Regionali Campania 2020, de Magistris pensa a un’alleanza con i Cinque Stelle

Il sindaco di Napoli: “A settembre farò una riflessione importante”. Ma Ciarambino frena: “Alleanza con de Magistris? Stesse possibilità di allearci con De Luca” “Con i Cinque Stelle ci sono stati tanti incontri e risultati concreti. Ci troviamo in una fase in cui il dialogo politico ed i ragionamenti si fanno più fitti. Si stanno avvicinando delle scadenze importanti, come l’elezione del presidente della Regione Campania. A settembre farò una riflessione importante, perché credo ci siano le condizioni per creare qualcosa di molto interessante dal punto di vista politico”. Lo ha affermato ai microfoni di Radio Crc il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, parlando delle Elezioni regionali del 2020 in Campania. Un'ipotesi ritenuta molto improbabile da Valeria Ciarambino, capogruppo regionale in

Il premier Conte a Napoli: da Nisida a Forcella passando per il teatro San Carlo

Accolto a Forcella dal parroco anticamorra Luigi Merola e dal consigliere regionale M5S Valeria Ciarambino Napoli, 23 novembre - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è giunto a Napoli nel pomeriggio facendo innanzitutto tappa al carcere minorile di Nisida, poi ha incontrato a Palazzo Reale i giornalisti sotto scorta per le minacce della camorra, Sandro Ruotolo, Salvatore Minieri e Nello Trocchia. "Incontro i giornalisti perché sono delle persone che con le loro inchieste rischiano la vita tutti i giorni - commenta il premier -, credo che sia giusto che abbiano il sostegno delle istituzioni. Li incontro per avere con loro una conversazione. La massima autorità di governo vuole testimoniare la vicinanza del governo alle loro vite professionali e tutto il sostegno

Ciarambino (M5S) contro De Luca: “È politicamente morto, prima evita i giornalisti e poi li accusa di squadrismo”

La consigliera regionale del Movimento 5 Stelle: “I continui segnali di insofferenza del governatore scandiscono oggi la fine della parabola del potere autarchico del governatore” Napoli, 27 marzo – “Un satrapo. Isaia Sales non poteva trovare definizione migliore per Vincenzo De Luca, del quale finalmente è emersa la vera figura. Ovvero quella di un ducetto vendicativo e arrogante, che non ammette critiche alla sua incapacità amministrativa. Un uomo politicamente morto, che prima evita le domande dei giornalisti e poi li accusa di squadrismo e camorrismo, riconoscendo come unici canali di comunicazione quelli che non prevedono contraddittorio”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, riferendosi alla polemica del governatore della Campania Vincenzo De Luca per la puntata del

Direzione Pd, de Magistris replica a De Luca: “È in preda a un delirio di onnipotenza e disprezza Napoli”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, replica a distanza alle parole pronunciate dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante la direzione regionale del Pd di martedì sera Napoli, 22 marzo – “Ormai De Luca vive in un delirio di onnipotenza. È violento. Non è democratico o dialogante, resto allibito perché chi fa politica e ha una sconfitta di questo tipo dovrebbe ritrovare il senso delle istituzioni. Io vorrei un rapporto ma non riesco ad averlo, non solo non ti incontra, non ti risponde neanche”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante la trasmissione Lente d’ingrandimento di Televomero, replicando alle parole pronunciate dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante la direzione regionale del Partito Democratico di

Rimborsopoli: Di Maio incontra “Le Iene” per parlare dello scandalo restituzioni

Il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha mostrato alle telecamere del programma “Le Iene” i bonifici da lui effettuati al fondo per il Microcredito. In Regione Campania, Ciarambino e Saiello, ricordano di aver accantonato 482mila euro dei propri stipendi, mentre De Luca non si sarebbe tagliato “un solo euro” Napoli, 13 febbraio – Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 Stelle, ha incontrato quest'oggi l'inviato Filippo Roma della trasmissione “Le Iene”. Da un'inchiesta del programma di Italia1 è nato lo scandalo restituzioni, che ha fatto venire a galla il mancato taglio degli stipendi di alcuni parlamentari M5s. Di Maio ha mostrato alle telecamere di “Le Iene” tutti i bonifici da lui effettuati al fondo per il

