A Procida 2022 la scienziata dei buchi neri: De Laurentis inaugura gli “Esercizi sul futuro”

Domenica 22 maggio in programma il talk “L’istinto del limite” con l’astrofisica, tra i protagonisti dell’ultima sensazionale scoperta di Sagittarius A*

Lo scorso 12 maggio è stato svelato, per la prima volta, il “volto” del buco nero al centro della via Lattea, a 27 mila anni luce dalla Terra. Il mondo ha così ammirato le prime immagini di Sagittarius A*, fotografato dalla rete di telescopi del progetto internazionale Event Horizon Telescope. Nel team di 300 ricercatori di 80 istituti in tutto il mondo che insieme formano la Collaborazione EHT, con otto radiotelescopi posizionati in punti strategici del globo per riuscire a fotografare un corpo celeste con una massa 4 milioni di volte più grande del nostro sole, c’è un’astrofisica napoletana, Mariafelicia De Laurentis.

Parte da lei, domenica 22 maggio alle 17.30 in piazza dei Martiri a Procida, l’iniziativa “Esercizi sul futuro. Dialoghi su contemporaneità e antropocene”, a cura di KforB (già ideatore di Innovation Village) e nell’ambito di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022. Un percorso che prevede sei incontri con personalità del mondo scientifico e culturale il 22 di ogni mese, con l’obiettivo di dar vita a una riflessione che da diverse angolature attraversi il tema dei confini, per tratteggiare un futuro in cui questa parola non sia più sinonimo di barriera.

“Con questo ciclo di incontri e partendo da uno dei temi più affascinanti del nostro sapere, la conoscenza dell’universo e il senso di limite che sembra suggerirci, inizieremo a interrogarci, dall’osservatorio di una piccola isola, sulle molteplici contraddizioni della contemporaneità per favorire una nuova consapevolezza nella cittadinanza”, spiega Agostino Riitano, direttore di Procida 2022.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.