Frosinone-Napoli 1-3. Gli Azzurri vincono in rimonta

Al Benito Stirpe di Frosinone iniziale vantaggio dei padroni di casa con Harroui su calcio di rigore (fallo di Cajuste su Baez). Il pari lo firma Politano, poi Osimhen sale in cattedra e sigla una doppietta

FROSINONE (4-3-3): Turati; Oyono, Monterisi, Romagnoli, Marchizza; Gelli, Mazzitelli (30’ st Brescianini), Harroui (40’ st Barrenechea); Baez (30’ Canotto), Cuni (21’ st Borrelli), Caso (21’ st Kvernadze). All: Di Francesco.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera (31’ st Mario Rui); Cajuste (1’ st Anguissa), Lobotka (46’ st Ostigard), Zielinski; Politano (31’ st Elmas), Osimhen (35’ st Simeone), Raspadori. All: Garcia.

MARCATORI: 6’ pt Harroui (F), 24’ pt Politano (N), 41’ pt e 33’ st Osimhen (N)

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova

Il Napoli batte il Frosinone 3-1 in gara valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2023-2024. I campioni di casa vanno sotto al settimo minuto di gioco, quando l’arbitro decreta un calcio di rigore per i padroni di casa dopo un contatto tra il nuovo acquisto Cajuste su Baez. Dal dischetto va Harroui e fa senza problemi l’1-0. Il Napoli però non ci sta e inizia a martellare gli avversari, prendendo in mano le redini del gioco. Al 24’ di gioco arriva il pari di Politano con un tiro centrale ma potente a pochi metri dalla porta del Frosinone, prima dell’intervallo il raddoppio di Osimhen. Nella ripresa gli Azzurri si limitano a controllare e con il passare dei minuti trovano sempre più spazi, al 79’ altro assist di Di Lorenzo per Osimhen, che segna il tris e mette la vittoria in cassaforte. Buon Frosinone che tuttavia non è riuscito a reggere lo strapotere del Napoli, squadra che ha tutta l’intenzione di ripetere un grande campionato in continuità con quanto fatto vedere l’anno scorso.

Primi minuti della gara in salita per il Napoli e tanti pensieri per il nuovo tecnico Garcia. Il tecnico dedica di preservare Anguissa e manda in campo dall’inizio Cajuste, che ha un impatto negativo sulla partita. Il giovane centrocampista svedese al 7’ sul tentativo di rinvio calcia in area Baez. L’arbitro Marcenaro inizialmente afferma che è stata colpita solo la palla, poi ci ripensa e probabilmente su indicazione del secondo assistente decide di assegnare il rigore ai Canarini. Sul dischetto va Harroui e fa 1-0. La reazione del Napoli non è veemente ma con il passare dei minuti i Campioni d’Italia prendono le redini del gioco. Il gol arriva al 24’, Rrahmani conquista palla a centrocampo e serve Raspadori che cerca la profondità per Osimhen, su un rimpallo si fionda Politano e firma il pari. Il Frosinone cerca di reggere ma il Napoli dimostra tanta qualità, nonostante sia solo la prima di campionato. Di Lorenzo al 41’ conquista un pallone di forza e serve al centro per Osimhen, destro potente e gol del sorpasso.

Nella ripresa Garcia sostituisce Cajuste con Anguissa. Il Frosinone fa tremare il Napoli con Baez, fermato dal palo. Gli Azzurri rispondono dopo poco ancora con Osimhen, che di destro sfiora traversa e doppietta. Con il passare dei minuti i padroni di casa calano e a poco servono i cambi di Di Francesco per tentare di rinvigorire i suoi. Al 78’ ancora un palla di Di Lorenzo per Osimhen, sul filo del fuorigioco il nigeriano non perdona e fa 3-1.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.