L’esuberanza di De Luca che mostra il dito medio a Ciarambino. Lei: “Si commenta da solo”

Il gestaccio durante il Consiglio regionale del 22 dicembre Napoli, 28 dicembre – Un brutto gesto, uno scivolone istituzionale. L'ultimo in ordine di tempo rispetto ai quali ha abituato Vincenzo De Luca. Il presidente della Regione Campania, durante il Consiglio regionale del 22 dicembre, prendendo la parola dopo la consigliera del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino, che aveva mosso delle critiche alla manovra di bilancio, e facendo riferimento all'albero di Natale fatto installare a piazza Venezia dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, ha mostrato il dito medio alla consigliera d'opposizione. “Dopo aver discusso le nostre proposte alla legge di Bilancio 2018 De Luca trova solo un modo per risponderci, in totale coerenza con la sua consueta classe ed eleganza. Ma non sprecheremo

Arresto del manager Ciro Verdoliva, Ciarambino (M5s): “De Luca si assuma le responsabilità di quanto accaduto”

“De Luca dichiarò che si sarebbe assunto la responsabilità piena di tutte le nomine”, ricorda Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle del Consiglio regionale della Campania, commentando l'arresto del direttore generale dell'ospedale Cardarelli Ciro Verdoliva Napoli, 8 novembre – L'arresto del direttore generale dell'ospedale Cardarelli di Napoli Ciro Verdoliva (vai all'articolo), è “l'ennesimo schiaffo alla sanità campana”. A dirlo Valeria Ciarambino, capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle e presidente della commissione Trasparenza. “Alla luce delle vicende odierne, come presidente della commissione Trasparenza – aggiunge – voglio denunciare il gravissimo atteggiamento ostruzionistico della maggioranza di De Luca, che ha ostacolato il lavoro della Commissione impedendoci di fare luce sugli appalti per i servizi di pulizie del Cardarelli. Oggi sappiamo perché”. “A marzo

Terra dei Fuochi, Ciarambino (M5s): “Abbiamo votato contro la nostra mozione perché trasformata in atto inutile”

Secondo la capogruppo del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, la lotta ai roghi della Terra dei Fuochi non è prioritaria per il Consiglio regionale Napoli, 27 settembre – “Con una questione urgente presentata a luglio, ma discussa solo nell'ultimo Consiglio, abbiamo denunciato che il Piano di azioni per la Terra dei Fuochi, adottato dalla Giunta ad ottobre 2016 dopo una nostra mozione e corredato di un preciso cronoprogramma, ad oggi non è ancora operativo”. Lo ha detto Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale della Campania. “Abbiamo chiesto a tutti i consiglieri regionali di assumersi la responsabilità di affrontare in ciascuna commissione, per gli aspetti di competenza, le problematiche connesse ai roghi tossici e alla mancata operatività delle azioni

Salerno, l’auto di De Luca contromano. Ciarambino (M5s): “È un pericolo pubblico”

La giovane è ricoverata in ospedale con lievi ferite. Valeria Ciarambino (M5s) attacca il governatore: “È un pericolo pubblico”. La storia del tratto contromano era già stata denunciata in un servizio di Le Iene, ai tempi della campagna elettorale di De Luca per le regionali Salerno, 16 settembre – Poco dopo le 3 del pomeriggio di ieri, l'auto di servizio su cui viaggiava il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha imboccato una via contromano investendo una ragazza che percorreva il tratto in scooter. La ragazza è ricoverata in ospedale con lievi ferite e De Luca ha raggiunto telefonicamente i genitori della giovane per accertarsi che questa stesse bene. L'incidente è avvenuto nei pressi dell'abitazione di De Luca, tra via

Sanità campana, De Luca aumenta gli stipendi dei manager. Le opposizioni gridano allo scandalo

