Incidente mortale nel Salernitano: tre le vittime, corpi irriconoscibili per lo scontro frontale con autoarticolato

Ad Atena Lucana, luogo dell'incidente, proclamato lutto cittadino, autista in stato di choc Salerno, 24 dicembre - Tre persone sono morte ed un'altra è rimasta ferita in un incidente avvenuto sulla strada statale 598, nel comune di Atena Lucana (Salerno). Si tratta di Tonino Petrone, Serafino Cicchetti ed Antonio Schettino. La Renault Scenic su cui viaggiavano, per cause in corso di accertamento, si è scontrata frontalmente con un autoarticolato condotto da un'autista di Formia (Latina) ricoverato in ospedale in stato di shock. Sono intervenuti i carabinieri ed i vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina che hanno estratto dalle lamiere i corpi delle tre persone, tutte di Atena Lucana, che sono morte all'istante. Il sindaco, Pasquale Iuzzolino, accorso sul luogo della

Poste Italiane: folder filatelico per la solidarietà alle vittime del terremoto

A Napoli, presso lo Spazio Filatelico e all’Ufficio Postale di Salerno Centro Napoli, 27 ottobre - Fino a lunedì 31 ottobre sarà in vendita, presso i corner allestiti negli uffici postali delle principali città italiane, a Salerno interessato quello di Salerno Centro (corso Giuseppe Garibaldi 203), il folder filatelico con il francobollo da 0,60 euro dedicato alla “Sagra degli spaghetti all’Amatriciana” emesso nel 2008. Il costo del folder, che oltre al francobollo contiene la busta “primo giorno”, una cartolina illustrata e una tessera filatelica, è di 9,00 euro. Il ricavato della vendita sarà interamente devoluto a favore delle vittime del terremoto che ha colpito di recente l’Italia centrale. Un’iniziativa di solidarietà che si aggiunge a quelle messe in campo da Poste Italiane

Antonio Ciardullo ed Ernesto Fabozzi, la memoria a otto anni dal duplice omicidio

FAI Antiracket: lunedì 12 settembre 2016 una manifestazione pubblica per ricordare le due vittime di camorra Caserta, 11 settembre - Lunedì 12 settembre 2016, a partire dalle ore 10:30, nella Sala Consiliare presso la scuola media ‘Leonardo da Vinci’ in via Starza a San Marcellino (Caserta) si terrà una manifestazione pubblica in memoria di Antonio Ciardullo ed Ernesto Fabozzi, vittime innocenti di camorra assassinate nel 2008 dal gruppo del boss Giuseppe Setola. Ciardullo, autotrasportatore, e Fabozzi, suo dipendente, avevano ricevuto richieste estorsive ma avevano fatto esplicitamente intendere di non volersi piegare alla logica del “pizzo”. Dieci anni prima dell’agguato mortale, esattamente nel 1998, Ciardullo aveva denunciato il suo estorsore facendolo arrestare. Nel loro ricordo l’iniziativa del prossimo lunedì organizzata dalla FAI, Federazione delle

Terremoto nel Centro Italia, bilancio provvisorio delle vittime: 38 morti accertati, una bimba muore in ospedale ad Ascoli

Il bilancio è destinato a salire, si scava tra le macerie Rieti, 24 agosto - Il violento terremoto che ha colpito questa notte il centro Italia ha un primo bilancio delle vittime straziante: al momento sono 38 i morti accertati. Da più parti arrivano segnalazioni di persone sotto le macerie per cui il bilancio è destinato a salire, si scava tra le macerie. Delle vittime, dieci risultano ad Arquata e Pescara del Tronto (Ascoli Piceno) e 28 in quelli di Amatrice e Accumoli (Rieti). L'ospedale di Amatrice è inagibile ed i feriti vengono assistiti in strada davanti il nosocomio. Un via vai di ambulanze è attivo per trasferire i pazienti più gravi negli ospedali di Rieti. Nell'ospedale di Ascoli Piceno è morta una

Napoli, assessore Gaeta: dopo l’estate, Casa Fiorinda riaprirà

Chiusa la commissione di gara che individuerà l'ente cui affidare in via provvisoria la gestione del servizio Napoli, 12 agosto - Ci sono nuovi sviluppi legati alla vicenda di Casa Fiorinda, la comunità residenziale per donne maltrattate del Comune di Napoli che ha interessato e stimolato il dibattito delle ultime settimane. In questi giorni è stata chiusa la commissione di gara che individuerà, in via provvisoria, l'ente cui verrà affidata la gestione del servizio, dopo la pubblicazione a metà luglio dell'Avviso pubblico relativo alle misure di coprogettazione per la gestione degli interventi da destinare a Casa Fiorinda. Dopo gli appositi controlli normativi previsti dalla procedura AVPC dell'ANAC si potrà procedere all'aggiudicazione definitiva. “Anche per Casa Fiorinda abbiamo continuato a lavorare e a dare risposte concrete ai bisogni delle donne vittime di violenza e dei

