Bacoli Centro primo quartiere di “differenziamoci”

L’Amministratore Unico Sanfelice di Bagnoli: “Un’iniziativa di sensibilizzazione per rendere i cittadini protagonisti del loro impegno nella raccolta differenziata e rafforzare il ‘modello’ Bacoli”

È Bacoli Centro con una percentuale pari al 91,21% il quartiere che ha differenziato meglio i rifiuti nel mese di aprile 2023 e che potrà godere, per tutto maggio, del ritiro illimitato di rifiuti ingombranti (attualmente previsto gratuitamente per un numero limitato di tre pezzi), dietro prenotazione. Sono i risultati di “Differenziamoci”, la Eco Challenge lanciata il 1° aprile scorso dalla Flegrea Lavoro Spa, l’azienda di igiene urbana del Comune di Bacoli, e che vede i quartieri bacolesi sfidarsi a colpi di raccolta differenziata. Ad essere premiato il quartiere che in un mese ha raggiunto la percentuale più alta di raccolta differenziata

Il quartiere di Bacoli Centro, in particolare, comprende parte del borgo antico più via Risorgimento, via Cerillo e via Lungolago con le rispettive traverse. Ha avuto la meglio sugli altri quartieri a cui è aperta la gara e cioè:

Fusaro (85,71%)
Cuma (90,33%)
Baia – Capo Miseno – Miliscola (88,19%)
Scalandrone (85,70%)
Cappella – Torregaveta (88,65%)
Bellavista (90,85%)

“L’operazione messa in campo da Flegrea Lavoro – spiega il Sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione – ha messo in moto un meccanismo che aumenta la sinergia positiva fra le diverse frazioni e quartieri cittadini. Il tutto in continuità con il modello virtuoso di smaltimento dei rifiuti di cui sono protagonisti i cittadini e che ci sta consentendo di ottenere risultati importanti, con percentuali di differenziata sempre più alte.”

“Un modo per sensibilizzare la popolazione sul corretto smaltimento dei rifiuti e rafforzare il ‘modello Bacoli’ su cui stiamo puntando con grande determinazione – commenta Valentina Sanfelice di Bagnoli, Amministratore Unico di Flegrea Lavoro Spa – Con la eco challenge, in particolare, mettiamo al centro i cittadini che quotidianamente si impegnano a separare i rifiuti nelle proprie case e che, in questo modo, potranno avere contezza dei risultati raggiunti dal proprio quartiere e godere di una piccola ricompensa. Allo stesso tempo aumentiamo la consapevolezza dei vantaggi di un corretto smaltimento dei rifiuti e garantiamo una città più pulita.”

FOTO: Riccardo Rippa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.