Serie A, il Napoli affronta la Salernitana al Maradona nel derby campano

Squadre in campo alle ore 15. Stadio sold out con oltre 55mila spettatori e tutto pronto in città per la probabile festa scudetto. Se la Lazio non batterà l’Inter e il Napoli riuscirà ad avere la meglio sui Granata, gli Azzurri di mister Spalletti conquisteranno il titolo di campioni d’Italia con 6 giornate di anticipo rispetto al termine del campionato, scrivendo un altro record nella storia della Serie A

Il Napoli affronta quest’oggi alle 15 la Salernitana nel derby campano, in gara valida per la 32esima giornata del campionato di Serie A. L’attesa è di quelle febbrili, al Maradona è sold out con oltre 55mila spettatori presenti mentre in città è tutto pronto per la festa spontanea, con migliaia di tifosi e simpatizzanti provenienti anche da altre città (oltre i turisti già presenti in massa per il ponte del Primo Maggio, ndr) che si riverseranno nelle strade. Perché si abbia la matematica scudetto al Napoli serve battere la Salernitana e che la Lazio non riesca a battere l’Inter nella gara che terminerà circa un’ora prima dell’inizio di quella del Maradona: in questo caso la formazione di Spalletti sarà campione d’Italia con 6 giornate di anticipo rispetto al termine del campionato, scrivendo un altro record nella storia della Serie A. Altrimenti la festa sarà solo rimandata alla gara infrasettimanale con l’Udinese, quando a Osimhen e compagni basterà battere i friulani, indipendentemente dal risultato della Lazio con il Sassuolo. Solo questione di tempo insomma per il Napoli, pronto a cucire sulle maglie il terzo tricolore della sua storia, a 33 anni dall’ultima volta quando in campo c’era Maradona insieme a Zola, Careca e Carnevale. Oggi la scena invece è tutta di Osimhen, Kvara e Zielinski pronti a realizzare un sogno collettivo. Tornando alla gara con la Salernitana questa si presenta non priva di insidie. La formazione di Paulo Sousa è a un passo dalla salvezza e sta facendo molto bene, l’ultima sconfitta dei Granata risale a febbraio proprio con la Lazio. Recentemente i Granata hanno fermato sia il Milan che l’Inter e tenteranno lo sgambetto anche al Napoli, sia per questioni di classifica (c’è da mantenere il margine di 7 punti sulla terzultima) che di accesa rivalità tra tifoserie.

Per quanto riguarda le probabili formazioni nel Napoli scenderà in campo quasi la stessa squadra che ha battuto la Juve domenica scorsa: solo due i cambi con il ritorno negli undici iniziali di Rrahmani e Zielinski, anche perché Mario Rui e Politano non hanno recuperato dall’infortunio a differenza del Cholito Simeone che si accomoderà in panchina. In porta Meret e difesa composta da Rrahmani e Kim con ai lati Di Lorenzo e Olivera. A centrocampo Anguissa, Lobotka e Zielinski. In attacco Osimhen con ai lati Lozano e Kvara.

La Salernitana potrebbe presentare qualche novità a centrocampo e sulla trequarti ma il modulo probabilmente sarà ancora il 3-4-2-1. In porta a Ochoa e terzetto difensivo formato da Daniliuc, Gyomber e Pirola. Sulle fasce Kastanos e Bradaric affiancheranno Coulibaly e Nicolussi Caviglia. Sulla trequarti Candreva e Maggiore alle spalle di Boulaye Dia unica punta.

Probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Spalletti

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc, Gyomber, Pirola; Kastanos, Coulibaly, Nicolussi Caviglia, Bradaric; Candreva, Maggiore; Dia. All. Sousa

ARBITRO: Matteo Marcenaro della sezione di Genova

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.