Ex Opg occupato “Je so’ pazzo” pubblica foto di poliziotti che lanciano sassi ai manifestanti del corteo contro Renzi

Immagini inquietanti messe on line sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter dai ragazzi del centro sociale napoletano Ex Opg occupato “Je so’ pazzo” che non lasciano spazio alla fantasia

Polizia sassiAlmeno un poliziotto in divisa in un trittico di immagini è ritratto intento a raccogliere un sasso e a lanciarlo sui manifestanti. Sullo sfondo si intravedono i new-jersey in plastica bianca e rossa che solitamente ritroviamo sul lungomare Caracciolo per delimitare la pista ciclabile.

Qualora queste foto si riferissero alla manifestazione dei movimenti di disoccupati, studenti e centri sociali, l’accusa che il problema di ordine pubblico fosse causato dai manifestanti sarebbe del tutto infondata. Chi è stato a provocare chi? È questa la risposta delle forze dell’ordine in un paese civile?

C’è da chiedersi cosa passasse per la testa del poliziotto per compiere un atto violento ed inqualificabile come quello immortalato nelle foto. E non basta. Occorre fare chiarezza, aprire un’inchiesta ed individuare chi, pur indossando una divisa, si è lasciato andare in un’azione violenta e provocatoria.

Questo il post sui social dell’ex Opg occupato “Je so pazzo”:

FATE GIRARE! Napoli, corteo contro Renzi. ai poliziotti non bastavano il manganello, gli idranti, i lacrimogeni sparati ad altezza uomo. hanno raccolto sassi e li hanno tirati sui manifestanti.
Non c’è niente da fare, in Italia non perdono mai il vizio. ora capite perché la polizia e il Governo Renzi non hanno voluto mettere i codici identificativi sulle divise, come nel resto d’Europa? E poi i violenti e i delinquenti sarebbero i cittadini che protestano!

Lascia un commento

6 + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.