Comune di Napoli, de Magistris: “Hanno fatto di tutto per mettere in ginocchio una città”

L’ex sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parla dei rapporti con i governi e con la Regione Campania nei suoi 10 anni da primo cittadino

“Per dieci anni ho cercato in tutti i modi il sostegno dei vari governi nazionali, anche di quello di cui faceva parte Manfredi (attuale sindaco, ndr). Abbiamo trovato sempre un silenzio assordante, anzi, dico di più, una volontà pervicace di non sostenere Napoli, perché Napoli dava fastidio per quello che rappresentava nella sua rinascita culturale. Dava fastidio un’esperienza amministrativa totalmente, libera, autonoma indipendente e onesta. Pur di attaccare un’amministrazione che non apparteneva al sistema, hanno fatto di tutto per mettere in ginocchio una città e un popolo. Questa è una cosa che non gli perdonerò mai dal punto di vista morale”. A dirlo ai microfoni di Canale 9 l’ex sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando dei rapporti con i governi e con la Regione Campania nei suoi 10 anni da primo cittadino.

De Luca è stato l’avversario più aggressivo, ha praticato la teoria che la città e de Magistris dovevano essere messi in condizioni di non operare – ha sottolineato l’ex sindaco –. E quando una Regione non si comporta correttamente sul piano istituzionale è grave. Lo ha anche confessato: finalmente possiamo riprendere a finanziare il comune ha detto pochi giorni fa il presidente della Regione Campania De Luca”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.