Al via la Maturità 2017. Dalla campagna #NoPanic del Miur alla Notte prima degli Esami di Skuola.net

Intanto è scoppiata la polemica sui social per un grossolano errore grammaticale apparso sulla home page del nuovo sito ministeriale dedicato all’esame di Stato: “Traccie prove scritte”, con una “i” di troppo

Maturità 2017 al via. Domani si comincia con la prima prova di Italiano. Secondo i dati forniti dal Miur gli ammessi all’esame sono il 96,3%; la Sardegna è la regione che fa registrare il tasso più basso, 94%, mentre la Basilicata con il 98,5% è quella che ha la più alta percentuale di ammessi.

Ed il ministero ha ideato, per questa occasione, una campagna social con tanto di hashtag #NoPanic, con consigli pratici per affrontare al meglio questo fatidico appuntamento che interesserà, quest’anno, una platea di circa 505.263 maturandi. Tutti o quasi, alle prese con ansia e stress da esame.

Alla campagna hanno aderito anche il linguista Luca Serianni, con un video su come affrontare la prova di italiano, e l’astronauta Samantha Cristoforetti, con i suoi consigli su come allenarsi e motivarsi per affrontare bene la Maturità. Anche Chef Alessandro Borghese partecipa alla campagna #NoPanic del Miur per gli Esami 2017.

L’iniziativa è stata pensata per parlare alle ragazze e ai ragazzi con il loro linguaggio, accompagnandoli all’Esame, via social, con video consigli, grafiche, post sulle principali scadenze. “È importante, quando si fa la Maturità, mangiare bene e a orari regolari, e mangiare sia carboidrati che proteine. Perché servono tutti e due. Servono a far funzionare la testa”, questi i consigli dello chef.

Da Bergamo, dove era impegnata in un convegno, la ministra Fedeli ha rinnovato il suo “in bocca al lupo” agli studenti ringraziando di nuovo gli insegnanti: “Si arriva alla fine dell’anno scolastico dopo che tutti loro hanno fatto tantissimo per i nostri ragazzi, per questo dico innanzi tutto un grazie a tutti loro”. Alle ragazze e ai ragazzi la ministra ha quindi raccomandato di “stare tranquilli”.

Intanto è scoppiata la polemica sui social per un grossolano errore grammaticale apparso sulla home page del nuovo sito ministeriale dedicato all’esame di Stato, dove campeggiava un un’improbabile scritta “Traccie prove scritte”, con una “i” di troppo. Ilarità e commenti indignati hanno spadroneggiato in queste ore sui vari social. Ieri sera l’intervento del dicastero di viale Trastevere, che ha diffuso una nota spiegando di aver visto “il refuso sul sito degli esami di Stato” e di essere “subito intervenuti per farlo correggere“: “Si tratta di un errore di battitura, di un errore materiale che, naturalmente, non doveva esserci, tanto più su una pagina che riguarda gli esami”, così il Ministero ci mette una pezza e porge le sue scuse.

Gli appuntamenti – 21 giugno, tema di italiano, il giorno dopo, 22 giugno, per il secondo scritto mentre il quizzone si terrà il 26. Quarta prova scritta, per gli indirizzi in cui è prevista, il 27; mentre per le scuole sedi di seggio elettorale la terza e quarta prova scritta si svolgeranno il 27 e il 28.

Poi sarà la volta degli orali. Intanto ci si prepara alla lunghissima “Notte prima degli esami 2017″ organizzata Skuola.net, a partire dalle 20 di questa sera.

Lascia un commento