A Napoli si impara giocando. Convegno internazionale sul diritto al gioco

Giocare è una cosa seria, serissima, e nella città più giovane d'Europa non è solo un'attività per bambini ma un argomento di studio e di riflessione L'appuntamento è fissato per il 23 e il 24 novembre con un convegno internazionale dal titolo “Gioco e Comunità Giocanti”, una due giorni sul diritto al gioco dei bambini e delle bambine organizzata dal Comune di Napoli, Assessorato al Welfare, Servizio politiche per l’infanzia e l’adolescenza in collaborazione con la Cooperativa Sociale Progetto Uomo nell’ambito del progetto “Una città per Giocare”con l’intento di realizzare in città eventi e percorsi territoriali basati sull’utilizzo del gioco come buona prassi di cittadinanza. Saranno giornate di scambio e confronto sul diritto al gioco, con workshop, approfondimenti, confronti e discussioni, un

Al Maschio Angioino assemblea pubblica sul Decreto Salvini

“Immigrazione, quali conseguenze?” promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Napoli. Domani 05/10 ore 16,30 Sala dei Baroni La città di Napoli, capitale dell'accoglienza nel Mediterraneo, inizia ad interrogarsi sulle conseguenze del Decreto Sicurezza e Immigrazione firmato dal Ministro degli Interni Matteo Salvini. L'occasione? Un'Assemblea Pubblica, dal titolo “Immigrazione, quali conseguenze?” promossa dall'Assessorato al Welfare del Comune di Napoli che si terrà domani 5 ottobre 2018, a partire dalle 16,30 presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino. L'immigrazione, infatti, è un tema piuttosto dibattuto e in questo momento storico è messo in discussione anche il valore dell'accoglienza: dopo gli ultimi fatti di cronaca, che hanno visto l'arresto del Sindaco di Riace Domenico Lucano per “favoreggiamento dell'immigrazione clandestina”, occorre ripensare (e ripesare) le

Estate a Napoli, coinvolti quasi cinquemila minori nelle attività promosse dal Comune

Bilancio delle attività promosse dall'Assessorato al Welfare Napoli, 30 luglio - “Sono quasi cinquemila, precisamente 4.719 i minori coinvolti nelle attività estive promosse per quest'estate dall'Assessorato al Welfare” questa la dichiarazione dell'Assessore Roberta Gaeta che, a fine luglio, trae un primo bilancio delle attività estive. “L'offerta è stata varia e differenziata e ha coinvolto differenti fasce d'età, dai sei ai diciotto anni, anche disabili, coinvolgendo prevalentemente ragazzi segnalati dai servizi sociali o appartenenti a fasce più fragili della popolazione. Vogliamo che ogni cittadino possa avere risposta ai suoi bisogni e che le famiglie abbiano tutto il supporto necessario, malgrado i pochi mezzi a disposizione. Questo è solo un primo risultato – spiega l'Assessore - ma continueremo a programmare le nostre attività in

Giornata Nazionale della Salute, prevenzione gratuita alla Fiera della Casa

Giornata di prevenzione e visite gratuite alla Mostra d'Oltremare Il primo luglio, l'assessorato al Welfare del Comune di Napoli aderisce alla Giornata Nazionale della Salute in Città dell'ANCI, promuovendo, in partnership con l'Associazione Diabete Junior, un pomeriggio di sensibilizzazione, informazione e animazione per la diffusione di buone pratiche per la tutela della salute in abito pediatrico. L'iniziativa si svolgerà dalle ore 18,00 alle ore 21,00 presso la Mostra d'Oltremare, nell'ambito della tradizionale Fiera della Casa in cui, per la prima volta quest'anno, il Campus Salute Onlus ha dato il via al Kid's Healt Campus, un villaggio dedicato totalmente alla prevenzione dei minori con ambulatori di cardiologia, dermatologia, odontoiatria, endocrinologia, auxologia, ortopedia, oculistica, pneumologia, otorino, ortopedia. Non solo: durante questa giornata il tema della

A Napoli ritorna la “Giornata Mondiale del Gioco”, appuntamento in Villa Comunale con gli eventi in programma

