ScintillArte, i giovani de La Scintilla raccontano l’arte

Il Pio Monte della Misericordia e il Tesoro di San Gennaro in un unico percorso di visita guidata. Visite a partire da lunedì 15 maggio

ScintillArte, i giovani de La Scintilla raccontano l’arte, è il titolo del progetto culturale di visite solidali che vede per la prima volta insieme due storiche istituzioni di Napoli, il Pio Monte della Misericordia e il Tesoro di San Gennaro, con l’Associazione La Scintilla Onlus – “I colori della disabilità” in una virtuosa collaborazione con lo scopo di creare spazi di crescita e partecipazione e strutturare un percorso di inclusione per le fasce più fragili della società. Uno dei rari esempi in Italia di turismo sostenibile che unisce in un unico percorso di visita due siti storici, propone un biglietto integrato, e mira all’autonomia personale e lavorativa di giovani con disabilità. Protagonisti dell’iniziativa saranno i giovani dell’Associazione La Scintilla che affiancheranno le guide dei complessi museali, accoglieranno il pubblico e condurranno i visitatori in un viaggio nella storia e alla scoperta dei capolavori di due tra i luoghi d’arte più suggestivi di Napoli, siti simbolo della città, diventando narratori di arte e bellezza e speciali collaboratori e guide nei percorsi di visita.

Gli itinerari di ScintillArte apriranno al pubblico a partire dal 15 maggio e si terranno due volte a settimana (lunedì ore 11 e ore 15 – mercoledì ore 11). Si potrà scegliere un biglietto unico per la visita combinata al Pio Monte e al Museo e Real Cappella del Tesoro di San Gennaro (durata circa 90 minuti), o scegliere l’ingresso singolo a uno dei due siti (durata circa 45 minuti). Il percorso unico offrirà al pubblico la speciale opportunità di attraversare la scala antica del Duomo di Napoli che collega i due complessi museali (prenotazione obbligatoria su www.tesorosangennaro.it oppure su www.piomontedellamisericordia.it).

Hanno presentato l’iniziativa, stamattina martedì 9 maggio, nella Sala delle Assemblee del Pio Monte della Misericordia, Fabrizia Paternò di San Nicola, Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Vito Gagliardo, Presidente de La Scintilla e Francesca Ummarino, Direttrice del Museo del Tesoro di San Gennaro. Presente anche Girolamo Carignani di Novoli, Deputazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. Nel corso della presentazione è stato firmato l’accordo di collaborazione tra le due istituzioni culturali e La Scintilla alla presenza di tutti i giovani dell’Associazione e le loro famiglie, gli operatori, gli educatori e le guide specializzate dei due complessi museali.

Dopo un primo periodo di studio e progettazione, la formazione per le visite solidali di ScintillArte è durata più di un anno. Le varie fasi del processo formativo hanno previsto incontri di conoscenza e approfondimento, lezioni sul patrimonio storico, artistico e culturale dei due siti museali, la definizione dei contenuti, attività in gruppo e singole, con un fitto calendario di prove e verifiche sul campo. Un’esperienza condotta da formatori esperti, affiancati dai servizi educativi delle due istituzioni culturali, che ha richiesto da parte di quanti erano interessati, cura, impegno, costanza, studio e pazienza. Un lungo percorso in cui 12 giovani dell’Associazione hanno rafforzato la loro voce, superato timidezza e paura, conquistato sicurezza, per essere pronti ad offrire ad un pubblico aperto ed accogliente le loro competenze e a vivere una nuova avvincente avventura.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.