Bambino di 5 anni picchiato dai familiari nel Casertano

Arrestiati madre e zio. Anche nonno era complice Un bambino di 5 anni veniva picchiato dai familiari con bastoni e manici di scopa, umiliato continuamente, senza essere mai chiamato per nome in un piccolo centro del casertano. La vicenda si è conclusa con l'arresto della madre di 30 anni e dello zio di 34 anni, eseguito dai Carabinieri. Il nonno, un 53enne, che conviveva con i figli ed il nipote, è stato raggiunto da ordine di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento alla vittima. I provvedimenti sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Napoli Nord. Sono state due insegnanti della scuola dell'infanzia frequentata dal piccolo ad accorgersi dei lividi sul suo corpo. È così partita una segnalazione ai Carabinieri.

Dottoressa picchiata al pronto soccorso del San Giovanni Boschi

L'aggressione da parte di alcune donne. A causa della violenza il medico avrà una convalescenza di almeno 30 giorni Napoli, 22 agosto - Un chirurgo è stato picchiato la scorsa notte a Napoli mentre stava svolgendo la consulenza in pronto soccorso all'ospedale San Giovanni Bosco. La vittima, una donna, a causa della violenza subita avrà una convalescenza di almeno 30 giorni per un trauma facciale. Ad aggredirla sarebbero state alcune donne che si erano introdotte nel pronto soccorso aggirando i divieti. "L'aggressione di questa notte è un gesto vile e indegno. Ho sentito la dottoressa e le ho personalmente garantito che l'azienda è e sarà al suo fianco anche in tribunale. Niente può giustificare quanto accaduto, un fatto che al di là

Caserta, picchia la moglie durante cure oncologiche

Nel mirino dell'uomo anche un figlio minore Un uomo di 38 anni è stato arrestato dalla Squadra mobile di Caserta per i reati di maltrattamenti in famiglia, stalking e lesioni, continuati ed aggravati. Il 38enne è accusato, nell'ambito dell'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, di aver picchiato la moglie per oltre dieci anni, in particolare dall'inizio del matrimonio, e di averlo fatto anche quando quest'ultima era ricoverata perché malata di tumore. In una circostanza avrebbe staccato i drenaggi cui la donna era attaccata per le terapie oncologiche. Le violenze, che hanno coinvolto anche uno dei figli minori della coppia, sono aumentate quando la donna ha deciso di separarsi trovando il coraggio di denunciare il marito violento. Sono

Carabiniere ucciso a Roma, de Magistris: “Salvini rendere il Paese più insicuro”

Il sindaco torna ad attaccare il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. Per de Magistris “nel nostro Paese sta crescendo progressivamente un preoccupante clima di odio e di violenza: nelle strade, nelle case, nei luoghi di lavoro, sui social” “In questi giorni tutti sono rimasti turbati dall'atroce assassinio, avvenuto in Roma, del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, del quale oggi si celebrano i funerali in Somma Vesuviana. Ai familiari ed all'Arma dei Carabinieri le condoglianze più profonde. Ancora una vittima di una violenza brutale, esagerata, per certi versi inspiegabile. Nel nostro Paese sta crescendo progressivamente un preoccupante clima di odio e di violenza: nelle strade, nelle case, nei luoghi di lavoro, sui social”. Così il sindaco di Napoli Luigi

Prof suicida a Napoli, “quanto possono far male le parole?”

