Ucraina: a Napoli raccolta aiuti in chiesa e mini market

Farmaci a militari, cibo e abiti. Appello sui social della comunità dell’est Europa

Napoli, 28 febbraio 2022 – Si raccolgono in chiesa ma anche in minimarket gli aiuti che i napoletani stanno inviando in Ucraina dopo l’appello sui social della comunità dell’est Europa residente in città. Cuore delle operazioni è la sacrestia della chiesa Santa Maria trasformata in magazzino dove dai primi giorni dell’assedio russo decine di volontarie ucraine sono impegnate a dividere il materiale raccolto.

“Abbiamo bisogno di tutto – dice Valentina – ma soprattutto di farmaci e presidi per curare i militari feriti e cibo e abiti per bambini”. Tra gli scatoloni che ormai lasciano poco spazio nell’antico e affrescato salone attiguo alla chiesa continuano ad arrivare aiuti ed a scaricare i pacchi dai camion, come quello arrivato carico di medicinali dalla Farmacia solidale della Diocesi di Napoli. A caricare la merce arrivata all’esterno della chiesa su l’ennesimo camion ci pensa anche qualche passante che da una mano a liberare subito strada in attesa del prossimo carico.

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.