cantierabili, nuovo cod appalti, sblocco Tap in Puglia, idrocarburi in Basilicata e Sicilia, eco bonus — Matteo Renzi (@matteorenzi) 29 Agosto 2014 #passodopopasso responsabilità civile, dimezzamento sospensione feriale, dimezzamento arretrato, tribunale imprese e famiglie #millegiorni — Matteo Renzi (@matteorenzi) 29 Agosto 2014 Anche il Presidente della Regione campania commenta su Twitter l'operato del Governo esprimendo apprezzamento per il finanziamento dell'aeroporto di Salerno: Aereoporto #Salerno. Si vince con la collaborazione istituzionale. Governo e Regione: ognuno fa la sua parte. Bene — Stefano Caldoro (@StefanoCaldoro) 29 Agosto 2014 Mentre il Sindaco di Napoli riflette sulla pizza... e non avrà ancora avuto modo di cinguettare sull'impegno del

Facebook non funziona: è il panico tra gli utenti e su Twitter si scatena l’ironia #FacebookDown

Facebook dalle 9,30 di stamane non funziona e su Twitter non manca chi ironizza. L'hashtag #FacebookDown è già diventato l'argomento cool di Twitter Dio ti prego se esisti non fare andare in down anche whatsapp, qualcuno potrebbe avere la folle idea di telefonarmi #facebookdown — Alinola (@alinola) 19 Giugno 2014 La parola più usata questa mattina non è #buongiorno ma #facebookdown — Daniele Brogna (@danielebrogna) 19 Giugno 2014 È proprio durante il #FacebookDown che riscopri chi non ti lascerà mai solo. Ti amo, Prato Fiorito. — Fran Altomare (@FranAltomare) 19 Giugno 2014 #facebookdown ed ora, come faccio senza? (migra su Twitter, Linkedin, Pinterest, Instagram o... vai a prendere un caffè a Piazza di Spagna!) — Claudia Boccini (@ClaudiaShanta) 19 Giugno 2014 "Hey, Facebook è giù, non funziona." "Forte, scrivilo