Giochi per bambini e non solo, eventi a cura dell'assessorato al Welfare del Comune di Napoli e dalla Ludoteca Cittadina  Napoli, 16 maggio - Nella città più giovane d'Europa, il gioco non è solo un'attività per bambini ma un collante sociale intergenerazionale: è stata presentata ieri in conferenza stampa la terza edizione della “Giornata Mondiale del Gioco”, evento ricreativo organizzato dall'Assessorato al Welfare del Comune di Napoli e dalla Ludoteca Cittadina nell'ambito del progetto di promozione ludica urbana “Una Città per giocare”. In occasione dell'evento, previsto il 26 maggio dalle ore 10 alle ore 18 in concomitanza con altre città Europee, la Villa Comunale si trasformerà in un parco ludico aperto ai bambini e agli adulti che vorranno “mettersi in gioco” con

Comune di Napoli, online la mappa digitale dei servizi rivolti all’infanzia, all’adolescenza e alle famiglie

Assessore Gaeta, online "progetti per adolescenti, servizi socioeducativi, percorsi per neomaggiorenni, poli per le famiglie, servizi sociali territoriali" Pochi clic e sarà possibile vedere su mappa quali sono i servizi welfare intorno all’utente, municipalità per municipalità, dai luoghi di aggregazione ai punti d’ascolto, dai poli territoriali ai laboratori educativi. In pratica, l'intera offerta dei servizi welfare rivolti all'infanzia, all'adolescenza e alle famiglie dislocati nella città di Napoli su una mappa digitale. Lo rende noto l'assessore al Welfare Roberta Gaeta che ha presentato in conferenza stampa questo nuovo strumento volto a far conoscere quanto messo in campo dall’amministrazione partenopea nel terzo settore e renderlo più vicino e fruibile. "È importante – spiega Gaeta –  che i cittadini siano informati e consapevoli del panorama dei

Migranti, de Magistris: “Se tutti accogliessero non ci sarebbero tensioni”

“Si devono creare comunità di integrazione”. Così il sindaco di Napoli, intervenendo al convegno Lo straniero, per i diritti e per la società, promosso dall'assessorato al Welfare del Comune di Napoli e dell'Ordine dei notai di Reggio Emilia Napoli, 21 ottobre – “Se tutti i Comuni italiani accogliessero e se l'Europa agisse in modo diverso, non ci troveremmo ad affrontare situazioni anche di tensioni come si vedono sia in Italia che in diversi Paesi europei”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenendo al convegno Lo straniero, per i diritti e per la società, promosso dall'assessorato al Welfare del Comune di Napoli e dall'Ordine dei notai di Reggio Emilia. Il convegno ha visto il confronto di notai, giuristi

Politiche sociali e assistenza ai disabili, lite Regione-Comune sugli arretrati

L’assessore comunale al Welfare, Roberta Gaeta, conferma la ripresa delle attività di assistenza tra oggi e lunedì. L’assessore alle politiche sociali della Regione Campania, Fortini: “Le partite debitorie che si stanno risolvendo non c’entrano nulla. Il problema è garantire da oggi l’assistenza” Napoli, 6 maggio – È scontro tra Regione Campania e Comune di Napoli sui terreno delle politiche sociali. Il governatore Vincenzo De Luca accusa l’Amministrazione de Magistris di avere scarsa attenzione “verso chi vive una condizione di svantaggio”. Ma l’assessore al Welfare del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, non ci sta e replica a muso duro, confermando tra l’altro la ripresa delle attività di assistenza tra oggi a lunedì. “Sono assolutamente d’accordo con il governatore De Luca: le politiche

Povertà: ecco il “Sostegno all’inclusione attiva” alle famiglie del Comune di Napoli

Assessore Gaeta: "Avvio del sostegno all’inclusione attiva (SIA), il sussidio in sostegno delle famiglie per superare la condizione di povertà" Napoli, 7 ottobre - A partire dal giorno 10 ottobre 2016 i cittadini potranno presentare le domande per l'accesso alla misura di contrasto alla povertà denominata “Sostegno all'inclusione attiva”, volta a favorire la fuoriuscita delle famiglie in condizioni di grave deprivazione materiale, “Il Comune di Napoli – dichiara l'assessore al Welfare Roberta Gaeta - è costantemente attento nel garantire a tutta la cittadinanza condizioni di vita dignitose: in quest'epoca di grave crisi economica e di riduzione delle risorse a disposizione degli Enti locali risulta assolutamente prioritario per questa Amministrazione trovare risposte attuabili ed implementare tutte le misure disponibili da destinare alle

Reddito Minimo Cittadino, de Magistris risponde alla Valente (Pd): “i soldi ci sono. Sono risorse comunali”

