Ucciso a Scampia alla guida della sua auto

La vittima era già nota alle forze dell'ordine Napoli, 7 settembre - Un uomo è stato ucciso a Napoli mentre era alla guida della sua auto. L'agguato si è verificato lungo la strada provinciale 500 dell'Asse perimetrale di Melito-Scampia, all'altezza dello svincolo per Scampia. Ad essere raggiunto da diversi colpi di arma da fuoco è stato Gennaro Sorrentino, 50enne di Scampia, già noto alle forze dell'ordine È deceduto in pochi istanti e l'utilitaria è finita contro il guardrail. Sul posto i carabinieri della compagnia di Marano.

Commerciante ucciso dal crollo di un cornicione in via Duomo, oggi i lavori di messa in sicurezza

La messa in sicurezza è stata autorizzata dalla Procura che ha sequestrato la facciata dei due stabili interessati dal crollo Napoli, 10 giugno - Dopo la tragedia di sabato scorso, che ha visto vittima il titolare di un negozio di Via Duomo, a Napoli, morto dopo essere stato colpito da un pezzo di cornicione staccatosi dal quinto piano di un edificio, oggi cominciano i lavori di messa in sicurezza. La messa in sicurezza è stata autorizzata dalla Procura che ha sequestrato la facciata dei due stabili interessati dal crollo. I lavori riguardano il cornicione dell'edificio al civico 228 ed uno spicchio della facciata dello stabile adiacente. Subito dopo, in giornata, le 30 famiglie sgomberate potrebbero fare ritorno nelle loro case. Intanto circa 50

Da piazza Miracoli il corteo antiviolenza per Arturo, il ragazzo accoltellato alla gola

Il quartiere si mobilita accogliendo l'appello della mamma. Appuntamento domani venerdì 22 dicembre alle ore 10,30 a piazza Miracoli, davanti al Liceo Cuoco-Campanella Lunedì 18 dicembre poco dopo le cinque, il 17enne napoletano Arturo è stato accoltellato, sotto gli occhi dei passanti, da una baby gang di quattro ragazzi tra piazza Cavour e via Foria. Più di una coltellata, al fianco alle spalle e alla gola lanciano un inquietante messaggio: volevano uccidere la loro vittima casuale. Motivi, nessuno. Probabilmente un'aggressione per dimostrare fino a che punto potessero essere violenti, in un quartiere, Sanità profondamente a rischio per microcriminalità e criminalità organizzata. I quattro aggressori sono stati fermati grazie alla testimonianza di un passante, uno ha 12 anni, due di loro 13 ed

Omicidio ai Quartieri Spagnoli: ripreso in video il killer fermato dai Carabinieri

Vittima uccisa davanti alla moglie incinta tra turisti e passanti Napoli, 30 novembre - Un giovane di 23 anni, Francesco Valentinelli, ritenuto l'assassino di Gennaro Verrano, 38 anni, ucciso con 5 colpi di pistola lo scorso 17 novembre nei Quartieri Spagnoli di Napoli, tra turisti e passanti, davanti alla moglie incinta, è stato catturato dai carabinieri. Dopo l'omicidio, giunto al culmine di una serie di liti tra due gruppi familiari, il giovane cambiava continuamente nascondiglio. Inoltre era in procinto di lasciare la Campania. In un video è stata ripresa l'intera sequenza dell'assassinio: dall'attesa della vittima, tra la folla, all'arrivo di Verrano in sella a uno scooter, insieme con la moglie incinta e al cane di famiglia, agli spari in rapida successione che

Bimba di 3 anni morta a Scampia vittima di un gioco tra bambini

Si attende l'autopsia per fare luce sulle cause della morte Napoli, 12 luglio - La piccola Martina, figlia di nomadi serbi residenti nel campo di Scampia, a Napoli sarebbe rimasta vittima di un gioco tra bambini, mentre si festeggiava il compleanno del fratello. Questo secondo le testimonianze raccolte dagli assistenti sociali dell'ospedale San Giovanni Bosco, che si sono recati nel campo nomadi su disposizioni del direttore sanitario, Luigi De Paola. L'auto sarebbe tata usata per giocare da un gruppo di bambini che stavano festeggiando il compleanno di un fratellino di Martina. La piccola serba quando è giunta al pronto soccorso del San Giovani Bosco nel pomeriggio di ieri era morta già da 3-4 ore e presentava, ad un primo esame esterno sintomi di asfissia.

