Napoli-Sassuolo 2-0. Osimhen (su rigore) e Di Lorenzo decidono la gara

Al Maradona la formazione di Garcia batte quella di Dionisi e sale a 6 punti in classifica, a pari merito con Milan e Verona

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus (45′ s.t. Ostigard), Mario Rui; Anguissa (38′ s.t. Simeone), Lobotka (38′ s.t. Elmas), Zielinski (38′ s.t. Cajuste); Politano (16′ s.t. Kvaratskhelia), Osimhen, Raspadori. All. Garcia

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli, Toljan, Erlic, Tressoldi, Vina; Boloca (16′ s.t. Racic), Lopez; Bajrami (31′ s.t. Thorstvedt), Henrique; Laurienté (16′ s.t. Ceide); Pinamonti (23′ s.t. Mulattieri). All. Dionisi

MARCATORI: 16′ p.t. Osimhen (r) (N), 19′ s.t. Di Lorenzo (N)

ARBITRO: Giua di Olbia

Il Napoli batte 2-0 il Sassuolo al Maradona in gara valida per la seconda giornata del campionato di Serie A, grazie al gol di Osimhen (su rigore) al 16’ e a quello di Di Lorenzo al 64’. La formazione di Garcia risponde al Milan e al Verona, che sabato hanno battuto rispettivamente 4-1 il Torino e 2-1 la Roma, salendo a pari punti (quota 6) in classifica con i lombardi e gli scaligeri. Gli Azzurri partono subito forte e mettono alle strette i Neroverdi, trovando il gol solo su rigore però con Osimhen. Poi la strada viene loro definitivamente spianata dall’espulsione di Maxime Lopez al 50’. Da lì al poco infatti il Napoli, dopo un altro rigore concesso e stavolta sbagliato da Raspadori, raddoppia con Di Lorenzo su assist del neo entrato Kvara. A quel punto gli Azzurri sfiorano anche il tris con un colpo di testa di Osimhen, a cui risponde in maniera brillante Consigli. Davvero troppa la differenza tecnica e tattica tra le due squadre, il Sassuolo ha fatto quel che ha potuto ma non è bastato per arginare un Napoli già spumeggiante a campionato appena avviato e che sembra più che intenzionato a ripetere quanto fatto lo scorso anno.

Dopo il fischio iniziale la formazione di Garcia sfiora subito il vantaggio: neanche un minuto e Di Lorenzo trova Raspadori tutto solo, l’ex della gara becca il palo alla sinistra di Consigli. Appena 3 minuti dopo episodio dubbio in area di rigore, Osimhen resta a terra e protesta per il fallo ma l’arbitro Giua fa proseguire. Al 12’ assist di Di Lorenzo sulla corsa per Politano, toccato sulla gamba da Boloca. Anche questa volta niente penalty per Giua, che poi viene richiamato al Var e cambia la sua decisione. Dal dischetto va Osimhen e fa 1-0 spiazzando Consigli. Il Sassuolo prova a reagire e per circa una ventina di minuti gioca un buon calcio, anche se gli Azzurri sfiorano più volte il raddoppio. Si torna negli spogliatoi con il Napoli in vantaggio.

Al 50’ l’episodio che mette nei guai la formazione di Dionisi. I Neroverdi rimangono in 10 dopo qualche parola di troppo rivolta da Maxime Lopez all’indirizzo dell’arbitro. Fioccano le occasioni da gol per la formazione di Garcia, alla quale al 59’ viene concesso un altro calcio di rigore, stavolta per un tocco di mano di un difensore su un colpo di testa. Dal dischetto va Raspadori ma calcia altissimo. Al 63’ il neo entrato Kvara serve Di Lorenzo sulla corsa, portiere spiazzato ed è 2-0. Nel finale gli Azzurri sfiorano più volte il tris ma Consigli si dimostra tra i migliori in campo e il risultato rimane invariato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.