I dirigenti apicali di Asl e aziende ospedaliere prenderanno tra i 10mila e i 15mila euro (lordi) in più in busta paga Napoli, 17 agosto – Secondo quanto stabilito dalla Giunta regionale, con la delibera 520 del primo agosto, i dirigenti apicali di Asl e aziende ospedaliere prenderanno tra i 10mila e i 15mila euro (lordi) in più in busta paga. Il motivo? È scritto nella stessa delibera: “La sanità campana, per le rilevanti sfide future e gli impegnativi processi riorganizzativi in corso, deve poter contare su una classe dirigenziale qualificata, motivata e adeguatamente remunerata”. E ancora: “Allo stato attuale risulta che in Regione Campania i direttori generali delle aziende sanitarie ricevono un compenso annuo inferiore a quello delle apicalità mediche

De Luca attacca il M5s: “Squadrismo in Consiglio regionale”. Ciarambino: “L’unico squadrista è lui”

Il governatore della Campania, dai microfoni di Lira TV, ha criticato duramente i consiglieri regionali M5s per quanto successo durante il Consiglio regionale di lunedì 24 luglio Napoli, 28 luglio – “Si chiama squadrismo quello dei Cinque Stelle, durante il Consiglio regionale di lunedì scorso”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, parlando della protesta inscenata dai Consiglieri regionali 5 Stelle in Consiglio regionale lo scorso lunedì. “Gente che impediva ai colleghi di parlare. Sono andati verso i banchi della Presidenza e della Giunta, hanno gettato cose, siamo a livelli di indecenza”, ha aggiunto. Sul taglio degli stipendi dei consiglieri regionali, De Luca ha detto: “A gennaio scorso abbiamo approvato una legge bellissima, composta da un solo articolo.

Incendi sul Vesuvio, mozione di sfiducia e denuncia contro De Luca del M5s

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, per gli incendi che hanno mandato in fumo oltre 1600 ettari del Parco nazionale del Vesuvio, puntano il dito contro De Luca: “Non ha fatto prevenzione” Napoli, 25 luglio – I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle presenteranno una mozione di sfiducia e una denuncia contro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, per accertare le responsabilità istituzionali di quest'ultimo rispetto agli incendi che hanno devastato 1600 ettari del Parco nazionale del Vesuvio. “Per colpa di questo presidente abbiamo perso il 70% del Parco e respirato veleni. Non ha fatto prevenzione, anche se dice il contrario, ed è una balla colossale”, ha dichiarato la capogruppo 5 Stelle, Valeria Ciarambino attraverso le pagine de

Terra dei Fuochi, continua il presidio dei consiglieri regionali Cinque Stelle, che ricevono la visita di Di Maio

Il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, ieri sera è andato a trovare i consiglieri regionali pentastellati, in presidio all'esterno della sede del Consiglio regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli Napoli, 23 luglio – “Facciamo un grande tavolo con tutti coloro che si stanno occupando di Terra dei Fuochi. Se lo facciamo noi ci dicono: chi vi credete di essere, sono cose che deve fare il Governo centrale o della Regione. Non lo fanno loro e ci dicono che 'siamo qualunquisti'. Allora mettiamoci d'accordo, c'è tutta la volontà di lavorare insieme per l'emergenza Terra dei Fuochi, però ci dovete dire cosa volete fare”. Lo ha affermato il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, durante la visita di ieri sera

Terra dei Fuochi, il Movimento 5 Stelle protesta piazzando le tende fuori il palazzo del Consiglio regionale

I consiglieri regionali pentastellati chiedono di orientare la programmazione dei lavori di tutte le commissioni e il Consiglio all'adozione di atti, norme e misure volte alla risoluzione definitiva della problematica degli incendi e dei roghi tossici, con particolare riferimento alla cosiddetta Terra dei fuochi Napoli, 20 luglio – Singolare protesta dei consiglieri del Movimento 5 Stelle, che per richiamare l'attenzione sul problema Terra dei Fuochi, tutt'altro che risolto, hanno piazzato le tende fuori il palazzo del Consiglio regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli. In realtà la protesta ha anche un altro scopo: quello di ottenere la modifica del calendario dei lavori, in modo da riuscire a concentrare tutti gli sforzi per approvare misure volte al contrasto dei roghi tossici,