Napoli: hub vaccinale al ‘Madre’ per due giorni

1 aprile apre Fagianeria. Verdoliva, arrivate in orario no attese

Sono proseguite anche oggi le vaccinazioni al Museo Madre di Napoli con 120 convocati tra over 80 e fragili del territorio del centro cittadino. Proseguite anche le dosi negli altri due hub vaccinali di Napoli, alla Mostra d’Oltremare e alla Stazione Marittima. Giovedì apre il quarto hub vaccinale alla Fagianeria del Bosco di Capodimonte.

L’Asl Napoli 1 oggi ha programmato in una riunione per l’attività dei prossimi giorni. Il Madre dopo l’apertura del week end per l’avvio resterà chiuso fino a mercoledì poi da giovedì sarà attivo per due giorni probabilmente per i medici di medicina generale che si sono detti pronti a vaccinare ma non nel loro studio: nelle due giornate ai medici saranno dedicati i quattro box vaccini per loro pazienti fragili. Il Madre rimarrà poi aperto sabato e domenica prossimi per le vaccinazioni dei convocati dell’Asl Napoli1 con una previsione di oltre 300 vaccinati al giorno, dopo il primo week-end a 120 convocati a giornata. Ieri, intanto, è partita a Napoli la vaccinazione dei medici di base nei loro studi: i primi 20 medici scelti dall’Asl hanno vaccinato i 67 pazienti fragili tra studio e domicilio.

Il primo aprirà la Fagianeria di Capodimonte dove verranno convocati inizialmente cittadini senza distinzione di territorio: giovedì ci sono 500 convocati, venerdì 600, sabato e domenica e lunedì 800 al giorno. Il direttore dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva sottolinea: “Voglio chiedere a tutti ancora una volta – dice all’ANSA – di rispettare gli orari di convocazione, è molto importante, abbiamo fatto un grande sforzo per tarare bene il numero di persone da vaccinare per ogni ora e non va bene vedere persone in attesa che arrivano anche con 3-4 ore di anticipo. E’ importante rispettare l’orario, al massimo arrivare 30 minuti prima, ma non di più, lo chiediamo per cortesia e per evitare di dare l’immagine di file ed assembramenti che, per come è stata strutturata l’organizzazione, possono essere tranquillamente evitate con minore attesa per tutti con una maggiore fluidità nei percorsi che abbiamo organizzato”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.