L'uomo era agli arresti domiciliari in un comune del Napoletano Napoli, 16 giugno - Si è ucciso sparandosi un colpo di pistola il docente di matematica di un noto liceo classico di Napoli arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di aver abusato due studentesse all'epoca dei fatti quindicenni. L'uomo, 53 anni, era ai domiciliari nella sua residenza di Quarto, un comune dell'hinterland partenopeo.  Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l'umo si sarebbe tolto la vita dopo le 14 di ieri con un colpo d'arma da puntata al petto. La notizia a fatto il giro dei social rapidamente creando sgomento tra gli alunni del professore. L'uomo non ce l'avrebbe fatta a sopportare il peso delle accuse, l'allontanamento dalla sua scuola, il liceo Gianbattista Vico

Alunni maltrattati, accusati quattro insegnanti

Gli episodi di violenza in un istituto di Solofra Avellino, 5 giugno - Quattro insegnanti di età compresa tra i 46 ed i 66 anni e residenti nelle province di Avellino e Salerno sono stati accusati di ripetuti maltrattamenti nei confronti di minori. Per uno di loro, l'accusa è anche di violenza sessuale. I Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sono impegnati ad eseguire nei loro confronti misure coercitive emesse dal gip del Tribunale di Avellino su richiesta della locale Procura della Repubblica. I reati, secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbero stati commessi nei confronti dei loro alunni di un istituto di Solofra.

Insediamento del nuovo Questore di Napoli: intercettare il disagio

Giuliano: "sono convinto che la stragrande maggioranza di questa città sia composta da persone perbene" Napoli - "C'è in programma di tenere conto delle istanze delle persone, di intercettare il disagio. Il fatto che a volte ci sia una forbice tra numero di reati e la sicurezza percepita è una cosa di cui ci dobbiamo farci carico, non possiamo solo rispondere che i reati sono diminuiti". Lo ha detto il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, nell'incontro con la stampa nel giorno del suo insediamento. A chi gli chiede se crede di trovare una città disposta ad una svolta, il neo questore risponde: "Sono convinto di sì". "Dire che Napoli è una città meravigliosa, come ho detto, non serve a nascondere i problemi

“Forza Noemi”, sit in sul luogo della sparatoria

Un solo striscione: "Disarmiamo Napoli", manifestazione contro ogni violenza promossa dall'associazione 'Un popolo in cammino' Napoli, 5 maggio - Circa trecento persone si sono ritrovate stamane in piazza Nazionale, a Napoli, dove venerdì scorso si è verificata la sparatoria in cui sono rimasti gravemente feriti un pregiudicato, bersaglio dell'agguato, e la piccola Noemi di quattro anni, colpita per errore da un proiettile che le ha trapassato i polmoni. Un sit-in silenzioso, promosso dall'associazione 'Un popolo in cammino', con numerose adesioni e un solo striscione: "Disarmiamo Napoli", contro ogni violenza. Tra i partecipanti una bambina di pochi anni, che reggeva un cartello scritto a mano con due sole parole di incoraggiamento per la sua coetanea in lotta per la vita: "Forza Noemi". Intanto restano

Bullismo: in Campania istituito il fondo per le vittime

Lo ha detto Carmine De Pascale, consigliere regionale della Campania, promotore della legge regionale sul cyberbullismo, che ha partecipato alla quinta tappa di @scuolasenzabulli 2019 promossa dal Corecom Campania presso l’Istituto “Gigante – Neghelli” di Napoli Napoli – “Il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo è in continua crescita. E’ necessario far conoscere le conseguenze che questi atti possono comportare sullo sviluppo cognitivo dei ragazzi. Con l’approvazione della legge regionale, di cui sono stato relatore, la Regione Campania per prima ha compiuto un atto concreto. Abbiamo istituito un fondo a favore delle vittime, un comitato regionale di osservazione e la realizzazione di una serie corsi di formazione”.  Lo ha detto Carmine De Pascale, consigliere regionale della Campania, intervenendo alla quinta tappa di @scuolasenzabulli 2019,

Violenza in Circumvesuviana, liberato un altro indagato

La scorsa settimana è stato scarcerato un altro 19enne dal Tribunale del Riesame Napoli - Il Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto la scarcerazione di un altro dei presunti aggressori della 24enne di Portici che sarebbe stata violentata nel vano dell'ascensore della stazione Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano. Si tratta di Antonio Cozzolino, 19 anni, difeso dall'avvocato Antonio De Santis. Venerdì scorso un'altra sezione del Riesame aveva scarcerato il 18enne Alessandro Sbrescia, difeso dall'avvocato Edoardo Izzo. Secondo una recente visita, erano emersi segni di violenza sulla donna.

