Gianni Lettieri si avvicina a De Luca e annuncia: “Lascio il Consiglio comunale”. Forza Italia: “Commesso un errore nella scelta del candidato”

L’imprenditore ha annunciato che lascerà il Consiglio comunale, perché secondo lui “l’Aula è diventata ormai solo una farsa a discapito di quei consiglieri che vorrebbero invece fare gli interessi dei napoletani”

Gianni Lettieri, candidato del centrodestra alle Elezioni comunali di Napoli del giugno scorso, è ormai prossimo a lasciare i banchi dell’opposizione in Consiglio comunale. È lo stesso Lettieri ad annunciarlo, nel corso di un’intervista al Corriere del Mezzogiorno.

L’imprenditore ha annunciato che lascerà il Consiglio comunale, perché secondo lui “l’Aula è diventata ormai solo una farsa a discapito di quei consiglieri che vorrebbero invece fare gli interessi dei napoletani”. Lettieri vede il Consiglio comunale come “un mercato dei favori dove si va a caccia di questo o quel consigliere di altre forze politiche pur di sopravvivere”.

Lettieri smentisce di guardare con interesse al movimento Campania Libera, che nel Consiglio regionale della Campania fa parte della maggioranza che sostiene l’ex sindaco di Salerno. “Non è così – dice –. È vero invece che con De Luca ci sia un’intesa sulle cose da fare. Le mie liste hanno lavorato bene e il risultato non possiamo che metterlo a disposizione di chi, contrariamente a de Magistris, sta lavorando bene per Napoli e la Campania”. Con De Luca, sostiene Lettieri, “esiste un’intesa per il bene di Napoli e per portare avanti le istanze dei cittadini e dei tanti che hanno riposto fiducia in me. Questa – aggiunge – è un’intesa finalizzata a trovare soluzioni ai problemi della città. Non sono intese politiche perché io, come detto più volte, non faccio politica”.

Che Lettieri non faccia politica non corrisponde però a realtà. Inoltre gira voce che quest’ultimo possa decidere di partecipare alle prossime politiche. A lui starebbe pensando Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico del governo Gentiloni, impegnato da mesi nella costruzione di un nuovo soggetto politico nel campo dei moderati. Oltre a Lettieri potrebbero far parte di questo nuovo movimento politico i campani Gianni Punzo, presidente del Cis di Nola, e…De Luca! Certo, bisognerà anche vedere se ci sarà la scissione nel Pd. “Una tragedia” secondo De Luca, che ultimamente sembra essersi riavvicinato a Renzi, dopo il periodo post referendum costituzionale di gelo assoluto tra i due.

Fantapolitica? Se lo sia o meno si capirà solo nei prossimi giorni o al massimo nelle prossime settimane. Resta il fatto che Forza Italia sia molto delusa dal comportamento di Lettieri. In una nota congiunta il senatore Domenico De Siano e l’onorevole Paolo Russo, rispettivamente Coordinatore regionale campano di Forza Italia e Coordinatore di Forza Italia della Città metropolitana di Napoli, scrivono: “Prendiamo atto della volontà di Gianni Lettieri di far coincidere l’impegno civico e, dunque politico, con le sue amicizie. Sono scelte personali e umane. Quanto alle sue dichiarazioni sferzanti, nessuna meraviglia: puntualmente, dopo ogni sconfitta, Lettieri riesce sempre ad individuare un responsabile che non sia lui. Cinque anni fa fu la volta del presidente Berlusconi, oggi, più genericamente, tocca al centrodestra. Per quanto ci riguarda – concludono –, a noi resta solo l’amara constatazione, confermata poi dagli elettori, di aver commesso un errore nella scelta del candidato”.

Lascia un commento