Agguato al centro storico di Napoli: due morti ed un ferito

L'uomo ferito non è in pericolo di vita. Le tre vittime dell'agguato legati al clan Sequino del Rione Sanità Napoli, 3 agosto - Uccisi due pregiudicati ed un terzo è rimasto ferito in un agguato avvenuto poco fa al Vico delle Nocelle, nel centro storico di Napoli. Una delle due vittime è morta all'ospedale "Cardarelli", dove è stata trasportata. Il ferito, non in pericolo di vita, è stato trasportato all'ospedale "Pellegrini". Sul posto sono giunti i Carabinieri, che indagano sull'agguato. I due pregiudicati uccisi nell'agguato in vico delle Nocelle, nei pressi di via Salvator Rosa, sono Ciro Marfè, 25 anni, e Salvatore Esposito, 32, morto al "Cardarelli". Il ferito è Pasquale Amodio, 43 anni, ricoverato al "Pellegrini", che non viene considerato in pericolo di

18° anniversario alluvione di Sarno, encomio al 9° Stormo di Grazzanise per le operazioni di soccorso

Per le operazioni di soccorso effettuate durante l'alluvione grazie alle quli furono tratte in salvo 240 vite umane Grazzanise, 6 maggio – Una delegazione del 9° Stormo “F. Baracca”  di Grazzanise (CE), con a capo il Comandante Colonnello pilota Ivan Mignogna,  ha partecipato alla cerimonia commemorativa “2^ Giornata Azzurra – per non dimenticare”,  svoltasi in piazza 5 maggio della città di Sarno (SA) in memoria della tragica alluvione avvenuta il 5 maggio del 1998. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Arma Aeronautica di Sarno, in collaborazione con il Comune di Sarno e patrocinata dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno, ha visto la partecipazione di autorità militari, civili e religiose, oltre alla presenza delle scolaresche del territorio e gran parte della cittadinanza. La cerimonia

Strage di Pasqua in Pakistan: 15 arresti. Intanto il bilancio delle vittime è salito a 72 e 340 feriti

Tra i fermati anche il fratello dell'attentatore, le operazioni di polizia sono ancora in corso Islamabad, 28 marzo - La polizia pachistana ha arrestato nelle ultime ore 15 persone per l'attentato di ieri, intorno alle 19 ora locale, nel parco di Lahore. Tra queste vi è anche il fratello del kamikaze che si è fatto esplodere tra le famiglie che festeggiavano la Pasqua nel parco di Lahore. L'attentatore sarebbe Yousuf, 28 anni, figlio di Ghulam Farid e residente nel distretto di Muzzafargarh. Intanto è salito a 72 il numero dei morti e fra questi 30 bambini colpiti a morte mentre giocavano. Tra le vittime anche tante donne. I feriti sono 340 ma i dati sono ancora provvisori. A rivendicare l'attentato il gruppo

Pasqua di sangue in Pakistan, 63 morti e 300 feriti per un attacco kamikaze in parco pubblico affollato di famiglie

Un kamikaze si sarebbe fatto esplodere - secondo la tv Dawn News - nell'Iqbal Park che si trova nella città a nordest del Paese, gremito di gente Islamabad, 27 marzo - E' di 63 morti e oltre 300 feriti il bilancio dell'attacco suicida di oggi in un parco pubblico di Lahore, nel Pakistan centrale, gremito di famiglie cristiane per la Pasqua. Lo riferisce Pakistan Television. Le autorità hanno dispiegato l'esercito nell'area che è stata chiusa al pubblico. Negli ospedali della città è scattata l'emergenza. La maggior parte dei morti e dei feriti sono cristiani. L'esplosione, che ha mandato in frantumi le finestre degli edifici circostanti, è avvenuta nel parcheggio del parco Gulshan-e-Iqbal Park, nei pressi di un ingresso e a pochi

