Vesuvio Race, lo spettacolo delle vele all’ombra del Vulcano

Boom Iscrizioni: 50 imbarcazioni al via sabato 6 aprile (ore 11). Castellammare, Torre Annunziata, Procida, Marina della Lobra i luoghi dove assistere alla regata da terra

Torre Annunziata, 3 aprile 2024 – Tutto pronto per la quinta edizione della Vesuvio Race, regata velica in programma nel calendario nazionale sabato 6 aprile (partenza ore 11) nelle acque del Golfo di Napoli. Cinquanta  saranno le imbarcazioni in gara con equipaggi provenienti da diverse regioni italiane che hanno confermato la loro presenza. In lista iscritti compaiono “Soulaima” di Davide Russo, la barca che difende il guidone del Reale Yacht Club Canottieri Savoia che ha vinto in classe ORC la 52esima edizione del Campionato Invernale di Vela d’Altura del Golfo di Napoli. E ancora “Pappiciotto” del Circolo Nautico Torre del Greco, protagonista della classe Sport Boat e “Globulo Rosso” dello Yacht Club Gaeta protagonista della Tre Golfi di qualche anno fa tra le più competitive del lotto.

Questi sono solo alcuni dei protagonisti della quinta edizione della Vesuvio Race, manifestazione che, come da tradizione, è studiata per far godere la vela al pubblico da terra, nell’immaginario collettivo sport che si pratica al largo ma che presenterà alcune boe sotto costa per godere dello spettacolo. Come sul litorale di Castellammare, oppure la baia di Torre Annunziata, la Corricella a Procida o Marina della Lobra, di fronte lo scoglio del Vervece. La regata è organizzata dal Circolo Nautico di Torre Annunziata con il supporto essenziale del Porto Turistico di Marina di Stabia, sede logistica della manifestazione sin dalla prima edizione nel 2018. La lista completa di tutti gli iscritti può essere consultata al link: https://www.vesuviorace.com/iscritti/

L’evento apre il circuito delle più importanti regate offshore previste in V ZONA e lambisce la costa del Golfo di Napoli, accarezzandone i maggiori punti di interesse. La regata si sviluppa infatti in tre percorsi di varie difficoltà che, partendo da Marina di Stabia, toccano diversi luoghi del territorio, come ad esempio le isole di Procida, Ischia, Capri e lo scoglio del Vervece, per poi navigare lungo la costiera sorrentina. Si tratta di uno spettacolo affascinante non solo per gli equipaggi che si confronteranno in mare, ma anche per chi vorrà seguire la sfida dalla terraferma.

Dove assistere alla regata? – Point 1: Partenza. Castellammare di Stabia – Torre Annunziata:  Sarà possibile assistere allo spettacolo della partenza nelle acque antistanti il litorale Stabiese, nella tarda mattinata di sabato 6 aprile (primo segnale di partenza alle ore 11:00 utc);

– Point 2: Boa di Torre Annunziata. Una volta partite, le flotte si dirigeranno verso una boa gialla posizionata sotto costa nella baia di Torre Annunziata per poi proseguire il proprio percorso. La boa sarà veramente vicina alla costa e quindi facilmente visibile  dal litorale torrese.

– Point 3: Marina di Corricella. La flotta principale raggiungerà la boa di Procida, posizionata a poche spanne dalla baia della Corricella, il cui passaggio può avvenire già dal primo pomeriggio a seconda delle condizioni e dalla velocità delle imbarcazioni. In ogni caso sarà possibile monitorare la flotta grazie al servizio di Tracking

– Point 4: Scoglio del Vervece. L’agguerrita flotta degli sport boat (“I piccoli”) si dirige invece verso lo scoglio del Vervece, distante meno di un miglio dal porticciolo di Marina della Lobra (Sorrento). Una flotta che rimane per lo più compatta data l’omogeneità delle imbarcazioni partecipanti.

Come seguire la regata a distanza? Tutti i curiosi e gli appassionati potranno consultare il tracking live della regata, aggiornato in tempo reale, consultabile al link che verrà reso disponibile sui canali ufficiali e sui canali social della manifestazione. Ogni imbarcazione in gara seguirà uno dei tre percorsi previsti:  Vesuvio Race, Vesuvio Race Light e Vesuvio Race Coastal.

Il weekend si aprirà con un incontro pre-regata con i team, un briefing volto a descrivere il quadro delle condizioni meteo marine a cura del Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina e Atmosferica dell’Università Parthenope diretto dal prof. Giorgio Budillon. Seguirà la preparazione degli equipaggi che si appresteranno a raggiungere la linea del via, pronti per il segnale di partenza previsto per le ore 11:00 di sabato mattina.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.