L’altra faccia dell’amore, il tradimento.

Il tradimento è come una spada nel cuore che ferisce e poi perisce. Come una pugnalata alle spalle da parte di chi più ti ama, da parte di chi non avresti mai voluto. Eppure,  siamo tutti bravi a condannare chi tradisce e a compatire chi è stato tradito. Ormai non ci poniamo neppure più il problema di chi sia la colpa, diamo tutto per scontato. E’  facile puntare il dito contro chi tradisce,  chi fa del male, chi ha commesso l’errore di amare qualcun altro e di non desiderare più il consorte.

Eh già,  ma se i nostri occhi fossero più giusti, vedrebbero che chi tradisce è sempre la vittima di una situazione familiare precaria o di una coppia traballante.  Chi tradisce evade e rompe gli schemi, cerca la felicità al di fuori delle mura domestiche. Spera di non essere schiacciato dalla monotonia  e dall’apatia che si respira in casa come gas letale che ammazza lentamente l’amore. Il traditore  allora è da ammirare? Mai!

Chi tradisce è solo da capire, perchè nessuno è in grado di giudicare e condannare. Ognuno è un potenziale traditore e tradito, nella vita non si deve dare mai nulla per scontato. Chi cerca l’amore altrove, chi perde la testa e cede alle debolezza, ha un motivo che lo spinge a comportarsi cosi. La colpa sta sempre nel mezzo, come la verità e la verità è che dopo anni, dopo ripetuti litigi, problemi,  ostacoli e dilemmi, si può lasciar vivere la fantasia. Ci si può liberare dagli schemi e rompere e interrompere la quotidianeità. Come un tuffo nel mare più blu, una boccata di aria fresca,  un salto nel vuoto. La trasgressione dona all’anima una scossa di vita a chi si sente spento e inutile.

Appena gli vengono rivolte attenzioni, si accende. Come un fuoco mosso dal vento si increspa e si incendia, bruciando ciò che lo circonda.  Chi  tradisce cerca il perdono,  solo se ha agito per amore riesce a sentirsi davvero in colpa. Non vorrebbe essersi innamorato e aver goduto di altra felicità. Chi tradisce per passatempo invece,  non si rende neppure conto del male che fa e continua fino a che si annoia, cercando  altrove qualcosa da fare.

E chi è tradito come reagisce? Meglio non scoprire i tradimeti. Si soffre e si soffre tanto perchè non si è mai pronti a dividere e condividere ciò che si ritiene proprio, con altri. Subentra la possesività e l’orgoglio,  si ricade nelle solite frasi fatte “cosa ti mancava?”  “cosa ti da lei che io non ti do?” Nulla!

La risposta, è solo una, che la testa segue il cuore, il cuore segue l’istinto, l’istinto fa fare pazzie e follie. La carne è debole,  si dice, e tradire è una debolezza.  Nessuno è talmente forte da resisterte alle tentazioni, ma non bisogna dimenticarsi che l’amore vero non tradisce mai e chi tradisce l’amore tradisce se stesso.

12 thoughts on “L’altra faccia dell’amore, il tradimento.

  1. Penso che in amore il tradimento sia una forma di legittima difesa.
    Amare e’ vivere ,non sopravvivere, ed ecco che per poter andare avanti e continuare ad essere felici si cerca incoscientemente di difendersi e di salvarsi dalla routine dei giorni tutti uguali, dall’apatia, provando ad innamorarsi di qualcuno che risvegli i tuoi sensi e le tue emozioni assopite, per continuare a vivere felicemente.

  2. Penso che in amore il tradimento sia una forma di legittima difesa.
    Amare e’ vivere ,non sopravvivere, ed ecco che per poter andare avanti e continuare ad essere felici si cerca incoscientemente di difendersi e di salvarsi dalla routine dei giorni tutti uguali, dall’apatia, provando ad innamorarsi di qualcuno che risvegli i tuoi sensi e le tue emozioni assopite, per continuare a vivere felicemente.

  3. L’amore ha le ali..e come un’uccello vuole volare in alto e libero,la colpa è di chi lo ingabbiò…e chi da lezioni dovrebbe spiegarci anche come fa a conoscere le ragioni..Grazie,saluti.

  4. L’amore ha le ali..e come un’uccello vuole volare in alto e libero,la colpa è di chi lo ingabbiò…e chi da lezioni dovrebbe spiegarci anche come fa a conoscere le ragioni..Grazie,saluti.

  5. Sig. Onorato, è con attenzione che seguo i suoi commenti sotto gli articoli di mia moglie. Vorrei farle una domanda, lei conosce mia moglie personalmente da chiamarla per nome ? Lei pensa che le sue offese o accuse possono servire a qualcosa ? Mia moglie non credo dia lezioni ma scrive pensieri, non penso che se uno scriva di delinquenza lo sia e tantomeno chi scrive di tradimento sia il tradito o il traditore. Penso che Imma, in questo articolo e in tutti ciò che scrive, sia carica di passione e cerca di trasmettere emozioni, riuscendoci. Ringrazio mia moglie per le continue gioie che mi da, sono una uomo molto fortunato. Cordiali saluti a tutta la redazione del napolitime e al direttore, complimenti e tanti auguri per questo giornale.

    1. Gentile Sergio, sul web capita di sentirne dire di tutti i colori. Tutti hanno opinioni e su tutto. Tutti sanno tutto. Sarà che dietro un pc siamo tutti bravi opinionisti: Non si senta chiamato in causa. Il sig. Onorato forse si sente a casa su NapoliTime e per questo forse che ha avuto toni confidenziali con la nostra collaboratrice. Si sente della famiglia, forse 🙂 Continui a seguirci. Cordialità

  6. Sig. Onorato, è con attenzione che seguo i suoi commenti sotto gli articoli di mia moglie. Vorrei farle una domanda, lei conosce mia moglie personalmente da chiamarla per nome ? Lei pensa che le sue offese o accuse possono servire a qualcosa ? Mia moglie non credo dia lezioni ma scrive pensieri, non penso che se uno scriva di delinquenza lo sia e tantomeno chi scrive di tradimento sia il tradito o il traditore. Penso che Imma, in questo articolo e in tutti ciò che scrive, sia carica di passione e cerca di trasmettere emozioni, riuscendoci. Ringrazio mia moglie per le continue gioie che mi da, sono una uomo molto fortunato. Cordiali saluti a tutta la redazione del napolitime e al direttore, complimenti e tanti auguri per questo giornale.

    1. Gentile Sergio, sul web capita di sentirne dire di tutti i colori. Tutti hanno opinioni e su tutto. Tutti sanno tutto. Sarà che dietro un pc siamo tutti bravi opinionisti: Non si senta chiamato in causa. Il sig. Onorato forse si sente a casa su NapoliTime e per questo forse che ha avuto toni confidenziali con la nostra collaboratrice. Si sente della famiglia, forse 🙂 Continui a seguirci. Cordialità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.