Diego Armando Maradona è morto. Napoli e il mondo del calcio in lutto

El Pibe de Oro si è spento all’età di 60 anni per un arresto cardiorespiratorio, secondo quanto riferito dal sito del quotidiano argentino El Clarins

Napoli, 25 novembre – Diego Armando Maradona è morto all’età di 60 anni per un arresto cardiorespiratorio. A riferirlo il sito del quotidiano argentino El Clarins, secondo il quale El Pibe de Oro sarebbe stato colpito da malore nella sua casa di Tigre, nei pressi della capitale Buenos Aires, dove si era stabilito dopo l’operazione alla testa fatta qualche settimana fa per la rimozione di un ematoma al cervello. Secondo le informazioni diffuse dai medici l’operazione era stata eseguita senza complicazioni.

Maradona verrà ricordato come il giocatore più forte di tutti i tempi della storia del calcio. Nella sua carriera ha segnato 312 gol a livello di club, a cui vanno aggiunti i 34 gol segnati in nazionale. Con lui il Napoli ha vinto due scudetti (nel 1987 e nel 1990), una Coppa Italia,  una Coppa Uefa e una Supercoppa Italiana. L’Argentina grazie a Maradona ha vinto un mondiale nel 1986. Tra le squadre in cui ha militato ci sono il Barcellona, il Siviglia e nei primi anni della sua carriera il Boca Juniors.

Lasciato il calcio giocato Maradona si era dedicato alla carriera da allenatore, guidando la nazionale Argentina dal 2008 al 2010. Ma da tutti verrà ricordato come un vera artista del calcio, un genio, colui che più di tutti ha contribuito a far avvicinare migliaia di giovani di tutto il mondo a questo sport. Per i napoletani se ne va un Re, per l’Argentina che ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale pure.

Lascia un commento

sette + diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.