Caivano, botta e risposta tra De Luca e il Governo

Il governatore giudica eccessiva la presenza dei ministri del governo Meloni a Caivano e se la prende in particolare con il ministro dell’Agricoltura Lollobrigida per aver fatto fermare il Frecciarossa sul quale viaggiava in una stazione nella quale non era prevista fermata (a Ciampino, vicino Roma), proprio per recarsi nel Comune alle porte di Napoli

“Registriamo un passaggio continuo di ministri del Governo a Caivano, quindi abbiamo trovato una soluzione per accogliere i pellegrini del Governo. Abbiamo deciso di installare a Caivano una tenda della Protezione Civile così li ospitiamo quando vengono in pellegrinaggio”. A dirlo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, parlando del ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida, sceso dal Frecciarossa alla stazione di Ciampino (dove non era prevista fermata, ndr) per recarsi a Caivano. “Era diretto a un parco realizzato dai Carabinieri – proseguito De Luca – ma cosa c’entra Lollobrigida con i Carabinieri? Si è arruolato?  Comunque esprimiamo solidarietà al Governo delle cerimonie e abbiamo deciso di installare due tende della protezione civile per ospitare tutti quelli che vengono in gita scolastica, tutti i ministri che immagino saranno qui fino alle elezioni europee e poi scompariranno, come erano scomparsi prima. Fatela finita e rispettate la dignità di Caivano, che non sapete neanche dov’è. Dove eravate in questi anni e decenni?

A stretto giro la risposta al governatore da parte degli esponenti di governo. “Caro presidente De Luca, Caivano non si aiuta con un caffè propagandistico. Caivano conoscerà finalmente dopo oltre quaranta anni una stagione in cui la bellezza prevarrà sulla bruttezza. E ciò avverrà nonostante il suo atteggiamento menefreghista. E di questo oltre che agli elettori dovrà rendere conto anche alla sua coscienza”, recita una nota firmata da Matteo Piantedosi, Adolfo Urso, Francesco Lollobrigida, Giuseppe Valditara, Anna Maria Bernini, Luca Ciriani, Paolo Zangrillo, Andrea Abodi, Alessandra Locatelli, Alfredo Mantovano, Maria Teresa Bellucci, Pina Castiello, Isabella Rauti e Claudio Barbaro.

Parole alle quali De Luca ha risposto con un post sui social: “Un audace comunicato di palazzo Chigi ci informa che siamo arrivati nientemeno che a 14 con i membri di governo avvistati a Caivano. Ma non è tutto. Dopo l’arrivo del ministro-ferroviere Lollobrigida, il comunicato giura che si apre finalmente ‘una stagione in cui la bellezza prevarrà sulla bruttezza’. Onestamente, il testimonial scelto non appare adeguato all’obiettivo”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.