Voti in cambio di favori, consigliere comunale di Napoli finisce agli arresti domiciliari

Arresti domiciliari per Gennaro Castiello, consigliere comunale di Napoli nelle fila del Pdl e Mario Maggio, consigliere della IV Municipalità

votoNapoli, 10 marzo – Quattro persone sono state arrestate a Napoli con l’accusa di voto di scambio durante le politiche del 2013.

I quattro indagati sono Gennaro Castiello, classe 1975, consigliere comunale di Napoli nelle fila del Pdl, Mario Maggio, 41enne, consigliere della IV Municipalità, insieme a Domenico De Santis, 62 anni e Ciro Manna, 41 anni. Nel corso delle indagini e delle intercettazioni, coordinate dalla Procura partenopea, i militari hanno accertato il coinvolgimento degli arrestati nell’attività di procacciamento voti a favore di un candidato Gennaro Castiello, appunto, non eletto, alla Camera dei deputati.

Ricordiamo che Castiello, che avrebbe messo a disposizione “denaro e altre utilità”, era candidato nella lista del Mir nel collegio Campania I (Camera dei deputati) alle elezioni politiche svoltesi il 24 e il 25 febbraio scorso.

L’operazione è scattata all’alba di oggi. L’indagine, scaturita da una denuncia, ha prodotto l’accusa di corruzione elettorale a carico dei quattro. Ad incastrare gli indagati vi sarebbero prove documentali acquisite durante le perquisizioni ed intercettazioni telefoniche ed ambientali disposte dal pm. I carabinieri di Napoli e Poggioreale hanno notificato ai quattro l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Napoli.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.