Caserta: attraversa i binari del treno ascoltando musica con le cuffiette, travolta e uccisa

L'incidente a Santa Maria Capua Vetere (Ce), la vittima una straniera di 36 anni Caserta, 16 agosto - Una 36enne nata a Casablanca, Siham Laarachi, è stata travolta ed uccisa da un treno. Il grave incidente è avvenuto nella giornata di ieri nei pressi di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. La donna, secondo una prima ricostruzione, stava attraversando i binari ed aveva le cuffie per ascoltare la musica. Forse per questo non si sarebbe accorta dell'arrivo del treno.

Tragedia nel porto di Livorno, nave si inclina e causa la morte di un 39enne di Mugnano

La nave oceanografica Urania si è inclinata ieri nel porto di Livorno causando 3 feriti ed un morto: il napoletano Gabriele Petrone. La nave è ora sotto sequestro e le autorità stanno indagando per omicidio colposo Livorno - la nave oceanografica Urania che si trovava nel cantiere di Azimut ed utilizzata da circa vent'anni dal Cnr (Centro Nazionale delle Ricerche) si è inclinata di circa 30 gradi facendo cadere alcuni materiali di bordo che hanno investito 4 membri dell'equipaggio. L'incidente, avvenuto ieri intorno alle ore 19, ha causato la morte di Gabriele Petrone, elettricista 39enne di Mugnano che, purtroppo, all'arrivo dei soccorsi era già privo di vita. Gli altri 3 feriti, invece, sono stati ricoverati con diversi traumi nell'ospedale di Livorno:

Schianto mortale in autostrada tra Salerno e Potenza, una vittima

L'incidente è avvenuto sull'A3 Salerno - Reggio Calabria L'Anas ha comunicato che alle ore 8 circa sul km 115.900 direzione nord nella zona di Casalbuono, un'automobile con un solo passeggero si è schiantata sulle barriere autostradali, l'incidente non ha causato problemi allo scorrimento del traffico. All'arrivo del 118 il conducente aveva già perso la vita. L'Anas ha gestito il traffico, e la polizia al momento è sul posto per verificare le dinamiche dell'incidente. L'Anas consiglia agli automobilisti di tenersi informati sulla situazione traffico per eventuali incidenti, è possibile anche usare l'app per Google Play e App Store, il sito stradeanas.it e il numero del pronto Anas 841-148.

Tragedia della gelosia: lo vuole morto e lo brucia vivo. La vittima, di Acerra, prima di morire fa il nome del suo aggressore

Lilia Bayzigitova, la seconda moglie di Di Matteo, è la donna per cui si sarebbe scatenata la furia omicida di Vincenzo Di Balsamo, posto ora agli arresti dai Carabinieri di Acerra Napoli, 20 giugno — Gli da fuoco per gelosia e lo uccide. È successo in via Pascoli ad Acerra, nel napoletano, nella notte tra il 18 e il 19. La vittima è deceduta ieri all’ospedale Cardarelli di Napoli dove era stato trasportato d’urgenza, per le ferite gravissime riportate per le grandi ustioni su tutto il corpo, trasferito dalla Clinica Villa dei Fiori dove aveva ricevuto il primo soccorso. Raffaele Di Matteo di 52 anni è stato aggredito da un uomo, che secondo le prime indagini, lo voleva morto per motivi passionali,

