Presentata la 10^ Napoli City Half Marathon

Parte da Napoli il percorso olimpico di Sofiia Yaremchuk. L’azzurra a Parigi per la maratona ha scelto la NCHM per cominciare la sua preparazione. Domenica 25 febbraio la 10^ Napoli City Half Marathon frutto di qualità, successo, ambiente, solidarietà e legalità. Attesi 6mila runner

Napoli, 8 febbraio 2024 – L’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino è stata l’odierna prestigiosa sede della presentazione 10^ Napoli City Half Marathon, manifestazione podistica organizzata da Napoli Running per domenica 25 febbraio 2024. L’evento è realizzato su percorso omologato Fidal ed è insignito della prestigiosa Label della World Athletics e dalla 5 stelle Quality Award della European Athletics.

Il clima è maturo per perseguire obiettivi futuri che ben si sposano con l’elezione di Napoli Capitale Europea dello Sport 2026, comincia quindi da qui questo cammino, da una Napoli City Half Marathon che si presenta tra lo sventolio delle tante decine di bandiere che saranno al via, dal prosieguo dell’impegno di Napoli Running per la città, attraverso i charity program, e per l’ambiente, attraverso la collaborazione con l’associazionismo locale, dalla promessa di offrire ai runner una manifestazione dall’alta qualità organizzativa e carica di emozione.

LE GARE – Che si tratterà di una festa lo dimostra l’entusiasmo con cui migliaia di runner da tutto il mondo si sono già iscritti all’evento, una conferma di apprezzamento che negli anni ha assunto anche un trend di crescita relativamente alla partecipazione straniera e che fa prevedere di toccare quota 6mila iscritti. Con il 70% di presenze da fuori regione, ed il 40% proveniente dall’estero, Napoli City Half Marathon si attesta come un appuntamento imperdibile, da mettere in calendario il prima possibile.

Tutti campioni, non solo della mezza maratona, al via anche podisti per la staffetta x 2 a carattere non agonistico, due frazioni, 10km + 11,097 km, per condividere la festa con la propria metà o con gli amici.

Festa dell’inclusione, promozione della cultura dello sport come strumento di benessere psico-fisico e sociale, tutto questo è la Family Run&Friends di sabato 24 febbraio, aperta a tutti, da 0 a 99 anni, senza certificato medico, un’opportunità per fare del bene grazie ai charity program associati. Cresce anche il numero delle donne sempre più appassionate a questa manifestazione.

NCHM IN CINQUE PAROLE CHIAVE – Qualità, come testimonia la partecipazione di grandi nomi di calibro internazionale che hanno scelto di legare il proprio nome alla Napoli City Half Marathon per la professionalità con cui è organizzato l’evento; successo, ampiamente dimostrato, sul piano tecnico, dal primato italiano maschile di mezza maratona di Yeman Crippa nel 2022 con 59’26”, sul piano dell’interesse della città, invece, dalla grande presenza di volontari e attività collaterali a cui concorre tutto il tessuto cittadino. Ambiente, tante iniziative affinché la manifestazione sia sempre più in una festa dello sport ma nel rispetto del territorio. Solidarietà, sullo sfondo di tutti gli eventi targati Napoli Running, di anno in anno il Charity Program si arricchisce di collaborazioni che consentono ai runner di sostenere un’organizzazione no profit a scelta. Napoli Running sosterrà, come per ogni edizione, anche la Fondazione Sostenitori Ospedale Santobono ets e contribuirà alla raccolta fondi da destinare a progetti solidali in collaborazione con Sport Senza Frontiere onlus.

Legalità, civile, economica, sociale, come insieme di valori che spingono il cittadino a vivere per il bene comune e che Napoli City Half Marathon tiene vivo grazie alla presenza in gara di rappresentanti di istituzioni e forze dell’ordine.

Con queste premesse, sarà al via dell’evento la fondista italiana di origine ucraina Sofiia Yaremchuk (CS Esercito), neoprimatista italiana di maratona grazie all’eccellente prestazione a Valencia 2023, quando ha fermato il cronometro a 2h23:16, limando di 28 secondi quello precedente appartenente a Valeria Straneo. Già campionessa italiana in carica di mezza maratona, Sofiia si è avvicinata al primato italiano di mezza maratona di Nadia Ejjafini di 1h08:27 quando all’ultima edizione della RomaOstia HM (Type B) ha concluso le sue fatiche in 1h08:49. Nel suo palmares anche i titoli di campionessa nazionale italiana 10 km su strada 2021 e 2022 e l’undicesimo posto ai Campionati del Mondo di specialità nel 2023. Sofiia è già stata grande protagonista della NCHM dove nel 2022 è salita sul terzo gradino del podio completando le sue fatiche in 1h10:11 e dove ha potuto apprezzare l’alta qualità organizzativa dell’evento, la velocità del percorso, il clima perfetto e la grande accoglienza. Proprio dalla NCHM partirà, dunque, il percorso di avvicinamento alla maratona olimpica di Parigi 2024 per la quale Sofiia ha già ottenuto il pass.

