Bacoli, dimissioni per 9 consiglieri. Comune verso il commissariamento

Il sindaco, Della Ragione, non ha più i numeri in Consiglio comunale per continuare l’esperienza alla guida del comune Flegreo

Josi.Gerardo.Della.RagioneNapoli, 4 luglio – A Bacoli 9 consiglieri comunali, tra maggioranza (Bacoli Libera) e opposizione (di centrodestra) hanno formalizzato le proprie dimissioni. Il sindaco, Josi Gerardo Della Ragione, non ha più i numeri in Consiglio comunale per continuare l’esperienza alla guida del comune Flegreo e a ore sarà nominato il commissario prefettizio che guiderà la città fino alle prossime elezioni amministrative.

Le dimissioni sono state firmate da Dario Perreca, Alessandro Radice, Valentina De Cicco, Antonio Carannante, Alessandro Capuano con i consiglieri di Forza Italia Ermanno Schiano, Simone Scotto di Carlo, Monica Carannante e Nello Savoia di Fratelli d’Italia. In mattinata è stata protocollata in Municipio anche una mozione di sfiducia del Pd a Della Ragione e a alla sua Giunta.

I dimissionari di “Bacoli Libera”, ai microfoni del quotidiano Il Mattino, puntano il dito verso quella che chiamano la “disinvolta politica di alleanze opportunistiche, come quella col Pd” e “i casi di intolleranza e intimidazione dei dissenzienti sempre più numerosi e gravi, accompagnati da atti completamente al di fuori della legge”. Inoltre respingono “l’accusa di essersi alleati con gli ex avversari”.

Non la pensa così il primo cittadino. “Ci sono persone – ha dichiarato Della Ragione ai microfoni di Fanpage.it che non hanno saputo non ascoltare le sirene di un passato fatto di clientelismo, di una politica che ha affossato il territorio e che vuole rimettere le mani sulla città. Avevamo approvato il piano di riequilibrio finanziario e il ministero stava per dare parere favorevole. Era pronto un piano per assegnare i terreni agricoli come orti sociali e abbiamo sottratto i lidi per concessioni date abusivamente dieci anni fa. Abbiamo fatto un giro di vite contro coloro che non volevano pagare le tasse e messo la parola fine all’abusivismo edilizio, penso ad esempio all’abbattimento dell’ecomostro del Fusaro. Stavamo per riuscire a salvare il Centro Ittico, di cui il Comune di Bacoli è il principale creditore, acquisendo a patrimonio comunale i beni di maggior pregio: a pochi giorni dalla riuscita è stato messo fine a questo progetto”.

“Non c’è – continua Della Ragione – una motivazione dietro a queste dimissioni dei miei ex consiglieri comunali. La nostra sfida va avanti e – conclude – uso un termine calcistico: non è un addio ma un arrivederci”.

Sui social intanto è iniziato il tamtam e sono tante le manifestazioni di solidarietà nei confronti del sindaco. Nel pomeriggio, alle ore 18.00, alcuni cittadini si raduneranno nei pressi della Villa Comunale di Bacoli, per ribadire la propria vicinanza a Della Ragione.

Lascia un commento