Atalanta-Napoli 1-3. Azzurri in vetta a pari punti con il Milan

A Bergamo apre le danze il Napoli su rigore con Insigne, poi il raddoppio è firmato da Politano. Nella ripresa l’Atalanta accorcia le distanze con de Roon ma il Napoli tiene botta e fa anche tris con Elmas

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Djimsiti (19′ st Maehle), Scalvini, Palomino; Hateboer (1′ st Boga), de Roon, Freuler (38′ st Pasalic), Zappacosta; Koopmeiners, Malinovskyi (1′ st Miranchuk); Muriel (38′ st Cissè). Allenatore: Gasperini

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Zanoli, Jesus, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski (25′ st Fabian Ruiz); Politano (14′ st Elmas), Mertens (43′ st Malcuit), Insigne (25′ st Lozano). Allenatore: Spalletti

MARCATORI: 14′ pt Insigne (N), 37′ pt Politano (N), 13′ st de Roon (A), 36′ st Elmas (N)

ARBITRO: Di Bello della sezione di Brindisi

Il Napoli batte 3-1 l’Atalanta al Gewiss Stadium di Bergamo in gara valida per la 31esima giornata del campionato di Serie A. Grazie a questo risultato gli Azzurri sono momentaneamente al primo posto con il Milan, che dovrà scendere in campo con il Bologna, a tre lunghezze di vantaggio sull’Inter che però deve ancora recuperare una gara proprio con i felsinei. L’Atalanta invece perde un’occasione per rosicchiare punti a Lazio, Roma e Juventus, quasi certo ormai l’addio al sogno Champions. A sbloccare la sfida con la Dea ci pensa Lorenzo Insigne al 14’ su rigore, assegnato dall’arbitro Di Bello con l’ausilio del Var per un fallo del portiere Musso su Mertens. Poi al 37’ è sempre Insigne, stavolta su punizione, a servire una palla perfetta per Politano che fa un grande gesto tecnico e infila l’estremo difensore dei bergamaschi. Il copione della gara non cambia neanche nella ripresa perché il pallino del gioco viene lasciato dalla formazione di Spalletti sempre agli avversari, che su una delle poche sbavature difensive accorciano le distanze con de Roon. Ma il tecnico del Napoli è bravo a fiutare il pericolo e gli innesti prima di Elmas e poi di Lozano rispettivamente per Politano e Insigne alla fine risultano decisivi per la vittoria. Se proprio da questi ultimi sono nati i primi due gol, il terzo è tutto merito dei primi due.

Parte forte l’Atalanta, i primi 10 minuti della gara infatti sono tutti dei padroni di casa e Ospina è bravo a farsi trovare pronto all’8’ su colpo di testa di Malinovsky. Poi l’episodio che mette in discesa, per modo di dire, la gara: Zanoli serve Mertens sulla corsa, il belga lanciato a rete sposta il pallone e il portiere Musso lo atterra. Inizialmente l’arbitro decide per il corner ma poi viene richiamato al Var e cambia la decisione assegnando il penalty: dal dischetto va Insigne che la mette nel sette. L’Atalanta continua a fare la partita ma il Napoli continua a difendersi molto bene. Al 37’ punizione in zona interessante conquistata da Lobotka, alla battuta va Insigne che serve in maniera chirurgica Politano, il cui gesto tecnico è di rara bellezza: è 2-0 per il Napoli.

Anche nel secondo tempo l’Atalanta fa la partita ma gli Azzurri continuano a difendersi in maniera compatta. L’unica vera sbavatura è quella che porta al gol dei bergamaschi: cross di Miranchuk a scavalcare Koulibaly, de Roon tutto solo la piazza di testa nell’angolino dove Ospina non può arrivare. Nel loro momento migliore i padroni di casa perdono Djimsiti per infortunio, al suo posto entra Maehle. Spalletti fiuta comunque subito il pericolo, anche perché ai suoi non riescono più le ripartenze: fuori quindi Politano e dentro Elmas. Poi dopo qualche minuto altro cambio, stavolta a lasciare il campo è Insigne per Lozano. L’Atalanta però nel frattempo continua ad avere la meglio e Ospina è bravo a sventare il pari, andando a deviare un tiro potente di Boga. A poco più di 10 minuti dal ’90 Koulibaly parte in contropiede e serve Lozano sulla destra, che scarica a sinistra su Elmas: a due passi dalla porta il macedone fa tris e di fatto chiude la gara. Nel recupero i padroni di casa continuano ad attaccare ma il Napoli non commette errori e porta a casa l’intera posta.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.