App “NoBullismo!”, la presentazione al PAN

Applicazione gratuita, scaricabile su tutti i cellulari, che fornisce una serie di collegamenti rapidi ai numeri di emergenza Martedì 4 dicembre alle ore 16,30 nella sala De Stefano del PAN, Palazzo delle Arti di Napoli, su iniziativa di Francesco de Giovanni di Santa Severina, presidente della Prima Municipalità del Comune di Napoli e Francesca Galgano, presidente della Consulta Pari Opportunità della Prima Municipalità, si presenta alla città la nuova app “NoBullismo!” realizzata dall’Inner Wheel Italia. Si tratta di un’applicazione gratuita, scaricabile su tutti i cellulari, che fornisce una serie di collegamenti rapidi ai numeri di emergenza, link con il sito che il Miur (Ministero Università e Ricerca) ha dedicato al problema,  principali associazioni che in Italia si occupano di bullismo e cyberbullismo, nonché tutte le norme giuridiche

“L’amore non ha lividi”, la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Dalla manifestazione di Roma "Non una in meno" a "Scampia Run for Woman" In occasione della giornata nazionale contro la violenza sulle donne, ieri, migliaia di persone hanno sfilato per il centro di Roma per la terza edizione della manifestazione 'Non una di meno'. "Siamo 150mila", gridavano dal carro dell'organizzazione: a sfilare, in maggior parte donne giovani e di mezza età. Un corteo colorato di fucsia, tra palloncini e fazzoletti, arrabbiato negli slogan contro la violenza degli uomini sulle donne, che ha chiamato ad una 'agitazione permanente' contro quello che viene definito "l'attacco in corso alla legge 194" che disciplina l'aborto e contro il ddl Pillon, in discussione in Parlamento sulla riforma del diritto di famiglia in caso di separazioni. E poi

Proteggere i bambini dalla violenza assistita: la presentazione del libro a Napoli

La presentazione dei volumi "Proteggere i bambini dalla violenza assistita" rientra nel calendario eventi letterari organizzato dall'Ordine degli Psicologi della Campania e denominato "Letture in Ordine" Giovedì 15 novembre alle ore 18:30, presso la sede dell'Ordine degli Psicologi della Campania in Piazzetta Matilde Serao 7 a Napoli, si terrà la presentazione dei volumi 1 e 2 di "Proteggere i bambini dalla violenza assistita", di Gloria Soavi, Psicologa Psicoterapeuta Presidente CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi  contro  il Maltrattamento e l'Abuso all'infanzia) ed Elena Buccoliero, Sociologa e Giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna. Edito da FrancoAngeli, il testo approfondisce le diverse fasi della protezione dei minori grazie al contributo di assistenti sociali, psicologi, magistrati e avvocati che hanno maturato una ricca esperienza in questo settore e che esprimono

Pedofilia in rete, ricattate 26 ragazze

21enne ricattava le sue vittime dopo aver ricevuto filmati e foto hard Napoli, 13 settembre - Si faceva mandare foto intime di minorenni con le quali aveva avviato una relazione via chat. Poi le ricattava: avrebbe diffuso quanto in suo possesso se non gli avessero consegnato altre immagini o filmati. In qualche caso con la minaccia di inviare filmati riconducibili al terrorismo islamico per suscitare timore nelle minorenni. Un 21enne, residente a Prignano sulla Secchia (Modena) è stato arrestato dai Carabinieri di Ischia in collaborazione con quelli di Sassuolo. Decisiva la denuncia del padre di una vittima. Sono 26 i casi di pedofilia in rete accertati dai Carabinieri nell'indagine. L'uomo è indagato per i reati di produzione di materiale pedopornografico e divulgazione di