UICI: progetto didattico “A Scuola imparo a guardare il mio amico”

L’U.I.C.I. e le scuole si incontrano per dialogare sul mondo della disabilità visiva alla scoperta dei propri sensi L’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, sede di Sant’Anastasia (NA), nella persona di Giuseppe Fornaro, propone alle scuole e ai Comuni della Provincia di Napoli un SERVIZIO DIDATTICO finalizzato a far conoscere agli alunni di età compresa fra 5 e 13 anni, l’handicap visivo, in tutti i suoi aspetti, attraverso l’esperienza diretta. Il servizio è rivolto ad un gruppo di circa 20  alunni, appartenenti alla  stessa  fascia  d’età, che saranno coinvolti in una serie di attività che facciano comprendere i limiti e allo stesso tempo tutte le potenzialità delle persone con disabilità. Ogni intervento è studiato a seconda della fascia d’età a cui è rivolto, ed è

L’arte tra le dita: il Cristo si svela ai non vedenti.

Si è svolta Martedì 19 Febbraio l’annunciata giornata di apertura per i non vedenti della Cappella San Severo. Un evento voluto con forza dal direttore Fabrizio Masucci, insieme alla UIC Unione Ciechi di Napoli e l’UNIVOC, i volontari pro ciechi. La visita, a cui bisognava prenotarsi, prevedeva una descrizione della Cappella e dell'originale figura del Principe di San Severo, seguita dal percorso tattile con l’esplorazione del bassorilievo della Pudicizia e del Disinganno, per giungere alla parte più emozionante, toccare, con l’aiuto di guide non vedenti, il Cristo Velato, il capolavoro di Giuseppe Sammartino. Al termine della esperienza tattile, un attore, nei panni dello scultore, recitava un monologo, in cui i tormenti dell’artista erano rappresentati con rara efficacia. Una brochure in braille ed un CD con le descrizioni

Dal 19 al 20 ottobre ArteinMovimento con “appARTissima”.

Al via il 19 ottobre la manifestazione cittadina “appARTissima”. La città sarà aperta a coloro cha hanno qualcosa da dire termini di arte e comunicazione – pittori, scultori, fotografi, performer, stilisti, scrittori, poeti, registi e designer – di esporre e mettersi in gioco liberamente nella manifestazione, usufruendo di un’occasione che raramente viene offerta. Dal 19 al 20 ottobre organizzata dall’associazione ArteinMovimento in accordo con l’associazione torinese Ylda e vedrà coinvolte varie istituzioni locali, associazioni artistiche e culturali, studenti e insegnanti, commercianti, artigiani e liberi professionisti perché collaborino alla realizzazione dell’evento e acconsentano a lasciar utilizzare come spazi espositivi non solo le piazze, le vie e i cortili, ma anche musei, locali pubblici, chiese, scuole, locali commerciali e botteghe artigiane. Particolarmente interessante è il programma