Terrore all’aeroporto e alla metro di Bruxelles: due bombe, 11 morti

Due esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, lo riporta la Bbc online Bruxelles, 22 marzo - Almeno 11 morti. Questo il primo bilancio delle esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, secondo alcuni media. Le esplosioni hanno colpito l'area dei check in delle partenze verso gli Stati Uniti. Lo rende noto il sito de Le Soir. Subito dopo le esplosioni nell' aeroporto di Bruxelles, lo scalo è stato chiuso e secondo i media locali per il traffico aereo si sta predisponendo un piano di emergenza per deviare i voli su Charleroi. Interrotti anche i collegamenti ferroviari da e per l'aeroporto. Le autorità belghe hanno lanciato il piano catastrofi per fare fronte alle conseguenze delle due esplosioni che hanno devastato l'area partenze dell'aeroporto Zaventem di Bruxelles. Alcuni media già

Tragedia in Catalogna, 13 giovani vittime. 7 studentesse italiane tra queste l’irpina Valentina Gallo

Un colpo di sonno dell'autista all'origine del ribaltamento dell'autobus "Lo siento, me he dormido", 'Mi dispiace, mi sono addormentato'. Questa la confessione dell'autista del bus a bordo del quale viaggiavano le 13 ragazze vittime dello scontro in Catalogna, secondo la ricostruzione del quotidiano spagnolo La Razon. Tra le vittime ci sono 7 ragazze italiane, sull'autobus viaggiavano 57 studenti Erasmus assegnati a Barcellona, di 22 nazionalità diverse. Le autorità spagnole hanno confermato sia il numero che reso noto i nomi. Sono Francesca Bonello; Elisa Valent; Valentina Gallo; Elena Maestrini; Lucrezia Borghi; Serena Saracino; Elisa Scarascia Mugnozza. Le famiglie, si apprende, sono informate ma non hanno ancora fatto il riconoscimento, tranne per Valentina Gallo. Nell'incidente hanno perso la vita anche due giovani tedesche, una romena,

Libera, cento passi nei Campi Flegrei verso la XXI Giornata della Memoria e dell’Impegno

Incontri con le scuole e le associazioni a Quarto e a Pozzuoli in ricordo delle vittime innocenti delle mafie Il presidio di Libera Campi Flegrei "Daniele Del Core", si appresta a celebrare la XXI Giornata della Memoria e dell'Impegno che si terrà il 21 marzo a Napoli. Intanto sul territorio flegreo sono stati organizzati incontri con le scuole e le associazioni. Numerosi gli incontri che si sono svolti nelle ultime settimane a cui il presidio ha partecipato. Tra queste si ricorda la manifestazione del 25 febbraio a Monte di Procida sul tema dello sport e legalità organizzato dall’associazione Ar.Tu. e dall’Istituto Statale “Amerigo Vespucci”. Il 2 marzo nell’ambito del progetto “Noi siamo di più”; i volontari del presidio hanno accompagnato le terze

Maltempo, tre vittime al Sud. A Pozzuoli scuole chiuse

Collegamenti difficili per le isole, per Capri viaggiano solo i traghetti, ferme le navi veloci Napoli, 29 febbraio - Tre persone sono morte a causa dell'ondata di maltempo che ha colpito l'Italia. Due vittime si sono registrate a Sessa Aurunca, in provincia di Caserta: un albero abbattuto dal vento ha colpito l'auto su cui viaggiavano. La terza vittima è una persona che è finita con l'auto in un torrente in piena a Sant'Angelo in Pontano, in provincia di Macerata. Un agricoltore era morto nelle scorse ore in provincia di Reggio Calabria. Il mare continua ad essere molto mosso nel Golfo di Napoli ma una leggera attenuazione del vento ha consentito la ripresa, seppur a singhiozzo, dei collegamenti marittimi con Capri che ieri erano stati completamente

Pozzuoli, Festa dell’Albero in memoria delle vittime innocenti della criminalità

Saranno ricordati Daniele Del Core e Loris Di Roberto, Gaetano Montanino, Giuseppe Rovescio, Dario Scherillo e Giuseppe Veropalumbo. Domenica 29 novembre (ore 10,30) al Monte Barbaro iniziativa di Legambiente e Libera A Pozzuoli si celebra la Festa dell’Albero in memoria delle vittime innocenti della criminalità. L’evento si terrà domenica 29 novembre alle ore 10,30 al Monte Barbaro soggetto ogni estate ad incendi. Gli organizzatori, in collaborazione con il servizio giardini del Comune di Pozzuoli e con delegazioni di alcune scuole di Pozzuoli, pianteranno sei alberi in memoria di Daniele Del Core e Loris Di Roberto (appena diciottenni, furono uccisi a Pozzuoli, la sera del 28 ottobre del 2006, da un minorenne di Piazza Carlo III. Daniele, sconosciuto all’assassino, intervenne per difendere il