De Luca commissario alla Sanità. Il governatore in un audio: “Abbiamo il 25% di strutture sanitarie private, migliaia di persone”, per convincere i sindaci a far votare Sì al referendum

Approvato, in commissione Bilancio nell’ambito della finanziaria, quello che è stato definito “l’emendamento De Luca”

de-lucaNapoli, 24 novembre – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stato nominato commissario alla sanità della Regione. L’emendamento è stato approvato in commissione Bilancio durante il voto sull’ultima legge finanziaria. Il voto si è concluso con 18 favorevoli, 12 contrari e un astenuto (Bruno Tabacci di Centro Democratico).

“È palesemente un emendamento creato ad hoc per De Luca”, hanno protestato le opposizioni. Il presidente della Campania, ha replicato: “Vorrei ricordare che si tratta di una proposta avanzata unitariamente dalla Conferenza delle Regioni ben prima che si aprisse questo dibattito, ed è una iniziativa volta a rimuovere una situazione assurda per la quale fino a un anno fa erano commissari per la Sanità i presidenti che avevano determinato il debito, mentre non possono esserlo coloro che la stanno risanando”.

Appare però preoccupante che la nomina arrivi dopo le gravi parole pronunciate dal presidente della Campania in un incontro a porte chiuse con 300 amministratori locali della Regione. De Luca, nella riunione tenutasi all’Hotel Ramada lo scorso 15 novembre per convincerli a far votare “Sì” al referendum costituzionale del 4 dicembre, parlò anche della sanità privata. “Abbiamo cercato di spiegare – si sente nell’audio della riunione diffuso dal Fatto Quotidiano a due teste di sedano che non siamo la Toscana, qui ci sono il 25% di strutture sanitarie private, sono migliaia di persone. Credo che per come ci siano mossi in questi mesi ci sia rispetto da parte dei titolari di strutture private. Possiamo permetterci di chiedere a ognuno di loro, per ogni clinica e ogni laboratorio, di fare una riunione con i propri dipendenti. Sono 400 laboratori – continuò De Luca – e quindi un blocco abbastanza organizzato, migliaia di persone”.

Dopo queste parole De Luca appare la persona meno adatta a svolgere il ruolo di presidente alla sanità campana, ma a quanto pare Renzi ha deciso di giocarsi anche questa carta.

Lascia un commento

5 + 20 =