Movida, a Napoli Manfredi annuncia un regolamento con sanzioni più severe

Obiettivo del nuovo regolamento, afferma il sindaco di Napoli, è quello di “coniugare il giusto esercizio della libertà personale con il desiderio dei giovani di poter organizzare il loro tempo libero all’insegna della vivibilità e di più sicurezza”

“Non possiamo andare oltre una serie di strumenti nella disponibilità del sindaco perché regolamentare la movida è un tema nazionale. Dobbiamo coniugare il giusto esercizio della libertà personale con il desiderio dei giovani di poter organizzare il loro tempo libero all’insegna della vivibilità e di più sicurezza. Stiamo per approvare un nuovo regolamento che ci consentirà di emettere sanzioni più severe”. A dirlo il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, parlando del tema della movida, tema che è al centro delle polemiche a livello nazionale per la questione del rave party di Modena, a cui ha fatto seguito una norma del governo Meloni per istituire una nuova fattispecie di reato.

“È chiaro – ha proseguito il sindaco – che c’è un problema strutturale che può essere risolto solo alla fine con la delocalizzazione di alcune attività. Ci sono delle iniziative che stiamo mettendo in campo per spostare i giovani in altri siti meno affollati perché è chiaro che quando si mettono più locali in vicoli stretti si crea caos. Abbiamo già fatto un’ordinanza e – ha concluso – cercheremo di aumentare i controlli e lavorare ancora di più sulle sanzioni. Sul tema speriamo anche di avere una collaborazione dal governo nazionale che ci aiuti a individuare strumenti per un migliore controllo della movida”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.