Rangers-Napoli 0-3. Azzurri primi nel girone di Champions

All’Ibrox Stadium il Napoli conquista tre punti importanti, grazie ai quali si porta al primo posto del girone (gruppo A), a più 3 dall’Ajax e dal Liverpool e più 6 dal Glasgow Rangers fermo ancora a 0 punti. La formazione di Spalletti a segno con Politano (su rigore), Raspadori e Ndombele. Per i Rangers espulso Sands al 55’

RANGERS (4-2-3-1): McGregor; Tavernier (37′ st Kamara), Goldson, Sands, Barisic; Davis (38′ st Tillman), Lundstram; Jack (18′ st King), Arfield (28′ st Matondo), Kent; Morelos (27′ st Colak). All. Van Bronckhorst

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui (32′ st Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (38′ st Ndombelé); Politano (32′ st Zerbin), Simeone (32′ st Raspadori), Kvaratskhelia. All. Spalletti.

MARCATORI: 23′ st Politano (N, su rig,), 40′ st Raspadori (N), 46′ st Ndombelé (N)

ARBITRO: Lahoz (Spagna)

Il Napoli batte 3-0 il Glasgow Rangers all’Ibrox Stadium in gara valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Un altro successo dopo quello sul Liverpool per 4-1, che permette agli Azzurri di essere tra i favoriti per la qualificazione agli ottavi della massima competizione europea per club: il prossimo avversario della formazione di Spalletti sarà l’Ajax il 4 ottobre fuori casa e poi la formazione olandese arriverà al Maradona per il ritorno il 12, due sfide nelle quali si dovrà cercare di conquistare altri punti importanti. Gara complicata quella con il Glasgow soprattutto nel primo tempo, nel quale il Napoli rischia abbastanza di andare sotto, così come nella prima parte della ripresa. La partita si mette sui binari giusti quando gli scozzesi si vedono espellere per somma di ammonizioni Sands, per un fallo in area di rigore su Simeone: dal dischetto va Zielinski ma McGregor para, sulla ribattuta la mette dentro Politano. L’arbitro fa ripetere per una irregolarità del portiere, che si ripete sullo stesso Zielinski poco dopo. Sul risultato di 0-0 ma con l’uomo in più per il Napoli si aprono delle praterie, l’altro episodio chiave della gara capita al 68’ con un fallo di mano di Barisic: dal dischetto va Politano e fa 1-0. Il gol condanna gli scozzesi che con il passare dei minuti si disuniscono e a quel punto la formazione di Spalletti dilaga con Raspadori e Ndombele. Ma la formazione di casa esce davvero a testa alta davanti ai propri tifosi, anche a dispetto della classifica che segna ancora 0 punti. La formazione di Giovanni Van Bronckhorst ha fatto davvero vedere un buon calcio, mettendo in campo un grande agonismo. Forse troppo visti i cartellini rimediati e i rigori. Tutto buono per il Napoli, che è uscito vittorioso da una battaglia non certo facile.

Spalletti senza Osimhen e Lozano si affida a Simeone e Raspadori. Tante le occasioni create nel primo tempo sia da una parte che dall’altra. La prima è quella dei padroni di casa con Morelos, libero di staccare in piena area di rigore grazie a una disattenzione di Kim: palla fuori di poco. Appena due minuti dopo ci prova il Napoli con Zielinski, tiro potente fermato dal palo. Gli scozzesi sono pericolosi di nuovo al 12’, tiro di Arfield da ottima posizione e grande risposta di Meret. Al 38’ ci prova Di Lorenzo per il Napoli, tutto solo l’esterno non trova la deviazione in porta. Poi al 45’ è Kvara a rendersi pericoloso, palla fuori di pochissimo.

Non ci sono cambi a inizio secondo tempo. I padroni di casa mostrano ancora un grande agonismo mentre il Napoli è costretto a difendersi. La svolta arriva al 55’, fallo in area su Simeone di Sands: già ammonito l’arbitro Lahoz mostra il rosso al calciatore dei Rangers e assegna calcio di rigore agli Azzurri. Dal dischetto va Zielinski, il portiere McGregor para ma sulla respinta si avventa Politano che insacca dentro. L’arbitro fa ripetere perché McGregor si è mosso dalla linea al momento del tiro, dal dischetto ancora Zielinski che si vede parare ancora il rigore. Con un uomo in più però il Napoli trova più spazi nonostante il risultato sia ancora sullo 0-0. L’altro episodio chiave della gara avviene al 68’, quando Barisic stoppa con un braccio una conclusione di Kvara. Dal dischetto stavolta va Politano e fa 1-0. Partita in discesa per la formazione di Spalletti, che nel finale gestisce con grande qualità il vantaggio. Poi all’85’ arriva anche il raddoppio con Raspadori dopo una triangolazione con il neo entrato Olivera. Al 90’ il tris del Napoli con Ndombele su assist di Anguissa. Dopo 4 minuti di recupero gli Azzurri possono festeggiare la vittoria e il primo posto nel girone.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.