Inchiesta Why Not, tutti assolti a Salerno

Per i sei imputatil'accusa era di complotto contro l'allora sostituto procuratore, Luigi de Magistris Salerno, 20 aprile - Tutti assolti perchè il fatto non sussiste. E' la sentenza dei giudici della I sezione penale del Tribunale di Salerno per i sei imputati nel processo basato sull'ipotesi che le inchieste 'Why not'

Gli “Arancioni” scendono in piazza a sostegno di De Magistris: è cominciata la campagna elettorale

Flash Mob di solidarietà in favore del "Sindaco Sospeso": #sospendetecitutti Dopo la sospensione di 18 mesi del leader degli "Arancioni" dalla carica di sindaco, fioccano sui social network le proposte dei supporters a scendere in piazza per dimostrare la propria vicinanza a Luigi De Magistris. Ecco l'annuncio del primo evento organizzato a tal proposito: "Il

Le quattro giornate del sindaco De Magistris: non mollerò mai

In attesa della sospensione, la personale battaglia di un sindaco, ex magistrato che critica aspramente il lavoro dei suoi ex colleghi Napoli, 28 settembre - Celebrazione delle Quattro Giornate di Napoli. La commemorazione della Resistenza del popolo napoletano e la liberazione della città dal fascismo assume i connotati di una manifestazione

Why Not, De Magistris e la sua “legalità formale”: quei giudici dovrebbero dimettersi. E’ un fiume in piena oggi in Consiglio comunale

De Magistris: "Sono assolutamente fiducioso che questa esperienza arriverà fino alla fine, al 2016" Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. Le dichiarazioni rese oggi in Consiglio comunale - "Mi chiedono di dimettermi per questa condanna, ma guardandosi allo specchio e provando vergogna devono dimettersi quei giudici" - "Sono fiducioso che questa esperienza

Why Not, da Facebook a Twitter De Magistris dopo la sbandata va all’attacco con un cinguettio: le reazioni politiche

Twitter Time: le esternazioni di un Sindaco in declino. L'opposizione chiede l'applicazione della Legge Severino e la sospensione del primo cittadino ci sono pezzi di Stato collusi che vanno abbattuti e servitori dello Stato di cui esser fieri:non mollo,resisto e lotto per la giustizia — Luigi de Magistris (@demagistris) 25 Settembre 2014   Dopo