LA MEDAGLIA – Napoli città ricca di mito, storia e simbologia, un legame che Napoli Running ha sempre raccontato attraverso la medaglia finisher consegnata a tutti i runner. La medaglia ricalca le emozioni di Napoli campione d’Italia nel calcio attraverso una medaglia a forma di scudetto, simbolo nato dall’inventiva di un giovane Gabriele d’Annunzio per glorificare il suo amore per il calcio. Sullo sfondo, uno spaccato di Piazza Plebiscito che si innesta sull’oro con cui è inciso il nome dell’evento. Luminosa, accoglie all’interno uno scudetto tricolore per rappresentare tutto lo Stivale. All’apice, il motto “All Runners Are Beautiful”, filosofia che Napoli Running ha seminato da anni per far sì che tutti i runner si sentano accolti, indipendentemente dal proprio talento ma sulla base dell’impegno che hanno assunto verso sé stessi, quello di essere felici di far parte di questa comunità e di essere innamorati della corsa. Ai margini sono riportati la data dell’evento, il primato italiano maschile inciso nella storia della Napoli City Half Marathon dal 2022 grazie allo splendido crono di 59’26” fatto segnare dall’azzurro Yeman Crippa (Polizia), grande campione così come campioni d’Italia del running saranno quanti raggiungeranno il traguardo domenica 25 febbraio e potranno indossare questa medaglia.

LA T-SHIRT – Rinnovata la collaborazione con adidas che per la 10^ Napoli City Half Marathon ha realizzato la T-shirt tecnica fondendo le esigenze di un capo confortevole e di alta qualità a cui si aggiunge un tocco di eleganza.  Scollo a V e linee decorative che seguono la forma delle spalle su fondo bianco, colore della luce, simbolo di pace e libertà, di purezza. In versione maschile e femminile, riporta sul fronte logo e data dell’evento ed uno scorcio di Piazza Plebiscito, lo stesso riportato sulla medaglia finisher.

IL PERCORSO – Da qualunque parte la si guardi, Napoli non può che sorprendere per la sua straordinaria bellezza che nei secoli ha ammaliato artisti di ogni genere. Frasi celebri hanno provato a raccontarne il fascino, l’arte, la semplicità, la musicalità, l’allegria, la leggerezza e tutta la storia che ne hanno riconosciuto il centro storico come Patrimonio Mondiale UNESCO dal 1995, grazie alla sorprendente capacità di raccontarsi come città tra le più antiche d’Europa attraverso un tessuto urbano contemporaneo. Bellezza da vivere lungo il percorso di gara che mette insieme anche le caratteristiche salienti di alto livello tecnico e velocità. Un mix esplosivo in termini di opportunità di realizzare una gara strabiliante, complici le condizioni metereologiche ottimali (~10°C), che potrebbe persino vedere vacillare il primato italiano maschile di mezza maratona di 59’26” realizzato, proprio qui, dall’azzurro Yeman Crippa (Polizia).

Partenza da viale J.F. Kennedy per andare a scoprire uno degli scorci più belli del Golfo di Napoli, un fascino che accompagnerà i runner per tutto il Lungomare di via Caracciolo, costeggiando la Villa Comunale e ammirando l’Isolotto di Megaride che accoglie il Castel dell’Ovo. Da via Colombo si procede in direzione delle due torri Aragonesi di via Marina prima del giro di boa. Si prosegue su via Marina per poi imboccare Corso Umberto I che verrà percorso prima in direzione della stazione centrale e poi, dopo il secondo giro di boa, verso Piazza Municipio. Dalla Galleria della Vittoria si prosegue in Piazza Vittoria sfilando lungo la Villa Comunale e la stazione zoologica Anton Dohrn. Inizia da qui la cavalcata verso la finish line in viale Kennedy.

ANM PER NCHM – Perdersi nel cuore di Napoli, un tuffo tra i quartieri che raccontano questa città o i musei, una visita a Napoli sotterranea o una passeggiata sulle colline del Vomero o Posillipo, il weekend di gara può trasformarsi in una grande occasione di arricchimento culturale. Azienda Napoletana Mobilità ha realizzato un biglietto speciale dedicato alla Napoli City Half Marathon per ricordare che il modo migliore per visitare la città è proprio l’utilizzo della capillare rete di mezzi pubblici dove anche le stazioni metropolitane sono opere d’arte.

Autore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.