Torino-Napoli 0-4. Osimhen e Kvara trascinano il Napoli alla vittoria

Allo Stadio Olimpico Grande Torino doppietta di Osimhen, rete di Kvara su rigore e gol del poker segnato da Ndombele

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic Savic, Gravillon (54′ Djidji), Schuurs, Rodriguez; Singo, Linetty (54′ Ilic), Ricci, Vojvoda (54′ Bongiorno); Radonjic, Vlasic; Sanabria. All. Juric

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani (72′ Ostigard), Kim, Olivera; Anguissa, Lobotka (85′ Gaetano), Zielinski (65′ Ndombele); Lozano (65′ Elmas), Osimhen (72′ Simeone), Kvaratskhelia. All. Spalletti

MARCATORI: 9′ Osimhen, 35′ Kvaratskhelia rig., 51′ Osimhen, 68′ Ndombele

ARBITRO: Marchetti di Ostia

Il Napoli batte 4-0 il Torino in gara valida per la 27esima giornata del campionato di Serie A e continua la sua corsa a vele spiegate verso l’obiettivo del terzo scudetto della sua storia. Gli Azzurri passano in vantaggio al 9’ con Osimhen, raddoppiano al 35’ con Kvara su rigore e poi chiudono i giochi nel secondo tempo, andando in rete di nuovo con Osimhen e infine con Ndombele al 68’. La formazione di Spalletti grazie a questa vittoria sale a quota 71 punti in classifica, a 19 punti di vantaggio dalla Lazio seconda che ieri ha battuto la Roma nel derby, a più 21 dall’Inter (battuto ieri dalla Juve per 1-0) e a più 23 dal Milan che il Napoli affronterà ben tre volte nel mese di aprile (una volta in campionato, le altre due ai quarti di Champions). Gara per niente facile quella con il Torino ma gli Azzurri hanno sfruttato bene le occasioni avute mentre la formazione di Juric, che nel corso del primo tempo ha avuto diverse possibilità di pareggiare, non è riuscita a fare altrettanto. I granata, autori di un’ottima gara nonostante la sconfitta, non si sono arresi neanche nel secondo tempo con un passivo pesante ma la retroguardia Azzurra ha retto gli attacchi ed è riuscita a evitare che il Toro rientrasse in partita. Una volta partite del genere il Napoli le avrebbe sofferte molto di più e questa può essere considerata un’altra prova di maturità da parte di Osimhen e compagni.

Spalletti effettua solo due cambi rispetto all’undici sceso in campo per il ritorno degli ottavi con l’Eintracht Francoforte: Mario Rui e Politano si accomodano inizialmente in panchina, in campo vanno Olivera e Lozano. Nei padroni di casa Juric costretto a fare a meno degli infortunati Miranchuk e Karamoh, schiera Vlasic e Radonjic in appoggio a Sanabria unica punta. La gara si mette subito in discesa perché al 9’ gli Azzurri sono già in vantaggio: corner calciato da Zielinski, Osimhen vola più in alto di tutti e di testa mette palla dove Milinkovic Savic non può arrivare. Con questo sale a 20 il conto dei gol in campionato da parte dell’attaccante nigeriano. Il Toro prova a rispondere al 13’ con una bordata al limite dell’area da parte di Ricci, porta sbarrata da parte di Meret. Ancora più clamorosa l’occasione per i granata al 21’, tiro di Ricci da fuori area, il portiere del Napoli respinge ancora senza trattenere ma sulla palla si avventa Sanabria che becca il palo. Al 33’ Kvara viene steso in area di rigore, l’arbitro a due passi concede il penalty. Dal dischetto va lo stesso Kvara, tiro centrale e 2-0 per gli Azzurri. La formazione di Spalletti va vicino al 3-0 poco dopo, Osimhen impegna Milinkovic Savic che si rifugia in angolo.

Solo questione di tempo il tris, che arriva al minuto 51: Olivera crossa per Osimhen, testa del nigeriano e portiere stavolta battuto. Pure il gol del poker nasce dai piedi di Osimhen, che ruba palla a Schuurs e serve Kvara, a quel punto il georgiano vede tutto solo al centro Ndombele che da lì deve solo appoggiare in rete. Primo gol in campionato per il centrocampista del Napoli subentrato dalla panchina. Nel finale gli Azzurri controllano senza problemi. Dopo la sosta per le nazionali la formazione di Spalletti affronterà il Milan al Maradona mentre il Torino sarà impegnato a Sassuolo in trasferta di Reggio Emilia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.