Valeria Valente sfiduciata, i consiglieri comunali Pd la invitano a dimettersi da Capogruppo in Consiglio comunale

I consiglieri comunali del Pd hanno sfiduciato formalmente la Valente, a seguito del caso Listopoli, con un documento inviato alla segreteria del Partito Democratico a Napoli

Napoli, 6 marzo – I consiglieri comunali del Pd Aniello Esposito, Federico Arienzo e Alessia Quaglietta, a seguito del caso Listopoli e cioè dei candidati a loro insaputa alle ultime Elezioni comunali di Napoli inseriti nella lista Napoli Vale (vai all’articolo), hanno sfiduciato la consigliera Valeria Valente invitandola a dimettersi dalla carica di Capogruppo in Consiglio comunale.

Il documento è stato inviato alla segreteria del Partito Democratico di Napoli e, per conoscenza, alla segreteria regionale. Il documento non è stato firmato da Salvatore Madonna, autosospesosi dal Pd a seguito dell’inchiesta della Procura di Napoli che lo vede indagato insieme a Gennaro Mola (compagno della Valente, ndr) e all’ex diessino Renato Vardaro. Sia Madonna che la Valente non erano presenti alla seduta del Consiglio comunale tenutasi questa mattina nell’Aula di via Verdi. Proprio quest’ultima, con la richiesta formale dei consiglieri Pd, potrebbe decidere di fare un passo indietro e dimettersi da Capogruppo.

Lascia un commento