Il sindaco Manfredi sul terzo mandato di De Luca: “Decidano gli elettori”

Il primo cittadino di Napoli spiega come la pensa sull’ipotesi di modificare la legge in vigore, che vieta ai presidenti di Regione di candidarsi per più di due mandati consecutivi

“Il limite dei due mandati ha una sua logica, quella dell’alternanza democratica al governo di un territorio, ma non può andare contro la volontà degli elettori. Quindi, io lascerei decidere ai cittadini. Si tratta di una battaglia non solo dei governatori, ma anche dei sindaci e, per questo motivo, l’Anci si sta mobilitando da tempo”. A dirlo il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, circa l’ipotesi di modificare la legge in vigore, che vieta ai presidenti di Regione di candidarsi per più di due mandati consecutivi. Legge che in questi mesi ha messo in aperto contrasto la segretaria del Pd Elly Schlein e il governatore della Campania Vincenzo De Luca (del suo stesso partito), quest’ultimo al secondo incarico e deciso a ricandidarsi (vai all’articolo). Una questione che attualmente riguarda anche Michele Emiliano (sempre di centrosinistra) in Puglia, Luca Zaia (Lega) in Veneto e Giovanni Toti (Forza Italia) in Liguria.

La legge sul limite dei due mandati (legge 165/2004 attuativa dell’art.122 della Costituzione), come ha spiegato Manfedi, nasce con la logica di non creare sistemi di potere consolidati per decenni. Si tratta di un pericolo che però il sindaco non vede se c’è “una vigilanza democratica della società civile che verifichi che i mandati svolti non siano favorevoli a un sistema di potere ma al servizio dei cittadini”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.