Santo Stefano in musica alla Reggia di Caserta

L’Orchestra da Camera di Caserta, diretta da Antonino Cascio, e il pianista Bruno Canino per il tradizionale “Concerto per un Giorno di Festa”. Martedì 26 dicembre 2023 ore 11.15 Cappella Palatina

Martedì 26 dicembre 2023 alle ore 11.15 presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta si terrà il tradizionale Concerto per un Giorno di Festa con l’Orchestra da Camera di Caserta diretta da Antonino Cascio e con l’insigne pianista Bruno Canino tra i più rappresentativi pianisti internazionali, tra i più assidui solisti ospiti dell’evento. Il concerto, giunto alla trentaduesima edizione, è tra i seguiti eventi delle festività natalizie e quest’anno si colloca nell’ambito delle Celebrazioni vanvitelliane – Progetto Music’al tempo di Vanvitelli.

In programma capolavori del classicismo, tra cui la Sinfonia in re maggiore KV 81 di Wolfgang Amadeus Mozart, il Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra e la Sinfonia in mi bemolle maggiore n. 76 di Franz Joseph Haydn. Si tratta di brani che, al pari dell’opera di Vanvitelli, proiettano la sontuosità tardo-barocca verso il razionalismo, la compostezza e la brillantezza delle linee classiche.

Il progetto “Music’al tempo di Vanvitelli”, scelto dal comitato scientifico del Museo nell’ambito del piano di valorizzazione partecipata della Reggia di Caserta, si avvale del sostegno del MiC e della Regione Campania. Trae spunto da quanto colto dal Sommo Architetto in occasione della rappresentazione al Teatro di San Carlo di Napoli dell’opera “Alessandro nelle Indie” di Johann Cristian Bach “…Conviene confessare che la Musica non è più privativa dell’Italia. L’armonia, la dolcezza, la grazia, la regolata varietà, e tutt’altro che costituisce Musica e Melodia praticata da questo valentissimo uomo (J.C. Bach) mi ha sorpreso come ogni altro di Napoli…” (Lettera del 16 gennaio 1762). Vanvitelli, dunque, coglie con sorprendente acume e anticipo il nuovo corso della musica e gli elementi che caratterizzeranno quello che viene comunemente definito lo “stile classico”. Il progetto ha avuto inizio con grande successo la scorsa primavera e proseguirà per tutto il periodo delle Celebrazioni. Il concerto si avvale anche della collaborazione degli “Amici della Reggia” ed è promosso anche dai circuiti Aiam e Med.

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.