Torre del Greco, la maggioranza che sostiene Borriello perde pezzi

Si dimettono il vicesindaco Romina Stilo e quattro assessori. 9 (su 24) i consiglieri dimissionari Napoli, 9 agosto – A Torre del Greco perde pezzi la maggioranza che sostiene il sindaco dimissionario Ciro Borriello, arrestato due giorni fa con l’accusa di fondi neri, corruzione e appalti pilotati. Contro il primo cittadino di Torre del Greco ci sono intercettazioni che dimostrerebbero come questi si sarebbe adoperato per favorire la ditta di raccolta rifiuti Fratelli Balsamo S.r.l (vai all’articolo). Nella giornata di oggi si sono dimessi il vicesindaco Romina Stilo e quattro assessori: Anita Di Donna, Angela Laguda, Luigi Mele e Gerardo Mazzeo. Si sono dimessi anche i consiglieri comunali Annalaura Guarino, eletta con la lista civica Borriello sindaco e poi passata all’opposizione

Ischia: dopo la scarcerazione del sindaco Ferrandino, vice si dimette

La decisione a neanche 48 ore di distanza dalla scarcerazione di Ferrandino Carmine Barile, vicesindaco di Ischia ha deciso di rassegnare le sue dimissioni. Lo ha fatto a meno di 48 ore di distanza dalla scarcerazione del primo cittadino Giosi Ferrandino, tra i coinvolti nell'inchiesta sulla Cpl Concordia. Il vicesindaco, che ha guidato il Comune nei 4 mesi di detenzione del Sindaco, rivolgendosi a quest'ultimo con una lettera di dimissioni irrevocabili ha imputato la sua scelta con “l'impossibilità di conciliare l'attività professionale e gli impegni familiari con le responsabilità sempre più gravose connesse al ruolo di amministratore che ho fin qui gestito con passione ed abnegazione”. “Ho atteso, con spirito di sacrificio – continua Barile nella lettera –, che si superassero le impreviste

E’ Raffaele Del Giudice il nuovo vicesindaco scelto da de Magistris: “uomo perbene”

Da direttore di Asia a vicesindaco passando per l'assessorato all'Ambiente Napoli, 22 giugno - Deciso il nuovo vicesindaco della Città di Napoli. Il Sindaco de Magistris ha scelto Raffaele Del Giudice, che solo pochi giorni fa era stato nominato Assessore all'Ambiente. "Benvenuto Raffaele", così sui social scrive il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, annunciando la nuova nomina. Del Giudice succede a Tommaso Sodano, dimessosi circa una settimana fa. Completata quindi la Giunta comunale che in questi giorni aveva subito delle defezioni, viste anche le dimissioni di Moxedano, diventato Consigliere Regionale in quota IDV, sostituito da Caterina Pace. Il nuovo vicesindaco andrà a ricoprire un ruolo determinante, nell'ottica soprattuto della spada di Damocle della Legge Severino, che potrebbe costringere de Magistris ad

A Palazzo San Giacomo la conferenza stampa di presentazione dei neo assessori Pace e Del Giudice, la nomina del vicesindaco arriverà entro venerdì

Prestazione ufficiale a Palazzo San Giacomo di Caterina Pace e Raffaele Del Giudice rispettivamente neo assessori al Personale e all'Ambiente che entrano a far parte della giunta comunale. Per quanto riguarda la nomina del nuovo vicesindaco de Magistris ha già scelto, il nome è all'interno della Giunta ma l'annuncio arriverà solo nelle prossime ore Napoli, 18 giugno - Questa mattina, nella sala giunta di Palazzo San Giacomo, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha presentato ai giornalisti e ad un cospicuo numero di dipendenti, dirigenti e funzionari comunali, presenti alla conferenza stampa, i due nuovi assessori che entreranno a far parte della sua squadra: Caterina Pace e Raffaele Del Giudice. Caterina Pace avrà la delega di Franco Moxedano, assessore al personale

Comune di Napoli, con l’addio di Sodano la giunta de Magistris non esiste più. Daniele probabile vicesindaco

Il vicesindaco ha motivato la sua decisione, con una questione di “dignità”. Nel frattempo però, in Consiglio comunale la maggioranza è appesa a un filo Cosa rimane della giunta de Magistris di quattro anni fa? Poco o niente. Con le dimissioni da vicesindaco di Tommaso Sodano, non se ne va solo il braccio destro del primo cittadino partenopeo ma anche l'ultimo elemento più rilevante della sua originaria giunta. “Ho trovato politicamente inopportuna la costituzione di parte civile nel processo in cui sono imputato”, questa la spiegazione ufficiale data da Sodano. Il riferimento è a un rinvio in giudizio dello scorso gennaio, con cui quest'ultimo è accusato di falso e abuso d'uffico nell'ambito di una consulenza. Ma la costituzione del Comune di Napoli come

Clima di veleni al Comune di Napoli, il vicesindaco Sodano si dimette

Alla base della decisione la scelta del Comune di costituirsi parte civile nel processo che lo vede imputato per truffa e abuso d'ufficio iper un progetto dello stesso Comune, in materia ambientale Napoli, 16 giugno - Tommaso Sodano si è dimesso dall'incarico di vice sindaco del Comune di Napoli e lascia la giunta de Magistris. Lo ha comunicato lo stesso Sodano in un incontro con la stampa. "Non avrei pensato di terminare il mio incarico prima della fine della consiliatura - ha detto Sodano - ma lo faccio per una scelta personale e ringrazio il sindaco de Magistris per l'esperienza". "Per lavorare c'è bisogno di un climna di lealtà, tranquillità e di solidarietà", ha aggiunto Sodano parlando invece di un clima di

Incidente mortale a Castellabate, il vicesindaco investe un anziano e non si ferma

87enne di Castellabate investito da due auto, una era del vicesindaco Napoli, 19 novembre - Intorno alle 18 di ieri, Giuseppe Spinelli, un anziano signore di 87 anni, è stato investito da due auto tra Santa Maria e San Marco di Castellabate. La dinamica dell'incidente è stata ripresa dalle videocamere di sorveglianza. L'uomo è stato prima scaraventato a terra da un'Audi e successivamente travolto da un'Alfa Romeo che viaggiava nella corsia opposta. La morte è avvenuta sul colpo. Nell'impatto il cranio è stato fracassato, i soccorsi dell' Humanitas sono stati vani avendo potuto costatarne solamente il decesso. La seconda auto che ha investito Giuseppe è del vicesindaco di Castellabate, Luisa Maiuri, che non si è fermata a prestare soccorso. La donna è stata rintracciata dalla polizia