Ippica, Urlo Dei Venti vince la 69^ edizione del gran premio Lotteria di Agnano

Secondo il francese Dreammoko ai comandi di Bjorn Goop e terzo Arazi Boko con in sediolo Alessandro Gocciadoro. In 15mila in tribuna ad applaudire

Napoli, 2 maggio – 15mila in tribuna, 280mila euro scommessi sul campo, una corsa perfetta dal punto di vista regolamentare ed agonistico. A vincere il gran premio Lotteria edizione numero 69 è stato il cavallo italiano Urlo Dei Venti, che proprio ieri ad Agnano ha ricevuto l’invito a correre l’Elitlopp di Stoccolma per sfidare i cavalli più forti del mondo.

Soddisfazione all’ippodromo di Agnano per “una struttura che si conferma, nella giornata di corse più importante dell’anno, all’altezza della situazione e che può guardare al futuro con concretezza” da detto il presidente Pier Luigi D’Angelo. Guidato dal driver Enrico Bellei in batteria e finale a media di 1.10.8, Urlo Dei Venti è il portacolori della scuderia Barbalbero di Stefano Simonelli, allenato nel centro di allenamento e allevamento in Toscana proprio da Bellei. “Siamo arrivati a Napoli nel top della condizione, il cavallo ha corso benissimo. Quando vinci il Lotteria è difficile avere margini di miglioramento, probabile che l’anno prossimo saremo qua di nuovo” ha dichiarato il guidatore quest’anno alla sua quarta vittoria nella corsa di Agnano.

Sul podio della finale, secondo il francese Dreammoko ai comandi di Bjorn Goop e terzo Arazi Boko con in sediolo Alessandro Gocciadoro che aveva vinto già la seconda batteria e la terza con Trendy Ok.

La consolazione vinta da Tango Negro guidato da Roberto Vecchione ha ricordato Ignazio Scardina con il trofeo intitolato alla memoria del redattore Rai Sport, consegnato alla moglie Patrizia dal giornalista Rai Gianfranco Coppola.

Passerella per Varenne sulle note di Napulé, il Capitano del trotto ha salutato il pubblico di Napoli scortato dai bimbi dell’Unicef a cui è stata devoluta parte della vendita dei biglietti di ingresso al gran premio. Tanti gli ospiti invitati nella club house dell’ippodromo ricevuti dai dirigenti di Agnano e dalla madrina Unicef Veronica Maya che con Patrizio Rispo, e i tanti personaggi intervenuti, hanno sostenuto la campagna solidale per l’infanzia nel mondo. Premiate le signore più glam in cappellino tra cui Livia Toniatti, Monica Vergone, Enrica Pagano. Strette di mano e saluti con gli assessori comunicali Alessandra Clemente e Annamaria Palmieri, Vito Grassi, title sponsor Graded e vicepresidente dell’Unione Industriali di Napoli.

Lascia un commento

quindici − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.