Koulibaly è un nuovo giocatore del Chelsea. Il Napoli: “Hai fatto la storia”

Commovente il messaggio del calciatore e del club Azzurro. Koulibaly, dopo 8 anni nel Napoli, si trasferisce al Chelsea per 40 milioni, firmando un contratto di quattro anni a 10 milioni di euro netti più bonus

Kalidou Koulibaly non è più un calciatore del Napoli. La notizia era nell’aria da giorni ma è stata ufficializzata solo in queste ore dal Chelsea, che verserà nelle casse del Napoli 40 milioni di euro, mentre al calciatore senegalese garantirà uno stipendio da 10 milioni di euro netti più bonus per quattro anni. “Caro Kalidou, abbiamo trascorso insieme 8 stagioni ricche di emozioni vivendo momenti che rimarranno impressi per sempre nella nostra memoria. Sei arrivato a Napoli poco più che un ragazzo, vai via che sei un uomo, con la consapevolezza che tutto ciò che hai fatto con la maglia azzurra… è storia”, scrive il Club di De Laurentiis sui social.

“Il tuo valore – prosegue il comunicato – lo hai mostrato non solo in campo, ma anche nelle battaglie sociali, per le quali ci siamo impegnati insieme. In particolare contro la piaga del razzismo, per una società più giusta e solidale. Per la società, i tifosi e la città sei e sarai sempre un esempio da seguire perché Kalidou Koulibaly resterà uno di noi. Un uomo che vive la propria vita con impegno e serietà professionale. Le nostre strade si dividono – conclude –. Rispettiamo la tua decisione di vivere altre esperienze. Ti vorremo sempre bene e ovunque andrai ricordati che Napoli sarà sempre casa tua”.

Koulibaly ha voluto salutare Napoli, il Napoli e i tifosi con questo messaggio:1 giugno 2014, una data indimenticabile: il mio arrivo a Napoli, l’inizio di una storia di amore puro. Ero un ragazzo timido, ma con tanta voglia di dimostrare al mondo che potevo farcela! Vittorie, sconfitte, gioie, delusioni. Troppe emozioni vissute insieme: impossibile sintetizzarle. Ma conservo tutto: nella mia mente, nel mio cuore. A Napoli sono nati i miei due figli – prosegue –. Ho incontrato persone che saranno per sempre parte della mia vita e che hanno fatto sentire a Casa me e la mia famiglia: dal primo all’ultimo momento. Grazie a te, Napoli, sono diventato l’uomo che sono oggi. Grazie al club, al Presidente, agli allenatori, a tutti miei compagni di squadra e a tutte le persone con cui ho avuto il piacere di lavorare in questi anni. Grazie, Napoli e Napoletani, per tutto l’amore che ci siamo dati. Io sono orgoglioso di averti onorato con tutto me stesso e continuerò, all’infinito, a portarti nel cuore e – conclude – a nutrire per te uno dei sentimenti per me più importanti: il rispetto. Sei stata, per me, tutto. Ora sento di dover partire e rimettermi in gioco: è il tempo di una nuova avventura”.

“Koulibaly, compagno di squadra in nazionale di Edouard Mendy, rafforzerà notevolmente il nostro reparto difensivo dopo le partenze di Toni Rudiger e Andreas Christensen”, scrive invece il Chelsea sul proprio sito. “Ampiamente considerato uno dei migliori difensori centrali del calcio mondiale – prosegue il comunicato dei Blues –, il senegalese possiede tutte le caratteristiche richieste da un difensore moderno d’élite. È un grande lettore del gioco, abile anche sotto rete e nel possesso palla, a suo agio nel portare fuori la palla o nel giocare passaggi progressivi per portare la sua squadra in attacco. Durante i suoi otto anni al Napoli è stato schierato sia nella difesa a tre che a quattro. Capitano del Senegal, Koulibaly è un leader di natura e dal carattere forte. Ha molta esperienza nelle sfide per i titoli nazionali e internazionali e si unisce ai Blues in vista della stagione 2022/23 proprio con questo obiettivo”.

Di Koulibaly in queste ore ha parlato anche l’ex tecnico del Napoli (e anche del Chelsea, ndr) Rafa Benitez. Suo il merito di aver portato il calciatore nel capoluogo partenopeo. ”Nel mio database personale avevo un buon rapporto su di lui dal 2011 al torneo di Tolone in Francia, quando era un giovane giocatore – ricorda Benitez nel corso di un’intervista a The Atheltic. Poi più tardi, al Napoli, ci siamo coordinati con Riccardo Bigon, il direttore sportivo di allora, e il suo staff, per seguirlo e osservarlo al Genk. Abbiamo ricevuto un rapporto positivo nel 2013 e un altro nel 2014, quando lo abbiamo ingaggiato a 23 anni per 7-8 milioni di euro. Avevo chiesto informazioni ai miei amici e ai miei contatti e tutti mi avevano detto che era un buon professionista e anche un ragazzo molto simpatico”.

L’opinione di Benitez è che Koulibaly possa fare bene al Chelsea, anche se dovrà migliorare su alcuni aspetti. “Questa stagione ci sarà la Premier League per lui e potrebbe essere adatto al modo in cui Tuchel vuole giocare. Ha delle somiglianze con Rudiger: è molto bravo a correre con la palla, è bravo con entrambi i piedi. È un po’ troppo gentile? Vedremo cosa succederà al Chelsea. Come ho detto, in Italia andava bene perché era molto veloce e fisicamente superiore, ma dubito che sarà così dominante qui in Inghilterra. L’abilità aerea – prosegue Benitez – non era il suo punto di forza, ma in Italia era un po’ meno importante e lui era a posto. Sarà interessante vedere come si svilupperà in Premier League, ma è sempre stato molto desideroso di imparare e ha trascorso del tempo con me e il mio staff dopo gli allenamenti per lavorare sui colpi di testa e migliorare la tecnica”.

Intanto il Napoli è già a lavoro per trovare il sostituto di Koulibaly. Diversi i nomi in ballo, da quello di Diallo del Psg a quello di Kim Min-Jae del Fenerbache. Intanto sembra fatta per Ostigard, il difensore del Brighton (in prestito al Genoa nell’ultima stagione, ndr) e della nazionale norvegese dovrebbe svolgere le visite mediche con il club Azzurro già nel corso della prossima settimana.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.