Comune di Napoli, oltre 700 milioni di tassa sui rifiuti non pagata. Baretta: “Così non andiamo da nessuna parte”

L’appello dell’assessore al Bilancio: “Battaglia comune tra maggioranza e opposizione per lanciare un messaggio condiviso contro l’evasione”

Napoli, 25 maggio 2023 – “Bisogna pensare a una battaglia comune tra maggioranza e opposizione per lanciare un messaggio condiviso contro l’evasione: non andremo da nessuna parte finché solo il 18% dei napoletani pagherà le multe e finché ci saranno oltre 700 milioni di Tari non pagata, ed è un dato che deve destare soddisfazione il recupero di oltre 200 milioni euro in dodici mesi”. A dirlo l’assessore al Bilancio del Comune di Napoli, Pier Paolo Baretta, durante la discussione in Consiglio comunale per la delibera di approvazione del Rendiconto di Gestione 2022, approvato a maggioranza con 21 voti favorevoli, 4 contrari delle opposizioni e 2 astenuti (i consiglieri Lange e Clemente).

L’assessore ha spiegato che il Rendiconto 2022 del Comune presenta un significativo miglioramento della situazione finanziaria, che passa da 4,9 miliardi dello scorso anno a 4,5 al 1° gennaio 2023, consolidando in maniera significativa il percorso di risanamento avviato lo scorso anno con il patto per Napoli. Il dato più significativo riguarda la riduzione dell’indebitamento, con il recupero di 169 milioni.

“Questo buon risultato – ha affermato Baretta – consente alla città di Napoli di scendere sotto la soglia-barriera dei 2 miliardi, ma ciò non significa affatto che siamo fuori dalle secche che rischiano di arenarci, come si vedrà parlando, ad esempio, di riscossione o di debiti fuori bilancio (pari a oltre 41 milioni di euro) o quando si discuterà del bilancio preventivo 2023-2025”. “Per quanto riguarda le vendite e le alienazioni del patrimonio comunale, nel 2022 vi è stato un incasso totale di quasi 10 milioni di euro. Migliorate le entrate anche grazie all’aumento degli incassi legati all’IRPEF e alla tassa di soggiorno, resta il problema della riscossione, ancora al 50%, rispetto alla platea individuata. Fondamentale in questo senso sarà l’azione della società di riscossione Napoli Obiettivo Valore” (vai all’articolo).

“Perseguire e migliorare il buon governo sulla strada tracciata dalle misure previste dal Patto per Napoli: questa deve essere la priorità della Giunta e del Consiglio comunale e sarà fondamentale la capacità di condividere nel prossimo futuro questi obiettivi con i cittadini napoletani”, ha concluso l’assessore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.