Fondi Ue alla Regione Campania per anziani non autosufficienti e servizi all’infanzia

Roma - Lo scorso 9 luglio, nella sala stampa del Viminale è stato presentato il Pac (Programma di azione e coesione) un sostegno rivolto alle fasce più deboli come anziani non autosufficienti e servizi per l'infanzia di Campania, Puglia, Calabria, Sicilia. Presenti i governatori delle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia, il Garante dell'Infanzia e Adolescenza Vincenzo Spadafora e numerosi Dirigenti Ministeriali. I fondi dell' Unione Europea, che ammontano a 730 milioni e rientrano nell'obiettivo Europeo di Convergenza, saranno smistati alle varie regioni e così suddivisi: 330 milioni  agli anziani non autosufficienti di età superiore ai 65 anni, 400 milioni destinati ai bambini di età compresa tra zero e tre anni. L'attuazione è stata affidata al Ministero dell'Interno che gestirà il progetto triennale (2013-2015) e su richiesta del Viminale