Vietri sul Mare, la favola musicale di Marcina

Lunedì 25 luglio h 21 alla Villa comunale la  favola musicale “Vietri… la fantastica storia di Marcina”. Ingresso gratuito


Nell’ambito del cartellone di Vietri Cultura, organizzato dall’amministrazione comunale di Vietri sul Mare sotto la direzione artistica del Maestro Luigi Avallone, lunedì 25 luglio alle ore 21 la Villa comunale sarà lo splendido scenario per un altro spettacolo d’effetto, che porta in scena “Vietri… la fantastica storia di Marcina”, scritta da Antonio e Susanna Giordano. Un progetto che racconta, sotto forma di favola musicale, la storia del primo paese della Costiera amalfitana, attraverso gli occhi e la voce di “Marcina”, una donna che nacque da una polena.

Lo spettacolo è un viaggio tra mito e leggenda che conta su un cast di 20 artisti, tra attori, cantanti, ballerini e musicisti. “L’anfiteatro diventerà luogo-simbolo della teatralità della cultura mediterranea”, spiega l’associazione “Vocazioni Creative” che cura l’evento e “intende contribuire in modo forte a recuperare e a rafforzare le identità locali, cercando di dare una concreta interpretazione agli obiettivi di validità sociale e di promozione delle nostre bellezze, determinando e garantendo servizi culturali ai flussi turistici che arriveranno sul territorio Vietrese”.

La storia di Marcina, antico nome di Marina, il piccolo borgo marinaro di Vietri sul Mare, prende spunto dal mito e dal folklore delle storie tramandate dagli anziani che si perdono nella notte dei tempi che si fondono con la fantasia e le appassionate intuizioni dell’autrice che, percorrendo quei luoghi ogni giorno, ne sogna e ne definisce i contorni dando vita ad una variopinta e mediterranea fiaba moderna in cui convivono pirati e pescatori, streghe, divinità mitologiche e simpatici mostri marini, pastori, maestri d’ascia, tutti immortalati con coloratissime illustrazioni classiche dello stile vietrese.

“Questi spettacoli sono importanti per preservare la nostra identità”, ha spiegato il sindaco Giovanni De Simone. “Il recupero dei racconti della tradizione, affidati spesso solo al ricordo degli anziani che li hanno trasmessi di padre in figlio, così rappresentanti consentono di lasciare una traccia del nostro passato alle generazioni future, perché è importante sapere chi siamo e da dove veniamo, per guardare al futuro con passione ed orgoglio”. Gabriele Saurio cura la regia di “Vietri… la fantastica storia di Marcina”; musiche di Rossella e Susanna Giordano; luci a cura di Simons Group s.r.l.; scene a cura di Laboratori Flegrei, costumi a cura di Studio 7. Direttore di scena Domenico Pepe. Ingresso libero e gratuito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.