Coronavirus, De Luca avverte gli altri governatori: “Nessuna corsa alla riapertura o la Campania chiuderà i suoi confini”

Il governatore: “Se avremo corse in avanti in zone d’Italia dove c’è forte contagio faremo ordinanza per vietare l’ingresso a chi proviene da quelle Regioni”

Napoli, 17 aprile – “C’è chi preme per affrettare la ripresa di tutto ma dobbiamo avere grande senso di responsabilità”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus covid-19. De Luca nel fare questo appello agli altri governatori ha avvertito che se si verificasse una corsa alla riapertura “in Regioni dove c’è un forte contagio, la Campania chiuderà i suoi confini”, cioè sarà fatta “un’ordinanza per vietare l’ingresso dei cittadini provenienti da quelle Regioni”.

“In Lombardia, ancora ieri, abbiamo registrato circa mille nuovi contagi. Nel Veneto, che sta messo meglio, abbiamo registrato quasi 400 nuovi contagi. Nel Piemonte abbiamo registrato 800 nuovi contagi. Questa è la realtà che abbiamo di fronte a noi. Se una regione d’Italia con situazione epidemiologica assolutamente non tranquillizzante accelera in maniera non responsabile e non coerente con i dati del contagio, rischia di rovinare l’Italia intera”, ha spiegato De Luca.

Il governatore ha poi rivendicato di “aver salvato la Campania assumendo decisioni due settimane prima del governo”. Quanto alla ripresa delle attività “dovrà essere graduale” e in queste ore “si sta lavorando a un protocollo di sicurezza per non dover poi richiudere le attività”.

Tra le altre cose De Luca ha parlato delle mascherine il cui uso in Campania sarà obbligatorio. “Le mascherine – ha detto De Luca – arriveranno nelle case dei campani grazie ad una intesa con le Poste Italiane. Al momento è stata avviata la distribuzione alle categorie a rischio”.

Lascia un commento

19 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.