Il primo cittadino spiega che le risorse Reddito Minimo Cittadino derivano da “lotta all'evasione fiscale, risanamento dei conti e taglio degli sprechi” Napoli, 3 maggio - “Le risorse per il reddito di cittadinanza sono tutte comunali e le abbiamo reperite facendo lotta all'evasione, risanando i conti, tagliando gli sprechi. Facendo tutto quello che il Pd non ha fatto quando era al governo della città”. Lo afferma il primo cittadino del capoluogo partenopeo, Luigi de Magistris, per rispondere alle critiche della candidata sindaco del Centrosinistra alle Elezioni Comunali di Napoli, Valeria Valente. Quest'ultima in seguito all'approvazione di una delibera comunale di Giunta per l'istituzione del Reddito Minimo Cittadino, aveva affermato: “de Magistris faccia la persona seria. Ci dica qual è il capitolo

Reddito Minimo Cittadino, Valente (Pd) a de Magistris: “Dove sono le coperture?”

“Il primo cittadino spieghi, piuttosto che promettere redditi di cittadinanza 'sperimentali', come pensa di uscire dal pre-dissesto e abbassare le tasse, tra le più alte in Italia”. Così la candidata sindaco del Centrosinistra alle Elezioni Comunali di Napoli, Valeria Valente “De Magistris faccia la persona seria. Ci dica qual è il capitolo di bilancio che si appresta a far approvare e, soprattutto, dove sono previste le coperture per questo ennesimo annuncio”. Così la candidata sindaco del Centrosinistra alle Elezioni Comunali di Napoli, Valeria Valente, commenta la delibera di Giunta che prevede l'istituzione di un Reddito Minimo Cittadino nel bilancio di previsione politico (vai all'articolo). “Non si usa la sofferenza delle persone per la campagna elettorale – aggiunge Valente –. Spieghi, piuttosto che

Il Comune di Napoli introduce il Reddito Minimo Cittadino

La delibera di Giunta, a firma degli assessori al Welfare e al Lavoro, Gaeta e Panini, conclude un percorso avviato da tempo dall'Amministrazione comunale. Nelle prossime settimane saranno definiti importi e criteri di accesso Napoli, 2 maggio – Il Comune di Napoli introduce il Reddito Minimo Cittadino. La Giunta comunale, dopo aver approvato il bilancio preventivo, ha infatti approvato una delibera, a firma degli assessori al Welfare Roberta Gaeta e al Lavoro Enrico Panini, che lo prevede. La delibera è il compimento di un percorso avviato già da tempo, con il sostegno alla raccolta di firme per la presentazione di un progetto di legge per il Reddito Minimo Regionale (vai all'articolo). Il Reddito Minimo Cittadino verrà introdotto sperimentalmente già da quest'anno e

Dati Svimez sul Mezzogiorno: disuguaglianze nei settori Sanità e Welfare

Ancora disuguaglianze tra le varie zone del Paese. Screening a rilento, prestazioni a pagamento, lunghe liste d’attesa Ancora rilevanti le diseguaglianze di reddito tra Nord e Sud e il Mezzogiorno è sempre più povero. Le previsioni per il 2015 e il 2016 non sono delle migliori. Nel Centro-Nord oltre il 50 per cento delle persone guadagna dall’80 al 100 per cento del reddito medio regionale, mentre al Sud questo vale solo per una persona su cinque. Una parte rilevante occupa la Sanità, oltre al settore del Welfare. Questi alcuni dati: la povertà assoluta sul totale della popolazione è passata dal 2008 al 2013 dal 2,7 per cento al 5,6 per cento nel Centro-Nord, e dal 5,2 per cento al 10,6 per

Angus Deaton, Premio Nobel per l’Economia 2015 per i suoi studi su consumi, povertà e welfare

Lo scozzese, docente di Economia e Affari Internazionali negli Stati Uniti alla prestigiosa Princeton University dal 1983, è stato insignito del riconoscimento per i suoi studi su consumi, povertà e welfare. Nel 2009 scoprì che la soglia della felicità è a quota 75mila dollari Stoccolma, 12 ottobre -  Il Premio Nobel 2015 per l'Economia è stato assegnato allo scozzese Angus Deaton per i suoi studi sui consumi, povertà e welfare. Nato ad Edimburgo nel 1945, Deaton è attualmente professore di Economia e Affari Internazionali alla Woodrow Wilson School of Public and International Affairs (WWS) e al Dipartimento di Economia a Princeton. Ha studiato al Fettes College di Edinburgh, poi all’Università di Cambridge, dov'è stato ricercatore sotto la guida di Richard Stone e di Terry