Elezione presidente della Repubblica, in crescita i voti per il napoletano Paolo Maddalena

Il giurista napoletano: “Il Gruppo misto ha insistito per la mia presenza e ho dato il mio assenso per proseguire in questa nobile battaglia”

“Ho ritenuto che le prime due votazioni abbiano acceso un grande interesse per la Costituzione e la sua attuazione, e che il mio compito fosse terminato. Il gruppo Misto, però, ha insistito per la mia presenza e ho dato il mio assenso per proseguire in questa nobile battaglia”. Lo scrive il giurista napoletano, Paolo Maddalena, in un messaggio pubblicato su Twitter. L’ex vicepresidente della Corte Costituzionale è stato infatti oggi tra i più votati e anzi ha visto crescere i suoi voti rispetto al secondo scrutinio di ieri.

Al terzo scrutinio, che si è concluso con un nulla di fatto perché nessuno ha ottenuto la maggioranza dei due terzi dell’assemblea, il costituzionalista ha ottenuto 61 preferenze (rispetto alle 39 di ieri, ndr), anche se il più votato è stato il presidente uscente Sergio Mattarella (125 preferenze), seguito dal fondatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto con 114 e da Pier Ferdinando Casini con 52 preferenze. 412 in totale le schede bianche ma da domani il quorum si abbasserà a 505 preferenze (invece di 673, ndr), quindi basterà la maggioranza assoluta.

Maddalena è sostenuto attualmente dal gran parte del gruppo Misto, che lo ritiene una “figura super partes, lontana da appartenenze politiche”. “Ha messo al centro della sua opera di magistrato, docente universitario e giudice costituzionale (vice presidente della Consulta) la tutela dei beni pubblici demaniali, della legalità, della sovranità popolare e della nostra Costituzione – si legge ancora in una nota –. Per queste ragioni riteniamo possa essere una figura tra le più importanti sulla quale tutte le forze politiche potrebbero convergere. Invitiamo ad esprimere il proprio voto per una personalità in grado di incarnare pienamente le caratteristiche di garante della Costituzione e dei diritti del popolo italiano”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.