Campi Flegrei, Antonio Caso: “Sospendere tasse, tributi e mutui”

Il parlamentare puteolano ha chiesto al governo Meloni di mettere in campo una serie di misure, come la sospensione di tasse, tributi e mutui, per dare risposte ai cittadini che abitano nell’area Flegrea e stanno facendo i conti con i danni provocati dalle scosse di terremoto di questi giorni

Si sospendano tasse, tributi e mutui oltre a dare ristori alle attività commerciali e sovvenzioni a chi vuole abbandonare spontaneamente l’area. È quanto chiede al governo Meloni il parlamentare puteolano del Movimento 5 Stelle Antonio Caso per i cittadini dell’area Flegrea, che stanno facendo i conti con i danni provocati dalle scosse di terremoto di questi giorni. “Bisogna sospendere subito tasse, tributi e mutui così come immaginare ristori per tutte quelle attività commerciali che hanno visto sparita la loro clientela e prevedere sovvenzioni per chi vuole abbandonare spontaneamente l’area ma non ha le possibilità economiche per farlo”, ha affermato. “Molti cittadini stanno lamentando assenze di informazioni e poca chiarezza sulle pratiche di sgombero, che secondo alcuni starebbero avvenendo con troppa superficialità. Su questo chiediamo maggiore attenzione”, ha aggiunto.

Poi l’invito al ministro per la Protezione civile Nello Musumeci, che in questi giorni ha accusato i cittadini di sapere di vivere in un territorio difficile e che presenta dei rischi. “Invece di provare a giustificare le dichiarazioni rilasciate due giorni fa, metta in campo tutti gli sforzi necessari per dare risposte concrete alla comunità flegrea. Meno chiacchiere e più fatti”, ha affermato il parlamentare pentastellato.

Proprio Musuceci intanto a incontrato quest’oggi alcuni sindaci dell’area interessata dal bradisismo: quelli di Napoli, Pozzuoli e Bacoli. “Servono dai 500 ai 700 milioni per mettere in sicurezza tutto – ha affermato il sindaco di Napoli –. Per l’edilizia privata avremo una stima più avanti. Dobbiamo gestire l’ordinarietà affinché i cittadini possano vivere il fenomeno con la maggiore serenità possibile. Bisogna andare avanti con maggiore celerità, completando tutte le valutazioni. Occorre continuare con il percorso del decreto sui Campi Flegrei, con investimenti per il patrimonio e finanziamenti per le strutture private. Il bradisismo – ha aggiunto – è un fenomeno con il quale dobbiamo convivere. Questo è un fenomeno che tocca la sensibilità dei cittadini. Noi dobbiamo mantenere la calma come istituzioni”.

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.