Giovani e lavoro, De Luca rilancia la sua proposta di assumere 200mila giovani nella Pubblica amministrazione

Il presidente della Campania ai vescovi delle Regioni del Sud: “Veniamo da dieci anni di blocco del turnover. Nessuna demagogia, facciamo i conti con i bilanci ma facciamo anche i conti con le necessità oggettive” Napoli, 9 febbraio – Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, torna a rilanciare la sua audace proposta di assunzione, da parte dello Stato, di 200mila giovani nella Pubblica amministrazione. Lo fa parlando ai vescovi delle Regioni del Sud, riuniti a Napoli per il convegno su Chiesa e lavoro (vai all'articolo), a qualche mese dall'Assemblea Nazionale sul Mezzogiorno (vai all'articolo), quando con la sua proposta raccolse lo scetticismo di diversi esponenti del governo Renzi. Un'affermazione, quella di De Luca, che è destinata a non essere presa

Giovani e lavoro, Mattarella ai vescovi: “ridurre le distanze tra Nord e Sud”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud scrive che “non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese, se dovesse aumentare ulteriormente il divario a discapito del Mezzogiorno” Napoli, 8 febbraio – “Ridurre le distanze tra Nord e Sud, far crescere le occasioni di impiego per le nuove generazioni, costituisce una necessità vitale per la nostra Italia”. È quanto scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud, riuniti alla Stazione Marittima di Napoli per una due giorni di dibattiti nella quale discutere e individuare proposte contro la disoccupazione giovanile nel Mezzogiorno. “Non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese,

Bergoglio apre ai divorziati risposati: possibile la comunione

Per Bergoglio non c'è un via libera ai divorziati, ma dal momento che le situazioni sono diverse, non viene esclusa la possibilità di accesso ai sacramenti per chi non sia in "colpa grave" Roma, 8 aprile - Le tre parole chiave dell'esortazione apostolica firmata il 19 marzo e pubblicata ieri "Amoris Laetitia", sono "accompagnare", "discernere" e "integrare" chi vive in situazioni di irregolarità. Con queste parole, Papa Francesco tira le somme sui due Sinodi dei vescovi, riunitisi nell'ottobre 2014 e 2015, dedicati alla famiglia e alle nuove sfide. Il Papa scrive a riguardo delle situazioni irregolari - "La Chiesa possiede una solida riflessione circa i condizionamenti e le circostanze attenuanti. Per questo non è più possibile dire che tutti coloro che si

Papa Francesco rivoluziona il Codice di Diritto Canonico: dopo 3 secoli nullità nozze più facile e gratuita

D'oggi in poi l'annullamento delle nozze sarà più breve e gratuito. La nuova legge di Papa Francesco "nobilita" i vescovi e va incontro ai credenti divorziati Il processo di annullamento delle nozze sarà breve e gratuito. A stabilirlo Papa Francesco nelle sue due lettere "motu proprio" (una per il rito latino, l'altra per quello orientale), che dopo ben 3 secoli, cioè dalla riforma di Benedetto XIV, ha rivoluzionato i processi di nullità nozze finora stabiliti dal Codice di Diritto Canonico. D'oggi in poi, infatti, questi prevederanno una sola seduta anziché due e saranno completamente gratuiti, "salvo la giusta e dignitosa retribuzione degli operai dei tribunali", come afferma il Pontefice. Le nuove regole del Papa prevedono che "il giudice di prima istanza per

Il Vaticano apre le porte ai migranti. L’appello di Papa Francesco: “Ogni parrocchia ospiti una famiglia di profughi”

Le due parrocchie de parrocchie del Vaticano ospiteranno due famiglie di immigrati. A tre mesi dal Giubileo della misericordia, Papa Francesco guida la chiesa verso gesti di solidarietà concreti in nome del Vangelo Papa Francesco da piazza San Pietro invoca l’aiuto di tutta la comunità cattolica per gli immigrati, lanciando l’appello affinché ogni parrocchia, ogni monastero, ogni santuario d’Europa accolga almeno una famiglia di profughi. Sarà la stessa Santa Sede a dare il buon esempio aprendo le porte a chi giunge nel nostro Paese in fuga dalla guerra in cerca di una nuova casa dove poter ricostruire il proprio futuro. – “Anche le due parrocchie del Vaticano accoglieranno in questi giorni due famiglie di profughi”. – “Ogni parrocchia, ogni comunità religiosa, ogni