Napoli, le auto in sosta bloccano l’ambulanza, paziente muore

Auto rallentano ambulanza, riesce a passare, ma per uomo colto da malore è tardi (ANSA) - NAPOLI, 30 DIC - Alcune auto in doppia fila rallentano il passaggio di un'ambulanza mentre sullo sfondo si sentono le grida disperate di chi invoca aiuto per spostarle: il tutto ripreso da un telefonino e postato in tempo reale su Facebook dove sta raccogliendo molte proteste. L'episodio - di cui parla Il Mattino oggi - è accaduto a Napoli il 28 dicembre al rione Sanità. Quando sono intervenuti i vigili l'ambulanza era riuscita a passare ma per il 50 enne colto da malore, non c'è stato nulla da fare.

Incidente mortale a Castellabate, il vicesindaco investe un anziano e non si ferma

87enne di Castellabate investito da due auto, una era del vicesindaco Napoli, 19 novembre - Intorno alle 18 di ieri, Giuseppe Spinelli, un anziano signore di 87 anni, è stato investito da due auto tra Santa Maria e San Marco di Castellabate. La dinamica dell'incidente è stata ripresa dalle videocamere di sorveglianza. L'uomo è stato prima scaraventato a terra da un'Audi e successivamente travolto da un'Alfa Romeo che viaggiava nella corsia opposta. La morte è avvenuta sul colpo. Nell'impatto il cranio è stato fracassato, i soccorsi dell' Humanitas sono stati vani avendo potuto costatarne solamente il decesso. La seconda auto che ha investito Giuseppe è del vicesindaco di Castellabate, Luisa Maiuri, che non si è fermata a prestare soccorso. La donna è stata rintracciata dalla polizia

Annegato a Napoli, forse travolto da onda

Ma inquirenti Capitaneria di porto non escludono nessuna pista (ANSA) - NAPOLI, 27 APR - Forse una forte ondata lo ha travolto mentre si trovava sugli scogli a guardare il mare in tempesta. E' questa una delle ipotesi - ma non si escludono altre piste - sulla quale stanno lavorando gli uomini della Capitaneria di porto di Napoli per accertare le cause della morte di Angelo Mazza, il giovane di 26 anni, originario di Grumo Nevano, nel Napoletano, il cui corpo è stato recuperato nelle acque antistanti il largo Sermoneta.

Camorra, riconosciuto il cadavere carbonizzato di Boscoreale

L'ottavo morto carbonizzato nell'hinterland a nord di Napoli, lunedì il Ministro Angelino Alfano sarà a Napoli Boscoreale, 27 marzo - Riconosciuto il cadavere carbonizzato. Si tratta di Francesco Fattoruso  un quarantacinquenne pregiudicato con precedenti per spaccio e associazione mafiosa, nonché titolare di due sexy shop a Scafati e Torre del Greco. L'attività investigativa per il riconoscimento della vittima è stata questa volta assai difficile per gli inquirenti, le tracce per risalire all'identità erano veramente poche. L'auto, ricordiamo una Volkswagen Tiguan che risultava  intestata alla compagna Rosa Cirillo, è stata ritrovata in fiamme nei pressi di via Boccapianola,  tagliata a metà dal cavalcavia della statale 268. L'ottavo corpo carbonizzato da inizio anno che vede il rito del fuoco come il più gettonato dai clan camorristici, proprio per

Vento abbatte insegna banca, donna ferita

Nel Napoletano, vittima ricoverata in ospedale (ANSA) - TORRE DEL GRECO (NAPOLI), 9 FEB - Un'insegna di metallo si stacca da un istituto bancario e colpisce in pieno una donna in transito a piedi. La signora finisce in ospedale. E' accaduto a Torre del Greco (Napoli), in via Antonio Luise, all'altezza della filiale di zona della Banca di credito popolare. Secondo la ricostruzione dei carabinieri il forte vento che si è abbattuto nelle ultime ore sull'hinterland napoletano ha contribuito all'incidente. (ANSA).