Sentieri Mediterranei, festival internazionale di musica etnica

Diretto da Enzo Avitabile, dal 23 al 25 settembre a Summonte: concerti, artisti di strada, giocolieri, mangiafuoco, stand gastronomici e di artigianato, workshop, incontri, escursioni in montagna

bisserov-sistersAvellino, 11 settembre – Al via a Summonte, in provincia di Avellino, la XVIII edizione di “Sentieri Mediterranei”, festival internazionale di musica etnica diretto dal maestro Enzo Avitabile, compositore, musicologo, cantautore e polistrumentista partenopeo emblema della ricerca e della contaminazione di linguaggi musicali differenti.

Da venerdì 23 settembre a domenica 25 settembre il borgo irpino – poco più di 1500 anime, a quota 700 metri sulle falde orientali del Partenio – ospita concerti, artisti di strada, giocolieri, mangiafuoco, stand gastronomici e di artigianato, workshop, incontri, escursioni in montagna e momenti di arte e intrattenimento. Un’esperienza umana e sensoriale che, attraverso il linguaggio universale della musica, educa  alla tolleranza verso gli altri e favorisce la conoscenza e la solidarietà tra i popoli.

Ad anticipare la rassegna, gli Eventi all’Abbazia del Loreto che accoglieranno nei magnifici giardini del palazzo abbaziale irpino Chaterine Spaak in scena con “Il Piccolo Principe” (16 settembre) e i Solisti dell’Orchestra Scarlatti il 18 settembre.

Da venerdì 23 settembre spazio ai suoni del mondo con una tre giorni di spettacoli e concerti sui vari palchi allestiti a Summonte. Con particolare attenzione alle musiche dell’est Europa e alle tradizioni popolari del sud Italia. In scena, tra gli altri, Magnifico dalla Serbia, Naat Veliov e la sua euforica fanfara macedone Kočani Orkestar, il coro bulgaro delle Bisserov Sisters (in foto), lo stesso Avitabile con il progetto “Tammurriata Nova e numerosi artisti campani: Marcello Colasurdo, O Rom, Nantiscia, Napulia.

Sentieri Mediterranei, festival internazionale di musica etnica con eventi in abbazia, è un evento organizzato dal comune di Summonte con il sostegno della Regione Campania. Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.